Roma-Lazio 2-2: dall’illusione biancoceleste alla rimonta giallorossa

Roma- Ha vinto lo spettacolo. Un derby entusiasmante come non si vedeva da tempo. Le due squadra hanno confermato il lavoro valore dividendosi la posta in palio in 2-2 dai palati fini. Emozioni e gol racchiusi in 94 minuti che hanno rappresentato uno spot per il calcio e per la nostra Serie A.

LAZIO, GRAN PRIMO TEMPO – Fantasia al potere: questa è stata la scelta di Pioli che ha schierato Mauri, Candreva e Felipe Anderson. E i suoi hanno risposto con un primo tempo stratosferico. Felipe Anderaon sugli scudi. E’ sempre lui il trascinatore della Lazio: 5 gol e 5 assist in 5 partite per il brasiliano che ha siglato il raddoppio con una bomba dalla distanza e ha servito un cioccolatino a Mauri per il gol dell’1-0. Già proprio Stefano Mauri, un vero incubo per la Roma: terzo gol consecutivo nel derby con la fascia di capitano al braccio. Primo tempo a tinte tutte biancocelesti e derby che sembrava oramai segnato.

Felipe Anderson derby

ROMA, CHE RIMONTA – Ma mai illudersi nel calcio specie se tra gli avversari gioca un certo Francesco Totti. Una doppietta del capitano giallorosso, con tanto di selfie sotto la Sud, riequilibra le sorti del match in un secondo tempo in cui la Roma mostra carattere e capacità di reagire. Decisive le scelte di Garcia: dentro Strootman e Ljajic fuori Nainggolan e Florenzi, due fantasmi nel primo tempo. L’olandese ha dato grinta e fisicità permettendo ai giallorossi di controllare il centrocampo; il serbo ha messo in difficoltà Basta con corsa e dinamismo. La Lazio ha sbagliato, come a Milano, l’approccio alla ripresa ma certo non è stata favorita dagli episodi. Il palo di Mauri sull’1-2 grida ancora vendetta: se fosse entrato probabilmente sarebbe stato il colpo della vittoria. E poi Klose nel finale ha avuto la palla del 2-3 ma De  Sanctis ha detto no. I biancocelesti quindi forse hanno un po’ l’amaro in bocca per non essere riusciti a gestire il doppio vantaggio e per il fato che ,nella ripresa, sembra averli voltato le spalle. I giallorossi invece si chiedono perché è stato necessario regalare un tempo agli avversari. La bellezza del calcio e del derby. E di certo chi non tifava né Roma né Lazio oggi si è divertito.

IL TABELLINO

ROMA-LAZIO 2-2

Marcatori: 25′ Mauri, 29′ Felipe Anderson, 48′ Totti , 64′ Totti.

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De Rossi, Nainggolan (46′ Strootman); Florenzi (46′ Ljajic), Totti, Iturbe (80′ Destro).

A disposizione: Skorupski, Lobont, Somma, Yanga Mbiwa, Cole, Torosidis, Emanuelson, Paredes, Borriello, Verde. All. Garcia.

LAZIO(4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij (76′ Cavanda), Cana, Radu; Parolo, Biglia; Candreva, Mauri, Felipe Anderson (65′ Onazi); Djordjevic (65′ Klose).

A disposizione: Berisha, Strakosha, Pereirinha, Konko, Novaretti, Ledesma, Cataldi, Keita. All. Pioli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *