Il primo gol del Conejo ed è già festa, vince così il Verona di Mandorlini

saviola

Verona – Al Bentegodi termina 1 a 0 per i padroni di casa che, con il primo gol in Serie A dell’ex blaugrana Saviola, battono l’Atalanta di Colantuono. A segno l’argentino al 51′ su suggerimento di un ispirato Lazaros. L’Hellas conquista così 3 punti importanti in chiave salvezza con una diretta concorrente.

 

Primo tempo – La prima parte della gara è quasi tutta veronese. Il modulo dell’Hellas presenta la variabile Saviola, che è un po’ la mossa vincente di Mandorlini. L’argentino attacca tra le linee, un passo dietro a Toni, arretrando centralmente in fase difensiva. L’Atalanta è forse troppo rinunciataria dal punto di vista tattico: lascia spazi sulla trequarti agli avversari, per imbastire una doppia linea difensiva facendo spesso fatica a ripartire in contropiede. Questo crea non pochi problemi alla squadra di Colantuono, mai veramente vicina al gol nel primo tempo e quasi sempre in affanno in fase di impostazione. L’Hellas al contrario tenta svariate manovre nella metà campo avversaria, creando non poche occasioni. Soprattutto sono molto efficaci le incursioni laterali, con un ottimo Sala che mette diverse volte in difficoltà la difesa atalantina. Al 24′ la prima vera occasione per il vantaggio: Tachtsidis scodella una palla morbida per Saviola, che impatta di testa ma spedisce la palla tra le mani di Sportiello. Il risultato rimane bloccato per tutti i primi 45′.

18921534

L’ex Amburgo Jacopo Sala, ora centrocampista del Verona, classe ’91.

La ripresa – Il secondo tempo riparte senza nessun cambio tattico per entrambe le compagini e con una scintilla del Verona. Il giovane Sala crossa in mezzo all’area atalantina, ad un minuto dal fischio di Doveri, trovando un Toni sbilanciato, che in spaccata calcia poco lontano dal palo. La squadra di Mandorlini è ispirata e l’Atalanta si affossa tra le offensive veronesi: è il 51′ quando Lazaros, su rimessa vicino alla bandierina, passa su due uomini e scodella la palla del vantaggio. A firmarlo è Javier Saviola, che mette in rete il tanto atteso primo gol in Serie A. Per la formazione di Colantuono è quasi black-out, schiacciandosi sulla propria area con un baricentro molto basso per 5′ di inferno. Si cerca di riordinare la compagine atalantina al 58′, provandoci con Denis, murato da Moras.
L’Atalanta dopo la doccia fredda del gol si sbroglia un pochino, alzando il ritmo di manovra, alla ricerca del pareggio. Questo crea spazi che il Verona, più lucido ed efficace, sfrutta con contropiedi pericolosi. Sfiora infatti il raddoppio con un virtuosismo di Toni, che di tacco gira in porta il suggerimento di uno scatenato Sala. Ora la partita è aperta, ma la formazione atalantina non riesce a sbrogliare il bandolo della matassa, in funzione di un pareggio importante. Negli ultimi minuti gli attacchi a valanga della formazione di Colantuono mettono in difficoltà un Verona trincerato nella propria area. E’ infatti il minuto 87 quando Biava anticipa Sorensen di testa, sfiorando il pareggio. Ma la squadra di Mandorlini si fa trovare agguerrita e pronta nella difesa di un vantaggio meritato, fino al termine della gara, che comporta 3 punti preziosi in prospettiva salvezza.

 

VERONA – ATALANTA

MARCATORI: SAVIOLA (51′)

Arbitro – Daniele Doveri.

Hellas Verona (4-3-3): Benussi(6); Sorensen(6), Márquez(6 – al 45′ Marques 6), Moras(6,5), Brivio(5,5); Tachtsidīs(6,5), Hallfreðsson(6), Sala(7 – al 70′ Martic s.v. ); Saviola(7), Toni(6,5), Lazaros(6,5 – al 74′ Ionita s.v.).
A disp.: Rafael, Gollini, Nico López, Gómez Taleb, Ionita, Marques, Valoti, Campanharo, Agostini, Martić, Fares, Nenê.
All.: Andrea Mandorlini.

Atalanta (4-4-2): Sportiello(5,5); Bellini(5,5), Biava(6), Stendardo(6), Del Grosso(5,5 – al 63′ D’Alessandro s.v.); Zappacosta(6), Carmona(6), Cigarini(5,5 – al 59′ Baselli s.v.), Moralez(6); Denis(5,5 – al 75′ Gomez s.v.), Pinilla(6).
A disp.: Avramov, Scaloni, D’Alessandro, Migliaccio, Bianchi, Alejandro Gómez, Baselli, Rossetti, Benalouane, Molina, Grassi, Boakye.
All.: Stefano Colantuono.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Saviola (7) – E’ lui il match winner della giornata. Presenza non sempre eccellente, forse un po’ opaca per la prima parte della partita, ma a lui si può perdonare, contando che i minuti giocati quest’anno dall’inizio non sono stati tanti. E’ il suo primo gol nella massima serie della Penisola; ci ha fatto aspettare un po’, ma finalmente è arrivato. El Conejo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *