Master Group Volley Cup, tredicesima giornata: Novara allunga su Modena. In coda primo successo per Urbino

Continua spedita la corsa della capolista Novara che espugna agevolmente il campo di Firenze. Modena vince 3-2 al PalaPanini contro un’indomita Montichiari e si allontana dalla vetta di cinque lunghezze. Casalmaggiore e Busto Arsizio vincono i big match di giornata rispettivamente contro Bergamo e Conegliano. Bene Piacenza che annienta Scandicci. In coda, dopo dodici ko in altrettante partite, Urbino piega Forlì in quattro set e può festeggiare il primo successo.

Samanta Fabris
Samanta Fabris trascina Modena al successo realizzando 40 punti

FACILI VITTORIE – Dopo aver impiegato 5 set nel girone d’andata per aver ragione de Il Bisonte Firenze, l’Igor Gorgonzola Novara impiega 1 ora e 12 minuti per domare in tre set le toscane, grazie alla solita prestazione di spessore di Katarina Barun 18 punti con il 52% in attacco e ai 14 di Kimberly Hill. Superata senza problemi l’assenza di Klineman infortunatasi alla caviglia destra contro Casalmaggiore. Per Firenze buona prestazione di Chiara Negrini che realizza 13 punti. Facile successo anche per la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza che si impone 3-0 sulla Savino del Bene Scandicci. Per le padrone di casa tre giocatrici in doppia cifra, tutte a quota 12, Annerys Vargas con un imponente 79% offensivo, Indre Sorokaite e Lise Van Hecke. Per le ospiti tante difficoltà in attacco e molti errori non hanno permesso di giocarsi al meglio le proprie possibilità.

TERZO POSTO – Ritrova la vittoria ed il terzo posto la Pomì Casalmaggiore che supera in quattro set la Foppapedretti Bergamo nello scontro diretto (le due compagini erano appaiate in classifica). Protagoniste di questa affermazione Marika Bianchini con 18 punti, a quota 16 chiudono Jovana Stevanovic di cui 6 a muro e Valentina Tirozzi con il 53% di ricezioni perfette; per la Foppa non basta la sempre positiva Sara Loda miglior marcatrice del match a quota 19, l’ingresso dalla panchina di Miriam Sylla 14 punti in due set e mezzo e la buona prestazione di Laura Melandri per lei 13 sigilli con il 67% in attacco, 4 muri e 3 ace.

RIVINCITA – Dopo aver disputato un girone d’andata sottotono rialza la testa la Unendo Yamamay Busto Arsizio che supera in rimonta l’Imoco Conegliano. Le bustocche perdono il primo set, poi comandano abbastanza agevolmente il resto del match e portano a casa tre punti d’oro per il loro morale. Ancora una volta la migliore per Busto è Valentina Diouf con 23 punti, in doppia cifra anche Helena Havelkova con 14. Conegliano paga l’assenza della palleggiatrice Alisha Glass, i cui tempi di recupero si allungano (l’Imoco è intervenuta sul mercato portando in Italia Micha Hancock), alle pantere non bastano gli attacchi di Emiliya Nikolova autrice di 22 punti e di Neryman Ozsoy 15 per lei. Prima gioia in campionato per la Zeta System Urbino che vince una partita chiave per le proprie speranze salvezza contro la penultima della classe il Volley 2002 Forlì. Super prova al servizio dell’opposta Hailey Spelman che realizza addirittura 9 ace sui 25 punti totali, bene anche Alice Santini a quota 13. Dall’altra parte della rete realizzano 17 punti Alessia Ventura e 13 Taismary Aguero.

40 PUNTI – Deve sudare le proverbiali sette camicie la Liu Jo Modena per avere ragione di un’indomita Metalleghe Sanitars Montichiari e alla fine la spunta al tie-break dopo essersi vista annullare addirittura nove match point. L’inizio match è in discesa per le bianconere che nel giro di 20’ vincono 25-14 il primo set; Modena soffre il ritorno di Montichiari ma chiude 25-23 il secondo parziale. Nel terzo la Liu Jo è sempre avanti, però le lombarde non mollano un pallone, difendono tutto il possibile, annullano i primi tre match point e riaprono la partita. Il quarto set si sviluppa sulla falsariga del precedente, Modena ha un ampio vantaggio fino al 23-19, conquista due match point consecutivi sul 24-22, ma Montichiari piazza un letale 4-0 e l’esito del match viene rimandato al quinto. Si va avanti punto a punto ed è sempre Modena ad avere una doppia possibilità di chiudere la contesa sul 14-12, ma il Metalleghe gioca alla grande i punti che scottano e annulla altri cinque match point prima di cedere dopo 2 ore e 17 minuti di battaglia. Protagonista assoluta del match Samanta Fabris l’opposto croato è una furia e mette a terra 40 punti con il 50% in attacco (addirittura 78 palloni attaccati), positivo anche il gioco al centro grazie a Giulia Rondon che ispira Laura Heyrman e Raphaela Folie le quali chiudono rispettivamente a 17 e 15 punti, entrambe ben oltre il 50% in attacco, così come capitan Francesca Piccinini che realizza 16 punti e riceve con il 41% di perfezione. Per Montichiari super prestazione di Berenika Tomsia con 32 punti e il 46% offensivo, in doppia cifra anche un’ottima Maren Brinker 18 punti con il 47% in attacco e 42% di ricezioni perfette infine a quota 14 chiude Simona Gioli.

PROSSIMO TURNO – Sabato 17 alle 20.30 le telecamere di Rai Sport saranno a Scandicci per la sfida contro Modena, domenica occhi puntati a Novara-Busto Arsizio e Montichiari-Casalmaggiore.

Risultati 13^ giornata:

Nordmeccanica Rebecchi Piacenza – Savino Del Bene Scandicci 3-0 (25-18 25-21 25-16)

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano 3-1 (21-25 25-19 25-19 25-21)

Pomì Casalmaggiore – Foppapedretti Bergamo 3-1 (25-21 20-25 25-18 25-23)

Il Bisonte Firenze – Igor Gorgonzola Novara 0-3 (17-25 21-25 14-25)

Liu Jo Modena – Metalleghe Sanitars Montichiari 3-2 (25-14 25-23 26-28 24-26 18-16)

Robur Tiboni Urbino – Volley 2002 Forlì 3-1 (25-20 19-25 25-23 25-22)

Classifica: Novara 35, Modena 30, Casalmaggiore 26, Conegliano 24, Piacenza 23, Bergamo 23, Busto Arsizio 21, Montichiari 19, Scandicci 15, Firenze 11, Forlì 4, Urbino 3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *