Avelar salva il Cagliari in extremis: a Udine termina 2-2

Udine – Un rigore allo scadere del secondo tempo salva il Cagliari da una sconfitta che sarebbe stata immeritata. Andati in vantaggio con Joao Pedro, i sardi si sono fatti raggiungere, e superare, prima da Allan e poi da Thereau. Tanto da recriminare per l’Udinese, incapace di dare il colpo del definitivo k.o..

LE FORMAZIONI – In attacco, Stramaccioni ritrova Di Natale al fianco di Thereau, schiera poi Heurtaux, Danilo e Domizzi davanti a Karnezis. Piris si sposta a centrocampo, con Bruno Fernandes e Allan in mezzo al campo. Zola lascia Sau in panchina (non al meglio fisicamente) e opta per uno schema ad albero di natale, con Longo unico terminale offensivo. Dietro di lui Ekdal e Joao Pedro, con Crisetig nelle veci di Conti.

BOMBER JP – Partita bloccata nei primi minuti, con le squadre che si affidano ai lanci lunghi per far partire l’azione. Donsah e Joao Pedro si fanno notare per delle interessanti iniziative personali, Di Natale tenta di sorprendere l’ex Brkic al volo. Si gioca molto nel folto e robusto centrocampo, ma le azioni pericolose stentano ad arrivare. Al 40′ Joao Pedro rompe il silenzio, e la noia, della partita, sfruttando a dovere l’assist di Donsah. L’Udinese deve riordinare tutte le idee, compresa la difesa, con Hallberg che entra al posto dell’infortunato Domizzi.

SORPASSO FRIULANO – Gioco duro e frammentato anche ad inizio ripresa. L’Udinese ha fame di gol e in 2′ trova pareggio e momentaneo vantaggio. Al 55′ Allan si libera di Dessena, irrompe nella difesa sarda e con un potente diagonale batte Brkic. Il portiere dei sardi deve poi chinarsi al colpo di testa vincente di Thereau sul preciso cross di Di Natale. Zola non ci sta e inserisce Sau per Pisano, con Dessena che scala in difesa ed Ekdal trequartista.

DALLE STELLE ALLE STALLE – Di Natale manca il definitivo k.o. al 63′ quando spreca malamente davanti a Brkic. Poco dopo Hallberg evita, in extremis, un autogol che sapeva di beffa. Entrano Farias per JP e Cop per Longo, Strama si copre: Pasquale per Di Natale. Al 90′ Heurtaux manda all’aria quanto di buono seminato durante la partita. Tocco di mano sul tiro di Sau e Avelar, dal dischetto, non sbaglia. Non c’è più tempo. Sorriso amaro per l’Udinese, ingenua nel sperperare il vantaggio acquisito; tenace e fortunato il Cagliari, che non ha mai dato segni di cedimento.

IL TABELLINO

UDINESE-CAGLIARI 2-2 (0-1 p.t.)

UDINESE (3-5-2): Karnezis 6.5, Danilo 6, Domizzi 6 (45’ Hallberg 6), Heurtaux 5, Piris 5.5, Kone 6, Allan 7, Fernandes 6.5, Gabriel Silva 6, Théréau 6, Di Natale 6.5 (dal 87′ Pasquale s.v.). A disposizione: Scuffet, Meret, Bubnjic, Jaadi, Faraoni, Aguirre, Jadson. All. Stramaccioni 6.

CAGLIARI (4-3-2-1): Brkic 6, Pisano 5.5 (62’ Sau 6), Rossettini 6, Capuano 5.5, Avelar 7 – IL MIGLIORE SPORTMAIN, Donsah 6.5, Crisetig 6, Dessena 6, Ekdal 6, João Pedro 6.5 (70’  Farias 6.5), Longo 5.5 (78’ Cop s.v.). A disposizione: Cragno, Colombi, González, Murru, Conti, Benedetti, Husbauer. All. Zola 6.5.                                                     

MARCATORI: 39’ Joao Pedro (C), 55’ Allan (U), 56’ Thereau (U), 90’ Avelar (Rig.) (C)                                                                

ARBITRO: Marco Di Bello (Sez. di Brindisi)                           

AMMONITI: 20’ Konè (U), 32’ Donsah (C), 44’ Longo (C), 58’ Rossettini (C), 73’ Dessena                               

ESPULSI: –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *