Liga, 18^turno: la MSN distrugge l’Atletico. Torna alla vittoria il Real, l’Elche sbanca il San Mames. CR7 pallone d’oro 2014

Il match clou della 18^ giornata della Liga spagnola era quello tra Barça e Atletico e i 90 minuti del Camp Nou non hanno deluso le attese. I blaugrana hanno trionfato e per ora detengono la palma di anti-Real. I blancos sono tornati alla vittoria battendo l’Espanyol, il Siviglia torna al quarto posto, mentre nelle retrovie si registra il prezioso e prestigioso successo dell’ Elche a Bilbao. Nel frattempo CR7 si è aggiudicato il terzo pallone d’oro, portandosi così a -1 dal record di Messi: il portoghese ha battuto in finale l’argentino e il tedesco Neuer.

CR7 pallone d'oro
CR7 pallone d’oro

Zona alta – Partiamo dal posticipo di Domenica che vedeva in scena il big match tra blaugrana e colchoneros. Partita fondamentale per innumerevoli motivi: innanzitutto perché si è trattato quasi di uno spareggio per eleggere la anti-Real della liga 14/15. Poi questa partita è stata anche la “finale” dello scorso campionato, vinto dalla squadra di Simeone, e il quarto di champions, aggiudicato sempre dai colchoneros: Messi&company erano dunque assetati di rivincita. Infine il Barcellona era reduce da una settimana incandescente con problemi dirigenziali, lotte intestine, discussioni tra Messi e Luis Enrique con voci che davano l’argentino sulla via di Londra sponda Chelsea. Risultato: un Barcellona assatanato, con la garra propria dei colchoneros che sono andati in crisi nel vedersi affrontare con le proprie stesse armi principali. La MSN ha fatto a fettine la retroguardia dell’Atletico, dove Gamez e Gimenez sono apparsi in grossa difficoltà non pagando le scelte di Simeone, che per una volta si dimostra umano nello schierare i suoi. Vantaggio di Neymar all’11′, raddoppio di Suarez su assist di Messi (che si era però aggiustato il pallone con il braccio) al 35′: il doppio vantaggio trovato dai padroni di casa nel primo tempo ha tagliato le gambe ad un Atletico che è sembrato anche molle sulle gambe dopo il match di coppa contro il Real. Nel secondo tempo Mandzukic ha accorciato le distanze su rigore causato da Messi: prima volta in carriera, ma ciò è simbolo della garra messa in campo dal dieci (peraltro molto incandescente anche nelle dichiarazioni post partita durante le quali ha attaccato coloro che intaccano l’equilibrio dello spogliatoio). Infine, nei minuti finali lo stesso Messi ha chiuso la partita siglando la rete del 3-1: a nulla è valso l’ingresso in campo di Torres. MSN a segno e Barcellona a -1 dal Real (seppur con una partita in più). I Blancos, reduci dal primo periodo di crisi stagionale (sconfitte con Valencia e Atletico), hanno affrontato l’Espanyol nel match giocatosi Sabato pomeriggio: un 3-0 molto agevole, firmato da James, Bale (gol spettacolare su punizione) e Nacho (il più festeggiato vista la scarsa vena realizzativa del difensore proveniente dalle giovanili). Unica nota stonata è stata l’espulsione (eccessiva) rimediata da Coentrao. Il quarto posto torna di proprietà del Siviglia: la squadra di Emery ha vinto 2-0 sul campo dell’Almeria, mentre il Valencia non è andato oltre l’1-1 a Vigo (reti di Rodrigo per gli xotos e Orellana per il Celta).

Il trio delle meraviglie blaugrana
Il trio delle meraviglie blaugrana

Zona medio bassa – Nel match chiave per la zona Europa League, Malaga e Villarreal si sono divise la posta in palio: alla rete di Jonathan Dos Santos, ha risposto Amrabat. Continua l’incredibile campionato della matricola Eibar: altra vittoria, questa volta contro il Getafe ed ottavo posto in solitario consolidato. Le reti messe a segno da Del Moral e Capa permettono alla squadra basca di portarsi dunque a ridosso della zona Europa: pensare ad inizio campionato che una squadra vicina all’esclusione dalla Liga in Agosto potesse navigare in certe zone di classifica era pura utopia. La sorpresa di giornata arriva però dal San Mames, ove un incredibile Elche supera il Bilbao con le reti di Fajr e Rodriguez: i padroni di casa tornano in piena crisi, mentre per gli uomini di Segura questi tre punti rappresentano una vera e propria boccata d’ossigeno. Negli altri match ci sono stati i pareggi per 1-1 tra Sociedad e Granada e per 0-0 tra Levante e Depor; infine nel posticipo del Lunedì il Cordoba ha superato il Rayo in trasferta ottenendo la seconda vittoria consecutiva.

Risultati

Levante-Deportivo 0-0
Real Madrid-Espanyol 3-0 (12′ Rodriguez, 28′ Bale, 76′ Nacho)
Malaga-Villarreal 1-1 (45’+1′ dos Santos, 60′ Amrabat)
Celta Vigo-Valencia 1-1 (43′ Rodrigo, 61′ Orellana)
Eibar-Getafe 2-1 (33′ Del Moral, 51′ Capa, 80′ Castro)
Almeria-Siviglia 0-2 (58′ Iborra, 63′ Coke)
Athletic Bilbao-Elche 1-2 (17′ Rodriguez, 53′ Fajr, 73′ San Jose)
Granada-Real Sociedad 1-1 (36′ Vela, 79′ Rico)
Barcellona-Atletico Madrid 3-1 (12′ Neymar, 35′ Suarez, 57′ Mandzukic, 87′ Messi)
Rayo Vallecano-Cordoba 0-1 ( 39′ aut. Ba)

Classifica

Real Madrid 42*, Barcellona 41, Atletico Madrid 38, Siviglia 36*, Valencia 35, Villarreal 32,  Malaga 31, Eibar 26, Celta Vigo 21, Espanyol 20, Rayo Vallecano 20, Real Sociedad 19, Athletic Bilbao 19,  Getafe 17, Deportivo La Coruña 17, Cordoba 17, Almeria 16, Levante 16, Elche 14, Granada 14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *