Il calciomercato del Toro: Maxi Lopez e poi?

Urbano Cairo, presidente del Torino

TORINO – Dopo l’eliminazione in Coppa Italia con la Lazio, il pensiero ritorna al campionato; il Toro domenica scenderà in terra di Romagna per vedersela contro il Cesena. Ci sarà anche Maxi Lopex, l’unico acquisto fiora del calciomercato granata.

MAXI LOPEZ HA ROTTO IL GHIACCIO (FORSE) – È noto che il Toro ha bisogno di rinforzi da questo mercato di riparazione. È altrettanto noto che servisse almeno un attaccante. Ebbene, almeno uno è arrivato. L’approdo di Maxi Lopez alla corte di Cairo ha sbloccato una situazione che stava facendo innervosire gran parte del popolo granata. Per molti aspetti si tratta di una scommessa; c’è il valore, c’è il carattere, ma c’è anche un lungo periodo costellato di infortuni. L’ex Chievo ha comunque già esordito in maglia granata, giocando un tempo contro la Lazio; nemmeno lui si è salvato dal disastro, però è stato tra i pochi a provare qualcosa per evitarlo. Dopo il suo arrivo, comunque, i movimenti in entrata si sono fermati; l’unica notizia è invece in uscita, con il passaggio di un deluso e deludente Nocerino al Parma.

Maxi Lopez e Ventura

CERCASI ILICIC DISPERATAMENTE – Se ne parla da settimane; un giorno Josip sembra sul punto di arrivare a Torino, il giorno dopo si allontana verso qualche altra città. Lo sloveno è notoriamente in rotta con la Fiorentina, ma i pretendenti non gli mancano. Sicuramente tornerebbe utile a Ventura, che sconta grossi problemi a centrocampo oltre che in zona gol. Nella trattativa è peraltro entrato più di una volta Kurtic; il centrocampista, ex granata approdato ai viola nel settembre scorso, è apprezzato da Ventura e potrebbe dare un po’ più di spinta al suddetto centrocampo. Che sia un gradito ritorno? Chi vivrà vedrà.

Ilicic

ADESSO IL CESENA – Come detto all’inizio, intanto si avvicina il match con il Cesena. È delicato non solo perché i romagnoli sono una diretta concorrente per la salvezza, ma anche perché i granata vengono da una prova assai deludente contro la Lazio (o meglio la Lazio 2). Sullo sfondo c’è poi la contestazione dei tifosi, evidentemente stanchi di aspettare rinforzi che non arrivano. Al Toro è chiesta una prova di orgoglio ed anche un po’ di gioco, in attesa di vedere se le dichiarazioni di Cairo si trasformeranno in acquisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *