Roma: avvio disastroso, Dybala ringrazia. Poi Destro torna al gol, a Palermo finisce 1-1

PALERMO – La partita del “Barbera” conferma che esiste un problema cronico di approccio alla gara dei giallorossi. Al 2′ il Palermo è già in vantaggio, Vazquez-Dybala approfittano di una leggerezza difensiva di Astori e confezionano l’1-0. La reazione dei giallorossi nel primo tempo è nulla. Garcia nel post-partita dirà: “All’intervallo ne avrei dovuti sostituire undici”. La ripresa non è brillante, ma la Roma riesce a riacciuffare almeno il pari, con un gol del tanto discusso Destro (il quinto in campionato). L’1-1 non accontenta del tutto Iachini, che pregustava la vittoria (e in effetti qualche contropiede nel finale avrebbe potuto avere sorte migliore), e scontenta Garcia, costretto a lasciare per strada altri due punti dopo il derby.

APPROCCIO DA RIVEDERE – A Napoli l’atteggiamento sbagliato costò i tre punti, contro Sassuolo e Lazio due. In altre occasioni un primo tempo giocato sottotono (ad esempio a Bergamo) costrinse i giallorossi alla rimonta, o al forcing nella ripresa. Un dato eloquente: i gol subiti nel primo tempo dalla squadra di Garcia sono 10 su 14 complessivi. Insomma, abbastanza indizi per fare una prova, e la conferma arriva nell’anticipo del “Barbera” contro un Palermo in piena fiducia nonostante la sconfitta di Firenze (i viola interruppero la lunga striscia positiva dei rosanero). A due minuti dal fischio d’inizio Astori cerca di servire Strootman, che però è girato e colto di sorpresa. Vazquez si fionda sul pallone e serve lo smarcato Dybala (errato il posizionamento di Yanga-Mbiwa), l’argentino davanti a De Sanctis non si emoziona e segna la rete numero dieci in serie A. Il tempo per rimediare ci sarebbe, ma i primi 45′ scorrono senza pericoli per Sorrentino. La Roma sembra non riuscire a riprendersi dal colpo subito, e le assenze degli uomini di maggior personalità (Manolas, Maicon e Totti in panchina, De Rossi e Nainggolan squalificati) si fanno sentire in modo eclatante. Strootman sta tornando solo ora a ingranare, mentre Pjanic (che gioca da capitano) è inconsistente, e al giovane argentino Paredes non si può chiedere di più. Se la chiave del gioco romanista è il centrocampo, ecco che in una serata come questa vengono meno anche i rifornimenti per il tridente: Ljajic, Iturbe e Destro girano a vuoto. I rosanero non forzano più di tanto ma al 39′ sfiorano il raddoppio con un colpo di testa di Barreto, bloccato da De Sanctis. Probabilmente Garcia non vede l’ora di impartire nuovi dettami ai suoi giocatori negli spogliatoi, mentre Iachini può dirsi soddisfatto della prestazione del suo Palermo.

IL RITORNO AL GOL DI DESTRO – Una flebile reazione dei giallorossi si vede all’inizio della ripresa. Protagonista Mattia Destro, che prima prova una girata di testa (alta) e al 54′ trova il gol del pareggio sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Pjanic e corretto verso il centro dell’area da Strootman. La rete di Destro (la 5^ in 15 presenze) non cambia però il copione della partita. Garcia le proverà tutte inserendo Totti, Maicon e anche il giovane attaccante della Primavera Daniele Verde, all’esordio in serie A, ma i cambi non produrranno effetti consistenti. A sfiorare il vantaggio anzi saranno ancora, come nel primo tempo, i siciliani, e solo una grande parata di De Sanctis ruba a Dybala la gioia della doppietta. Tra nervosismo e fasi di gioco molto frammentate scorre verso la fine anche il secondo tempo. L’1-1 sta più stretto ai rosanero che alla Roma, ma Iachini può comunque sorridere per il pareggio contro la seconda della classe. La Roma denota invece un problema di approccio alla gara e un problema di personalità. “Senza Totti, De Rossi e Maicon volevo vedere altri giocatori prendere la partita in mano”, ammetterà Garcia nel dopo partita. Ma questi giocatori (Pjanic su tutti) non si sono dimostrati all’altezza. Contro l’Empoli in Coppa Italia e domenica sera a Firenze i giallorossi dovranno cercare il riscatto per dimostrare di poter lottare fino in fondo per il titolo. Il Palermo chiude il girone di andata con un bottino confortante: 26 punti, +11 sul terzultimo posto, 5 punti dalla Lazio, terza.

PALERMO-ROMA 1-1 (1-0)

Marcatori: 2′ Dybala (P), 54′ Destro (R)

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Rigoni, Maresca, Barreto, Lazaar (82′ Daprelà); Vazquez (85′ Quaison), Dybala (74′ Belotti). A disp.: Ujkani, Munoz, Joao Silva, Emerson, Della Rocca, Bolzoni, Chochev, Terzi, Feddal. All. Giuseppe Iachini

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Florenzi, Astori, Yanga-Mbiwa, Cholevas; Paredes (78′ Maicon), Strootman, Pjanic; Iturbe (74′ Verde), Destro, Ljajic (79′ Totti). A disp.: Skorupski, Lobont, Manolas, Borriello, Calabresi, Cole, Emanuelson, Pellegrini, Somma, Uçan. All. Rudi Garcia

Ammoniti: Yanga-Mbiwa (R), Morganella (P), Lazaar (P), Strootman (R), Destro (R)

Arbitro: Damato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *