Lazio – Napoli: precedenti e ultime dai campi dello spareggio per il terzo posto

NAPOLI – L’amara sconfitta contro la Juventus non ha ancora esaurito i suoi ultimi strascichi di polemiche ma per il Napoli è già tempo di voltare pagina. La sfida contro la Lazio, lunch-match di questa domenica, si profila come crocevia per la restante parte della stagione del Napoli. La squadra di Benitez infatti, abbandonate le ultime illusioni di rientrare nella lotta scudetto, dovrà almeno provare a riconquistare un terzo posto sfuggito di mano dopo la partita di domenica.
Un solo punto divide le due squadre: 31 i punti della Lazio contro i 30 del Napoli (che occupa il quarto posto insieme alla sorprendente Sampdoria di Mihajlovic). Una vittoria quindi, vedrebbe la vincitrice allungare in maniera decisa su una diretta avversaria per un posto Champion’s. Il terzo gradino della classifica, che per il i campani sembrava l’obiettivo minimo di stagione, per la Lazio risulterebbe il coronamento di un sogno nel quale forse credevano in pochi. Le premesse per un bel match combattuto ci sono tutte: da un lato l’eccellente momento di forma della squadra di Pioli, dimostrato anche nel derby contro la Roma, dall’altro la voglia di riscatto del Napoli dopo quella che agli azzurri è sembrata una sconfitta ingiusta nella partita più sentita dalla piazza.

 LA STORIA – I precedenti a Roma tra Lazio e Napoli sono nettamente a favore dei padroni di casa che tuttavia non riescono a  vincere la sfida diretta da tre anni. L’ultimo successo delle aquile  risale infatti al 2011-2012, quando la partita terminò col punteggio di 3-1 per i biancocelesti. Lo scorso anno la squadra di Benitez si impose con un tennistico 2-4: doppietta di Higuain, autorete di Behrami, Pandev, Keita e Callejon i goleador.
La prima sfida tra Lazio e Napoli si svolse durante la 14° giornata  della stagione  1929/1930 e si concluse con uno 0 a 2 per la squadra partenopea.
In totale sono 59 gli incontri disputati a Roma ( tra Serie A e Serie B). La Lazio ne ha vinti 26, il Napoli solo 13. 20 sono stati invece i pareggi.
Le partite tra Lazio e Napoli sono spesso state spumeggianti: 88 reti segnate finora dalla Lazio e 59 dal Napoli nelle sfide all’Olimpico, quindi una media gol di quasi 2,5 gol a partita! Premesse niente male se consideriamo che si affronteranno i due attacchi più prolifici dopo quello della Juventus: 33 reti per entrambe le squadre.
C’è da ricordare infine che la Lazio è l’unica compagine fra le venti di A  a non aver ancora mai pareggiato in casa e che per trovare l’ultimo 0-0 tra queste due squadre dobbiamo tornare indietro fino alla stagione 1976-77.

Stefano Pioli, l'allenatore che dopo un'inizio difficile sta facendo sognare i tifosi della Lazio
Stefano Pioli, l’allenatore che, dopo un’inizio difficile, sta facendo sognare i tifosi della Lazio

ULTIME IN CASA LAZIO  – Felipe Anderson si deve fermare. Dopo 6 reti e 5 assist nelle ultime sei partite giocate, il talento brasiliano sarà costretto a saltare almeno le prossime 3 gare, inclusa la doppia sfida di campionato e coppa contro il Milan.
Dei seguito il comunicato della Lazio:

“Questa mattina, durante l’allenamento presso il Centro Sportivo di Formello, l’atleta Felipe Anderson ha riportato un trauma distorsivo del ginocchio sinistro con interessamento del legamento collaterale mediale. Gli accertamenti svolti questo pomeriggio presso la clinica Paideia in Roma hanno escluso la presenza di lesioni meniscali associate. L’atleta pertanto osserverà un periodo di riposo e cure mediche stimato attualmente intorno alle tre settimane salvo complicazioni”. 

Quella di Anderson non sarà l’unica defezione importante per mister Pioli: nemmeno De Vrij risulta arruolabile, dal momento che la fascite plantare riacutizzatasi con il colpo ricevuto nel derby continua a infastidirlo. Dovrà osservare almeno una giornata di riposo e poi valutare. La Lazio dovrà inoltre fare a meno anche di Marchetti (squalificato), Gentiletti, Ciani, Ederson, Gonzalez, Lulic, Braafheid. Tanti problemi per Pioli, insomma che contro il Napoli dovrà inventarsi una difesa d’emergenza (probabile che decida di schierare Basta, Cana, Radu e Cavanda) e dovrà scegliere se sostituire Felipe Anderson con Keita o con Onazi (tornando al 4-3-3).

ULTIME IN CASA NAPOLI- Benitez contro la Lazio dovrà ovviare alle assenze di Britos per squalifica e di Ghoulam impegnato in Coppa d’Africa. Nel ruolo di terzino sinistra quindi ci sarà un ballottaggio tra il  nuovo acquisto Strinic, che sarebbe all’esordio, e Mesto, che però dovrebbe adattarsi a giocare non sulla sua fascia preferita. In avanti ballottaggio tra Hamsik e Mertens favoriti su De Guzman e Gabbiadini per appoggiare con Callejon, l’argentino Higuain. Indisponibili Insigne, Michu e Zuniga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *