Cagliari, gol e vittoria: al Cesena non basta Brienza (2-1)

Cagliari – Grazie alle reti di Joao Pedro e Donsah, il Cagliari trova la prima vittoria tre le mura amiche della stagione e Zola raccoglie i primi tre punti della sua gestione. Al Sant’Elia, i rossoblù hanno la meglio sul Cesena, ultimi in classifica con il Parma. I sardi possono così tornare a respirare, per i romagnoli la situazione si complica ulteriormente.

LE FORMAZIONI – Causa squalifiche e infortuni, Zola opta per un iniziale 4-3-3 con Ekdal, Longo e Joao Pedro terminali d’attacco. Esordio dal 1′ di Brkic tra i pali del Cagliari. Balzano è preferito a Pisano, in mezzo al campo Crisetig e Donsah con Dessena ed Ekdal sugli esterni. Dopo la batosta contro il Napoli, Di Carlo affida il peso dell’attacco a Rodriguez con Brienza a supporto. Torna Defrel in mezzo al campo, fuori Ze Eduardo. Davanti a Leali, il trio composto da Capelli, Lucchini e Magnusson.

SCELTE GIUSTE – Zola gioca la carta Joao Pedro dal 1′ e viene subito ripagato. Ekdal viene atterrato in maniera scomposta da Giorgi, Rizzoli fischia il rigore e il brasiliano ribadisce in rete dopo la respinta di Leali. Cagliari in vantaggio. I sardi si distendono e il Cesena ci prova sui calci piazzati. Ekdal fa impazzire il centrocampo bianconero, costretto a ricorrere alle maniere forti per poter fermarlo. I ragazzi di Zola controllano e raddoppiano.

IL CAGLIARI C’è – Ancora Joao Pedro è coinvolto nell’azione del 2-0: il brasiliano scambia con Donsah, diagonale di destro e Leali battuto. Il Cesena ci prova con Rodriguez, colpo di testa che finisce di poco a lato. Brienza prova a sorprendere Brkic dalla distanza, ma il portiere ex Udinese non si fa intimidire. Il Cagliari potrebbe chiudere la partita già nel 1° tempo, ma Magnusson salva un gol già fatto su Dessena, servito magistralmente da Longo. Cascione spaventa poi i padroni di casa mandando alto di pochissimo.

MINUTI VIVACI – Le due squadre continuano ad attaccare senza esclusione di colpi. Pisano rileva l’infortunato Balzano, Di Carlo manda in campo Djuric per un deludente Rodriguez. Brienza ci prova con un sinistro a giro senza trovare fortuna, Longo sciupa sul cross di Donsah. Caio Rangel, entrato al posto di Joao Pedro conclude debolmente sull’assist di Avelar. Longo ritenta con un destro insidioso.

IL GOL DELLA BANDIERA – Ekdal macina km e gioco in mezzo al campo. Di Carlo tenta il tutto per tutto inserendo Carbonero per Giorgi. Brkic sventa su Djuric, il Cagliari controlla e amministra. Al 90′ Brienza riapre la gara con un sinistro ravvicinato che riaccende le speranze bianconere. Il Cesena reclama un rigore nei minuti di recupero per un contatto tra Ekdal e Magnusson, Rizzoli non fischia. Il Cagliari ritrova 3 punti fondamentali per il morale e per la classifica, per il Cesena è notte fonda.

IL TABELLINO

CAGLIARI – CESENA 2-1 (2-0 p.t.)

Cagliari (4-3-3): Brkic 6.5; Balzano 6 (59′ Pisano 6), Capuano 6, Rossettini 6, Avelar 6; Dessena 6, Crisetig 6, Donsah 7; Ekdal 7 – IL MIGLIORE SPORTMAIN, Longo 6.5, Joao Pedro 7 (67′ Caio Rangel 6). All.: Zola 6.5.

Cesena (3-5-1-1): Leali 6.5; Capelli 5, Volta 5.5, Magnusson 6.5; Giorgi 5 (80′ Carbonero s.v.), Valzania 6.5 (73′ Pulzetti 6), Cascione 6.5, Defrel 5, Mazzotta 6.5; Brienza 6; Rodriguez 5 (62′ Djuric 6). All.: Di Carlo 5.5.

Marcatori: 11′ Joao Pedro, 27′ Donsah (Ca); 89′ Brienza (Ce)

Note: Ammoniti: Giorgi, Valzania, Volta (Ce); 21′ Rossettini. Al 10′ Leali (Ce) ha parato un calcio di rigore a Joao Pedro (Ce).

Arbitro: Rizzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *