Di Natale e Widmer legittimano l’Empoli. Stramaccioni può sorridere

Stramaccioni Udinese

EMPOLI – Una bella vittoria quella dell’Udinese che al Castellani batte l’Empoli (2-1) e ritorna di prepotenza a contendersi un posto per l'”europetta”. Di Natale sblocca, Saponara pareggia con un rigore molto discusso e Widmer la chiude.

I GOL CHE T’APETTI – Sarri si affida al 4-3-1-2 con l’ex Milan Saponara sulla trequarti a servizio di Pucciarelli e Mcedlidze. 3-5-2 per i bianconeri che in avanti fanno affidamento a Thereau e Di Natale. I toscani partono forte. Mcedlidze ci prova su calcio piazzato, ma non inquadra la porta difesa da Karnezis. Ribaltamento di fronte e punizione interessante anche per i friulani, ci prova Di Natale, si salvano gli uomini di Sarri. L’Udinese insiste e al 19′ passa: cross di Allan, raccoglie Di Natale che di testa spedisce alle spalle di Sepe. Nono gol per il centravanti trentasettenne, il terzo tra andata e ritorno all’Empoli (squadra che nel lontano 1999 lo lanciò in serie A). Empoli che non ci sta e riprende in mano il gioco. Gran rotazione di palla ed intenso possesso che al 37′ premia i biancoazzurri: fallo di mano di Danilo in area che consegna a Saponara l’occasione dagli undici metri. L’ex Milan non sbaglia e fa 1-1. Pareggio meritato.

di natale

VALE ORO – Nella ripresa l’Empoli riparte all’attacco. Merito di uno scatenato Mcedlidze che semina il panico nella retroguardia ospite, ma non trova il guizzo giusto per colpire. Guizzo giusto che spetta dall’altra parte a Widmer bravo a liberarsi al limite dell’area e a siglare il nuovo vantaggio. Mister Sarri prova a spronare i suoi, l’Udinese dal canto suo appare più attenta e non concede grossi spazi. Girandola di cambi alla mezzora: Maccarone e Verdi rimpiazzano Mcedlidze e Saponara, mentre Stramaccioni lancia Bruno Fernandes al posto di uno stanchissimo Di Natale e Hallberg per Guilherme. Ma, nel bene e nel male, a rendersi protagonista è Kone, prima con un’ottima accellerazione culminata con un tiro di poco largo oltre il palo destro e poi con un brutto fallo che gli costa il secondo giallo e la successiva espulsione. Nonostante la superiorità numerica i toscani non riescono a ristabilire la parità. Vittoria fondamentale per i bianconeri che scavalcano Milan e Inter in classifica e tornano a sperare, o sognare che dir si voglia, in un piazzamento valido per l’Europa. All’Empoli non basta più il bel gioco e la zona calda incombe.

TABELLINO

Empoli (4-3-1-2): Sepe 5,5; Hysaj 6, Tonelli 5 (44′ Barba 6), Rugani 6,5, Mario Rui 6, Vecino 6,5, Valdifiori 6, Croce 6; Saponara 6,5 (67′ Verdi 6); Mcedlidze 6 (63′ Maccarone 5,5), Pucciarelli 6. All. Sarri

Udinese (3-5-2): Karnezis 6; Piris 6, Danilo 6, Heurteaux 6,5; Widmer 7, Allan 7, Guilherme 5 (68′ Hallberg 5,5), Kone 5, Pasquale 6; Thereau 6, Di Natale 7 (68′ Bruno Fernandes 6). All. Stramaccioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *