Il Cagliari riprende a correre, Sassuolo KO; finisce 2-1 con tante emozioni

Watford v Yeovil Town - Sky Bet Championship

 

CAGLIARI- la cura-Zola comincia a fare effetto. Un Cagliari coperto, determinato e ben messo in campo, anche se (va detto) piuttosto falloso, ottiene 3 punti d’oro contro il lanciatissimo e talentuoso Sassuolo, che non riesce, nonostante nella ripresa schieri 4, e nel finale addirittura 5 attaccanti, a raddrizzare il match.  Zola gioca con una sola punta di ruolo, Longo, supportato da Joao Pedro, ottenendo cosi la superiorità numerica a centrocampo contro gli emiliani schierati col consueto 4-3-3. Il Sassuolo tiene di più il pallone, ma alla fine le occasioni migliori le hanno i sardi, che pressano alto e ripartono. E poi discutibile la scelta di Di Francesco, di inserire tanti attaccanti nel tentativo di recuperare, rimanendo in pratica senza centrocampo e rischiando più volte, nella ripresa,  di subire altri gol. Nel Cagliari, sugli scudi la coppia centrale Capuano-Rossettini.

PRIMO TEMPO- i neroverdi (oggi in maglia bianca) iniziano con un possesso palla costante ma sterile. Nel primo quarto d’ora non si vede un solo tiro in porta. Vrsaliko non arriva su un bel taglio di Sansone, poi lo stesso attaccante, imbeccato da Berardi, controlla male e conclude alto. Al 19’, alla prima azione vera, il Cagliari trova il vantaggio. Longo si vede deviare in angolo un colpo di testa, e sulla battuta Rossettini, con la difesa emiliana immobile, di testa trafigge Consigli. Quinto gol di testa subito dal Sassuolo in questa stagione, e tutti da azione d’angolo. Berardi ci prova due volte su punizione, la prima a giro esce di poco, la seconda è murata dalla barriera; tra le due conclusioni, Longo si libera sulla sinistra e il suo cross rasoterra è toccato da Consigli che evita cosi il tap-in di Joao Pedro. Longo si vede annullare un gol per evidente fuorigioco, poi si insinua tra i giocatori un po’ di nervosismo; volano alcuni cartellini gialli, testa contro testa tra Joao Pedro e Vrasilko, e il primo tempo finisce qui.

RIPRESA-DI Francesco scambia fascia ai due terzini; Vrsaliko passa a destra, Gazzola a sinistra. Gioco molto spezzettato, poi al 56’ Donsah vola sulla destra e serve Joao Pedro solo in area, ma l’attaccante centra la traversa. Floro Flores prende il posto di uno spento Sansone e Duje Cop di Longo, poi una bella girata del neo entrato esalta Brkic che devia in angolo. Un bel contropiede Joao Pedro-Cop-Ekdal viene neutralizzato in scivolata da Acerbi, poi il Sassuolo inserisce la quarta punta Floccari per Brighi. Capuano svirgola in area un cross di Vrasaliko rischiando l’autogol, poi, dopo l’ingresso di Sau per l’esausto Donsah, arriva il pareggio;  da calcio d’angolo, Missiroli di testa, Brkic respinge, e Acerbi al tap-in trova la deviazione in rete di Rossettini. Potrebbe essere la svolta in favore degli emiliani, invece la coppia centrale sassolese si fa di nuovo sorprendere: perfetto lancio di Dessena per Cop sul filo del fuorigioco, e tocco al volo imprendibile per Consigli, comunque piazzato male. Il Sassuolo si scopre ancor di più con l’entrata di Pavoletti per Magnanelli, e viene graziato in contropiede da Ekdal e Farias, prima dell’espulsione di Acerbi per doppia ammonizione, e  di un salvataggio sulla linea di Cannavaro sullo stesso attaccante brasiliano in pieno recupero. Finisce cosi, con Zola a festeggiare e il Cagliari che riprende coraggio; la salvezza non è più un miraggio.

PAGELLE

CAGLIARI

BRKIC- 6.5  gran parata su Floro Flores, per il resto poco impegnato

GONZALEZ- 7 imperioso e insuperabile sulla destra

ROSSETTINI- 6.5 ottimo in difesa e segna pure il gol dell’1-0

CAPUANO- 7 Zaza non la vede mai ed è principalmente merito suo

AVELAR- 6.5 limita Berardi e, nella ripresa, Vrasilko, non rinunciando a qualche sgroppata in avanti

DONSAH- 6 fisico e corsa prorompenti, da rivedere la tecnica (74’ SAU- sv)

CRISETIG- 6.5 buon punto di riferimento davanti alla difesa

DESSENA- 7 si propone sempre con precisione, la fascia di capitano lo esalta. Grandioso l’assist per Cop JOAO PEDRO- 6 gran pressing, ma la traversa è un gol sbagliato. Poco concreto  (67’ FARIAS- 6 buon impatto sul match, anche se si mangia un gol appena entrato)

EKDAL- 7 centrocampista completo, una conferma. Merita una grande IL MIGLIORE SPORTMAIN

LONGO- 5.5   fa un gran pressing sulle fonti di gioco emiliane, ma non tira mai in porta   (61’ COP- 7 un gol capolavoro e un talento da rivedere)

SASSUOLO

CONSIGLI- 5.5– salva su Farias, non colpe specifiche sui gol anche se sul secondo non è piazzato bene

GAZZOLA- 5.5 non combina granchè, né a destra né a sinistra

ACERBI- 5 dorme sul primo gol, mette lo zampino nel pareggio ma si fa sorprendere sul raddoppio e nel finale si fa anche espellere. Sempre in affanno

CANNAVARO- 5.5 mezzo voto in più del compagno per un salvataggio sulla linea nel finale

VRSALIKO- 6 spinge di più, ma non mette mai un cross come si deve

MAGNANELLI- 5.5  faticosa partita del capitano, circondato dai centrocampisti sardi (85’ PAVOLETTI- sv)

MISSIROLI-5 nel primo tempo invisibile, qualcosa in più nella ripresa

BRIGHI- 6 si sbatte ma è preso nella ragnatela rossoblu  (68’ FLOCCARI- 5 chi l’ha visto?)

BERARDI- 6 l’inferiorità numerica a centrocampo lo porta ad arretrare troppo, cosi non è pericoloso

ZAZA- 5 giornata no, ben contenuto dalla difesa del Cagliari

SANSONE- 5 impalpabile e sostituito nella ripresa  (61’ FLORO FLORES- 6 si procura un paio di palloni giocabili ma non trova la porta)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *