Mercato Roma: tre nomi per riportare la squadra giallorossa sulla via maestra

La Roma non sa più vincere, ma quello che preoccupa maggiormente è l’involuzione del suo gioco. Per la prima volta in questa stagione la squadra giallorossa non trova la vittoria in campionato per due giornate consecutive e ora le aspetta una trasferta insidiosa come quella di Firenze. Urgono rinforzi ma dove? Il centrocampo sembra il reparto che offre più garanzie rispetto agli altri. Calciatori del calibro di Strootman, Pjanic e Nainggolan, ai quali si aggiungono uomini di esperienza come Keità e De Rossi, possono permetterselo poche squadre. In Italia solo la Juventus regge il confronto, mentre in Europa si contano sul palmo di una mano. Viceversa i problemi si registrano sia nel reparto difensivo, sia in quello offensivo. E se la Roma vorrà continuare a lottare per vincere lo scudetto, la società dovrà intervenire sul mercato per apportare le dovute correzioni, figlie di episodi sfortunati, ma anche di scelte tecniche e di mercato che almeno per il momento si sono rilevate errate.

 maicon

Difesa – Il reparto difensivo, in fase di non possesso palla, sta svolgendo egregiamente il proprio compito. Al momento la Roma ha la seconda miglior difesa del campionato con quattordici reti al passivo e durante ogni partita subisce pochi tiri in porta. Il problema piuttosto si riscontra quando bisogna impostare il gioco con velocità e precisione, condizioni necessarie per gli schemi offensivi di Garcia. Qui emergono dei limiti tecnici che frenano le ripartenze in velocità dei giallorossi, costringendo la squadra a un gioco per lo più orizzontale e poco produttivo. Oramai gli avversari l’hanno ben capito e adottano un pressing alto fino all’area di rigore giallorossa. In situazioni simili è essenziale un calciatore abile tecnicamente e che si assuma la responsabilità di rischiare una giocata per saltare la prima linea avversaria. Benatia questo tipo di gioco lo faceva molto bene e anche Castan dava il suo contributo in questo senso. Un altro problema emerso nell’ultimo periodo riguarda le non ottimali condizioni fisiche di Maicon. La sua spinta sulla fascia, oltre alla sua personalità, rendevano gli uomini del tecnico francese imprevedibili e quindi più pericolosi in fase offensiva. Ora sarà importante capire se è possibile recuperarlo per la seconda parte di stagione oppure intervenire sul mercato già in questa sessione.

 iturbe

Attacco – Il reparto offensivo giallorosso ha perso di efficacia e d’incisività rispetto al passato. Gli attaccanti giallorossi che hanno giocato il cinquanta per cento delle partite di serie A dopo metà campionato, hanno realizzato un totale di sole venti reti suddivise fra sei calciatori: Ljajic sei, Destro cinque, Totti quattro, Florenzi e Gervinho due e Iturbe uno. La media è di 3,3 gol per ciascun calciatore. La Juventus al contrario ha realizzato ventotto reti suddivise fra cinque calciatori: Tevez tredici, Vidal sei, Liorente quattro, Morata quattro e Pereyra uno. La media in questo caso è di 5,6 gol. Come si può notare, la differenza è così evidente che non può che influire sul rendimento della squadra e conseguentemente sulla classifica. Quest’estate la Roma ha compiuto l’investimento più cospicuo della gestione americana, acquistando dal Verona Iturbe a fronte di circa trenta milioni di euro. L’intenzione, come spiegò il DS Sabatini, era quella di affidarsi a un esterno offensivo propenso al gol. Finora il calciatore argentino ha ampiamente disatteso tutte le aspettative, palesando una cattiva gestione sulle scelte da compiere in campo durante un’azione di gioco. Riguardo a Destro, pur segnando spesso quando parte dal primo minuto, è evidente come le sue caratteristiche siano poco compatibili al gioco di Garcia che si basa su calciatori in continuo movimento capaci di dare profondità. L’attaccante moderno, in una squadra vincente, deve saper partecipare al gioco di squadra contribuendo non solo nella finalizzazione, ma anche nella costruzione del gioco offensivo.

 Florenzi-610x330

Mercato ruota attorno a Florenzi? – Analizzando quanto scritto, è possibile trarre delle utili considerazioni riguardo alle possibili mosse di mercato che la società giallorossa potrebbe portare a termine in questa sessione di mercato. Innanzitutto, tralasciando il discorso portiere fino al termine della stagione, in difesa servirebbero due innesti: un centrale difensivo e un terzino destro. Per quanto riguarda il centrale tutto dipenderà presumibilmente dalle condizioni di Castan. Se il suo rientro sarà a breve, allora la società potrebbe aspettarlo senza intervenire sul mercato, altrimenti quest’ultima ipotesi sarà necessaria. Il calciatore che più si avvicinerebbe alle caratteristiche descritte nel paragrafo “difesa” è Chiriches (25) del Tottenham. Per il ruolo di terzino destro bisognerà valutare attentamente se Maicon sarà in grado di risolvere i suoi problemi alla gamba e tornare ai suoi livelli. Qualora il responso fosse negativo, l’uomo giusto potrebbe essere Bruno Peres (24) del Torino. In attacco, se Destro dovesse rimanere almeno fino alla fine della stagione, la priorità è un esterno offensivo proficuo in zona gol. Si parla con insistenza di Salah (22) del Chelsea. Chiriches, Bruno Peres e Salah, tre nomi utili alla causa giallorossa, ma che difficilmente la Roma riuscirà ad acquisire in totem; in questo senso Florenzi potrebbe essere l’ago della bilancia. Sabatini e Garcia credono in lui come terzino destro e se anche lui si convincesse di poter essere importante in quel ruolo, la società potrebbe rinunciare a prendere un calciatore in quel ruolo. Insomma le soluzioni per riportare la Roma sulla dritta via ci sono, ma il tempo è tiranno e non si può più sbagliare.

1 Comment

  • L’idea di Florenzi terzino piace anche a me, ma spero che Maicon recuperi pienamente!! Salah non mi convince, di solito tutti i calciatori che Mourinho vende non fanno grandi stagioni successivamente. Vedremo ma qui o Garcia riprende per mano la squadra o finisce male…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *