Roma Empoli (2-1): un rigore dubbio regala ai giallorossi il passaggio del turno ai quarti di coppa Italia

Roma – In un Olimpico semivuoto per via del divieto di accesso in curva Sud ai non possessori della tessera del tifoso, la Roma passa il turno di coppa Italia solo ai supplementari e tra mille difficoltà. La squadra giallorossa scende sul terreno di gioco con la formazione tipo, a parte Cole che prende il posto di Holebas a sinistra e Manolas ancora fuori per precauzione. Totti si posizione dietro Destro con Iturbe libero di svariare su tutto il fronte l’attacco. L’Empoli viceversa si schiera in campo con alcune seconde linee, ma tiene bene il campo. I giallorossi al 4’ aprono subito le marcature grazie a un guizzo di Iturbe. L’Empoli non si scompone e al 79’ trova il pareggio con Verde che sfrutta un’indecisione del duo Astori Skorupski. I novanta minuti terminano in parità e si va ai supplementari. Tra la stanchezza generale e crampi vari, la Roma inizia a spingere con più convinzione e trova il gol vittoria con de Rossi sfruttando un rigore dubbio concesso dall’arbitro Di Bello. La partita termina tra i fischi dei tifosi evidentemente non soddisfatti della prova dei loro beniamini.

Lampo di Iturbe e partita sotto controllo – i giallorossi iniziano la gara come loro solito con un gran possesso palla anche se poco incisivo. De Rossi, migliore in campo insieme a Iturbe riporta ordine al centrocampo dopo l’assenza per squalifica a Palermo. La maggior parte delle azioni nascono da capitan futuro e allo stesso tempo alza un muro invalicabile davanti la difesa. Come dicevamo la Roma sblocca subito il risultato con Iturbe. L’Empoli al 9’ ribatte con Tavano, che ben imbeccato da Saponara, per lui si stratta di un ritorno a Empoli, sfiora la rete con un tiro che termina di poco a lato. Al 24’ Cole, dopo una rovinosa caduta dove sbatte violentemente la testa, è costretto a lasciare il campo di gioco e viene sostituito da Holebas. Al 30’ e 40’ Nainggolan calcia verso la porta ma con scarsi risultati. Il primo tempo termina col vantaggio giallorosso che pur non strafando tiene la partita sotto controllo senza correre particolari rischi.

roma empoli 2 1

Ritmi bassi e l’Empoli ne approfitta – nella ripresa i giallorossi partono forte e Destro, imbucato casualmente da Maicon, si trova solo davanti al portiere ma sciupa malamente calciando sopra la traversa. L’attaccante giallorosso prova a darsi da fare durante tutto l’incontro ma incide poco nella partita. Al 50’ il numero ventidue ci riprova con un tiro dal limite dell’area, ma Bassi è bravo a deviare in angolo. Si rivede l’Empoli al 56’ grazie a un tiro di poco alto del neo entrato Zielinski. Al 68’ Maccarone lascia il campo per Verdi. Sostituzione azzeccata, infatti, l’ex vivaio del Milan, al 79’ sigla il pareggio per i toscani proprio quando la partita sembrava destinata a terminare con la vittoria dei giallorossi. Nei minuti di recupero la Roma sfiora la rete del due a uno con un doppio tentativo di Iturbe, entrambi respinti egregiamente da Bassi. La Roma gioca ancora una volta a ritmi bassi a fronte di un Empoli ben organizzato in campo. Si va ai tempi supplementari.

roma empoli 2 1

L’arbitro regala un rigore alla Roma e passa il turno – il primo tempo supplementare inizia sulla falsa riga dei novanta minuti precedenti, dove la squadra giallorossa prova a spingere ma in modo sterile e con poca efficacia. Al 103’ occasione per la Roma con Iturbe che da calcio d’angolo colpisce il pallone di testa, ma l’ottimo Mario Rui salva miracolosamente sulla linea deviando il pallone in calcio d’angolo. All’ultimo minuto del primo tempo supplementare occasionissima per Ljajic, che solo davanti al portiere tira di poco al lato. Al 112’ arriva l’episodio decisivo. Dopo un batti e ribatti in area di rigore dell’Empoli, Zielinski contende un pallone a Paredes entrando in scivolata e colpendo la palla prima del calciatore argentino. L’arbitro senza indugi fischia a sorpresa calcio di rigore tra le proteste generali dei toscani. De Rossi è bravo a rimanere freddo e a spiazzare Bassi. A quel punto la partita sembra realmente conclusa, ma con la Roma dell’ultimo periodo mai dire mai e difatti Tavano, nell’ultima azione di gioco, si ritrova solo davanti a Skorupski ma il suo tiro è respinto con bravura dal portiere polacco. L’arbitro fischia la fine della partita e la Roma può ritenersi fortunata per il passaggio del turno, pur spendendo parecchie energie fisiche e nervose che potrebbero rivelarsi fatali a Firenze nel prossimo delicatissimo turno di campionato.

ROMA – EMPOLI 2 – 1 dts (1-1)

ROMA (4-3-3): Skorupski; Maicon, Yanga-Mbiwa, Astori, Cole (Dal 25’ Holebas); Pjanic (Dall’81’ Paredes), De Rossi, Nainggolan; Iturbe, Destro, Totti (Dal 67’ Ljajic 6). All. Garcia

EMPOLI (4-3-1-2): Bassi; Laurini (53’ Hysaj), Bianchetti, Barba, Mario Rui; Vecino, Signorelli, Laxalt; Saponara (Dal 56’ Zielinski); Tavano, Maccarone (Dal 69’ Verdi). All. Sarri

Arbitro: Marco Di Bello

Marcatori: 4’ Iturbe (R), 79’ Verdi (E), 113’ De Rossi (R)

Ammoniti: Bianchetti (E), Zielinski (E), Vecino (E), Laxalt (E)

MVP Sportmain: De Rossi (R)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *