Serie B, 22a giornata: il Livorno ferma il Carpi, il Bologna secondo da solo, il Brescia respira a spese del Frosinone, bene Lanciano e Pescara

COLPO LIVORNO – Il risultato della giornata è, senza dubbio, quello del Livorno, che, in trasferta, batte la capolista Carpi, regalando la prima gioia al nuovo allenatore Gelain. Risultato mai in discussione, con il vantaggio degli ospiti realizzato da Capitan Luci a quasi metà primo tempo e il raddoppio di Vantaggiato subito all’inizio del secondo, che hanno consegnato il match in mano agli amaranto, con il Carpi in grado solo di accorciare le distanze a fine partita con Di Gaudio, mostrando di essere tornato dalla sosta un po’ appannato. L’unica ad approfittare, veramente, del risultato è, però, il Bologna che fa fruttare a pieno il mercato di riparazione battendo il Perugia nel posticipo del lunedì grazie al 100° gol in Serie B di Cacia e al gol dell’esordio del neoacquisto Sansone, subentrato nella ripresa, concedendo ad un tenace Perugia, che, comunque, fa la partita per buona parte del primo tempo e dà molto filo da torcere ai felsinei, solo il gol della bandiera con Taddei nel finale di partita. Ora, così, i rossoblu sono secondi da soli, a 6 punti dalla capolista.

IL BRESCIA RESPIRA ANCORA – Chi invece fallisce in modo netto la possibilità di accorciare le distanze dai padroni del girone d’andata è il Frosinone, che perde in modo netto in casa di un Brescia che è sempre più vicino al fallimento sulle carte bollate, ma che, in campo, vuol dimostrare di essere ancora vivo. Un 3-1 netto e meritato siglato dall’autogol di Ciofani e dalla rete di Corvia, per il parziale 2-0 all’inizio dei due tempi, dal ritorno dei laziali con Curiale e dalla chiusura dei giochi, in pieno recupero, di Di Cesare. Per il Brescia una boccata d’ossigeno in uno dei periodi peggiori della sua storia, per il Frosinone un enorme passo indietro rispetto alla chiusura del girone d’andata. Non è da meno lo Spezia, che fallisce l’ennesimo tentativo di distinguersi dagli altri e, in questo caso, portarsi al terzo posto solitario, seppur non impegnato in un turno proibitivo. Il match casalingo con il Varese (che le aveva già dato un dispiacere all’andata) finisce, infatti, con un 1-1 sofferto, dopo un primo tempo dominato nel possesso palla, pur concedendo le occasioni migliori agli ospiti e un secondo con il risultato da recuperare, dopo il vantaggio dei lombardi su rigore con Falcone, con l’obbiettivo raggiunto solo ad un minuto dalla fine grazie al gol di Giannetti dopo una magia del nuovo arrivato Kvrzic.

PESCARA E LANCIANO, COLPI PLAY OFF – Altri due importantissimi risultati in chiave play off. Il primo è quello del Pescara che batte nello scontro diretto, scavalcandolo, così, in classifica, il Trapani, per di più in trasferta, in una partita dalle tantissime emozioni, a cominciare dai 6 gol segnati, ma anche dalle altrettante parate fondamentali dei due portieri. All’inizio pare un botta e risposta, con il Trapani pronto a pareggiare entrambe i vantaggi degli ospiti, sempre segnati da uno scatenato Pasquato, quello del 12′ con Basso 6′ dopo, quello del 34′ con Mancosu a inizio ripresa. Poi, però, gli ospiti vengono fuori e, nel giro di breve, debordano, con Politano al 53′ e Bjarnason al 61′. L’altro è quello del Lanciano che, in casa, strapazza il Catania, dimostrando che la cura Marcolin non ha dato, per ora, alcun frutto, con i siciliani dominati sotto ogni aspetto, primo fra tutti quello dei gol, con un secco 3-0 firmato Monachello, Gatto e Grossi. Così gli abruzzesi si stabilizzano in piena zona play off, mentre il Catania piomba, nuovamente, in zona retrocessione. In chiave spareggi da segnalare anche il pareggio nell’altro scontro diretto, tra Pro Vercelli e Avellino, che termina 1-1, con gli ospiti in vantaggio grazie ad un Castaldo in giornata di grazia che serve un assist al bacio a Regoli a metà secondo tempo e i padroni di casa costretti a recuperare nel finale con un Di Roberto che potrebbe anche essere prossimo partente.

SPICCA LA TERNANA – Tra gli altri risultati di giornata, tutti pareggi, spicca, quindi, la vittoria della Ternana sul Crotone, grazie ad uno scatenato Bojinov autore di una doppietta, con un gol all’inizio di ogni tempo, che abbatte le resistenze di un arrendevole Crotone, che solo nel finale segna il gol della bandiera con Padovan. Da segnalare il ritorno in campo, dopo 22 mesi, di Dianda, dopo il brutto incidente che mise a repentaglio carriera e deambulazione…conclusosi, tristemente, con un’espulsione per gioco scorretto all’ultimo minuto. Gli altri risultati, come detto, sono stati dei pareggi: l’1-1 tra Cittadella e Modena, caratterizzato dal vantaggio lampo del Modena con Schiavone, dal pareggio segnato a metà secondo tempo dal debuttante Kupisz, da un gol ingiustamente annullato ai veneti, ma, anche, dal ritorno in campo di Pierobon, a 45 anni, per difendere la porta del Cittadella al posto dell’influenzato Valentini; lo 0-0 casalingo del Bari con l’Entella, con i padroni di casa a cui non basta il nuovo acquisto Ebagua per scardinare la porta di un formidabile Paroni; lo scialbo 0-0 nello scontro tra i due peggiori attacchi della B, quelli di Latina e Vicenza.

RISULTATI – Ecco i risultati della 22^ giornata del campionato cadetto

BARI-ENTELLA 0-0

BRESCIA-FROSINONE 3-1 (7′ aut. Ciofani (F), 35′ Curiale (F), 53′ Corvia (B), 96′ Di Cesare (B))

CITTADELLA-MODENA 1-1 (7′ Schiavone (M), 65′ Kupisz (C))

LATINA-VICENZA 0-0

PRO VERCELLI-AVELLINO 1-1 (61′ Regoli (A), 85′ Di Roberto (PV))

SPEZIA-VARESE 1-1 (79′ rig. Falcone (V), 89′ Giannetti (S))

TERNANA-CROTONE 2-1 (5′ e 52′ Bojinov (T), 88′ Padovan (C))

TRAPANI-PESCARA 2-4 (12′ Pasquato (P), 18′ Basso (T), 34′ Pasquato (P), 46′ Mancosu (T), 53′ Politano (P), 61′ Bjarnason (P))

LANCIANO-CATANIA 3-0 (43′ Monachello (L), 53′ Gatto (L), 69′ Grossi (L))

CARPI-LIVORNO 1-2 (17′ Luci (L), 53′ Vantaggiato (L), 87′ Di Gaudio (C))

BOLOGNA-PERUGIA 2-1 (38′ Cacia (B), 79′ Sansone (B), 85′ Taddei (P))

CLASSIFICA – Di seguito la classifica dopo la 22^ giornata

Carpi 43, Bologna 37, Frosinone 34, Livorno 34, Spezia 34, Lanciano 33, Avellino 33, Pescara 31, Pro Vercelli 31, Trapani 30, Perugia 29, Modena 28, Ternana 28, Vicenza 28, Brescia 26, Bari 26, Virtus Entella 25, Varese 23, Latina 21, Catania 21, Crotone 21, Cittadella 20

Varese 3 punti di penalizzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *