Serie B, mercato: il Bologna prepara la A, ma anche le altre non stanno a guardare, il Catania smobilita la colonia argentina e il Bari sogna Cassano

BOLOGNA, MERCATO DA SERIE A – Il titolo di regina del mercato, neanche a dirlo, non può che essere assegnato al Bologna, che sta costruendo un’autentica armata con una prospettiva che pare andare già oltre la promozione, allestendo una rosa da Serie A. E non sembra intenzionata a fermarsi fino all’ultimo giorno disponibile. Alle operazioni concluse nelle scorse settimane, di cui si è parlato nelle puntate precedenti, e che hanno portato già i loro risultati, con le due importanti vittorie in altrettante partite del girone di ritorno, che hanno avvicinato i felsinei alla testa della classifica, se ne sono aggiunte altre in questi giorni di estrema rilevanza. Prima fra tutte l’arrivo di Mancosu alla corte di Lopez direttamente da Trapani. Anche se l’attaccante non è ancora stato devastante come la passata stagione, il suo arrivo aggiunge una bocca da fuoco importante all’attacco rossoblu, che quest’anno ha già, comunque, messo a segno 10 reti. Assieme a lui, dall’Inter, arriva il giovane difensore Ibrahima Mbaye, in prestito con obbligo di riscatto dall’Inter, che quest’anno è già stato impiegato in diverse partite in massima serie. Preso anche il giovane attaccante Domenico Vitale, classe ’97, dal Catanzaro. E’ poi praticamente fatta anche per Nenad Krsticic, per cui Corvino, che è tornato a gran voce ad essere uno dei re del mercato, sta definendo il passaggio in prestito dalla Samp e pare in chiusura anche la trattativa che porterà in Italia il giovane talento Marko Pjaca, trequartista classe ’95 della Dinamo Zagabria, autore di una tripletta al Celtic in Europa League. E, ovviamente, gli emiliani non sono intenzionati a mollare la pista Gastaldello, con cui c’è già un accordo con i blucerchiati, che prima ,però, vorrebbero trovare un sostituto. Sempre dalla stessa squadra, interesse per Fabrizio Cacciatore, che, però, è molto appetito anche dal Verona. Poi, ovviamente, è indispensabile lavorare anche in uscita. Ceduto in prestito il portiere Dejan Stojanovic al Crotone, l’attaccante Tommaso Dolcini in prestito al Modena e Yainsien all’Arezzo, altri in imminente uscita sono: innanzitutto Acquafresca, che potrebbe fare la strada inversa di Mancosu, ma su cui c’è l’interesse anche del Bari; Pazienza, che ormai non compare più nella lista dei convocati, appetito da Torino, Cesena e Vicenza; il difensore Mathias Abero, ad un passo dal Varese; il difensore Rafa Paez, in prestito in Emilia dal Liverpool, dovrebbe passare al Frosinone; Radakovic, vicino all’Alto Adige; Ruben Bentancourt, destinato a trovare poco spazio nell’attacco stellare di Lopez, con probabile destinazione Catanzaro; Paponi, che gioca al momento nell’Ancona, nel mirino di Cittadella e Varese.

Image and video hosting by TinyPic
Mancosu, il nuovo super acquisto in casa rossoblu

MERCATO IN SALSA PLAY OFF – Ma anche le altre squadre impegnate nella lotta promozione non stanno a guardare e, seppur con mercati meno sfarzosi, cercano di dare un giusto equilibrio alla propria rosa per la volata finale. Innanzi tutto il Carpi, che dopo il passo falso alla prima giornata, pare essersi ripreso, ma che, ovviamente, vuole resistere agli assalti della corazzata rossoblu. E lo fa assicurandosi un pezzo di categoria superiore, bruciando la concorrenza di diverse squadre, ovvero Salvatore Molina, ala dell’Atalanta, nel giro dell’Under 21. E, sempre dall’Atalanta, arriverà anche un centrocampista di prospettiva, Mario Pugliese, classe ’96. Dal Torino arriva, poi, il fantasista Francesco Tahiraj, classe ’96. Tra le trattative in corso, invece, quella per il giovane attaccante Emanuele Rovini, dall’Empoli. Il Livorno annuncia l’arrivo del portiere Elia Antonio Bastianoni, in prestito dal Varese, e quello, sempre in prestito, di Leonardo De Paula Ribeiro, dalla Fiorentina, dove ha giocato nella formazione Allievi. Il Frosinone, oltre al suddetto possibile arrivo di Rafa Paez, lavora in uscita, con il centrocampista Daniele Altobelli che dovrebbe lasciare il club, con destinazione Pisa. Lo Spezia, pur non volendo (e non avendo bisogno di) fare le solite rivoluzioni, è molto attiva per consegnare a Bjelica la miglior rosa possibile per continuare a far sognare i tifosi con una lotta d’alta classifica. A questo proposito paiono vicine le chiusure delle operazioni per il ritorno in maglia bianca di Bianchetti, difensore, nazionale U21, che in maglia bianca nella scorsa stagione fece molto bene e che in questa sta trovando pochissimo spazio con la maglia dell’Empoli, Racine Coly, terzino senegalese del Brescia che i liguri seguono da diverse settimane e che sarebbe d’accordo per il trasferimento, e Robert Kristo, attaccante di peso proveniente dai campionati dei college americani. Sempre riguardo all’attacco, poi, reparto da rinfoltire dopo la partenza di Ebagua e dopo il fallimento della trattativa per Topcagic, forte è l’interessamento per Nenè del Verona, dove sta trovando pochissimo spazio, per cui, però, c’è da vincere la concorrenza del Bari. Intense le trattative con il Cesena per Emmanuel Cascione, di cui, però, il Cesena sarebbe poco propenso a privarsi e, per cui, ci sarebbe l’interessamento anche di Catania e Livorno, e Giuseppe De Feudis, su cui lo Spezia potrebbe ripiegare in caso di fallimento con il primo, senza rinunciare a provare anche per il centravanti Milan Djuric. Per la difesa, invece, oltre al suddetto Bianchetti, si sonda per altri difensori, oltre a Terzi, già seguito nelle scorse settimane, e più precisamente Ahmed Hegazy della Fiorentina e Guillermo Rodriguez del Verona. Con i viola si intavolerà anche un discorso per il centrocampista Andrea Lazzari, che potrebbe, però, tornare a Cagliari. In uscita, archiviato, probabilmente, il file Gagliardini, che, dopo la bella prova di sabato, coronata anche dal gol del pareggio a Frosinone, è tornato nelle grazie di Bjelica e pare destinato a proseguire in maglia bianca, trova, invece, termine la lunga telenovela di Ardemagni, con il giocatore che sarà ceduto al Perugia appena arriverà l’ok dell’Atalanta, società proprietaria del cartellino. Per finire, il Lanciano ha acquistato l’attaccante classe ’93 Elio De Silvestro dalla Juventus.

Image and video hosting by TinyPic
Chiusa la breve esperienza di Ardemagni allo Spezia, ora in direzione Perugia

IL VICENZA CI CREDE – Tra le altre squadre coinvolte nella lotta per un posto nei play off, una delle più attive è sicuramente il Vicenza, i cui buoni risultati delle ultime giornate hanno portato alla soglia della zona spareggi. Una delle prime ricerche riguarda il portiere. In tal merito è avvenuto lo scambio con il Teramo, con il portiere Federico Serraiocco che va in Veneto, mentre percorso inverso fa il pari ruolo Andrea Cappa, ma, dopo aver mostrato interesse per Luca Lezzerini della Fiorentina e Vincenzo Fiorillo, attualmente al Pescara, in queste ore pare essersi avvicinato moltissimo alla chiusura con il Perugia per Koprivec, vincendo la concorrenza di Novara e Latina. Per l’attacco, invece, archiviato positivamente l’arrivo di Petagna, gli occhi sono su Riccardo Improta, punta del Bologna, ma di proprietà del Genoa, che, però, le ultime voci vorrebbero non più così sicuro partente. In uscita potrebbero esserci pezzi pregiati, come Giovanni Sbrissa, entrato nelle mire del Sassuolo, con cui la società veneta ha ottimi rapporti dopo la conclusione dell’affare Manfredini, ma anche l’esterno austriaco classe ’93 Srdjan Spiridonovic, che sembrerebbe destinato alla Lega Pro. Il Trapani, che deve assolutamente dare una svolta alla stagione, che negli ultimi incontri l’ha vista pian piano scivolare fuori dalla zona play off, tra i fischi dei propri tifosi, ha preso in prestito dall’Empoli, il difensore Romano Perticone e dal Palermo, sempre in prestito, Milan Milanovic, vincendo la concorrenza di diverse squadre, prima fra tutte lo Spezia. Molto forte, invece, il pressing sul Bari per Francesco Caputo, ma le resistenze del club pugliese sono molto alte, e sulla Ternana per Fabio Ceravolo, considerata una prima scelta per sostituire Mancosu. Seguito anche Matti Lund Nielsen del Pescara, sulle cui tracce ci sono anche il Latina e la Cremonese. In uscita potrebbe esserci Enis Nadarevic, fortemente cercato in Inghilterra dal Leyton Orient, disposto a fare un investimento importante per il suo arrivo, mentre è sicura la partenza di Antimo Iunco, ceduto all’Alessandria dopo essere finito ai margini dell’attuale rosa. Il Pescara ufficializza l’arrivo di Fornasier, in prestito, dalla Sampdoria, e quello di Pablo Moreira Barbosa, punta brasiliana del Deruta. La Pro Vercelli comunica l’acquisto di due giocatori lituani: l’attaccante Edgaras Dubickas, proveniente dall’F.K. Svyturys, e il centrocampista Linas Megelaitis. Intanto cede in prestito al Como l’esterno Andrea Marconi. Il Perugia è sulle tracce del centrocampista Alessio Sestu del Brescia, ma di proprietà del Chievo, su cui però si muove anche l’Avellino.

Image and video hosting by TinyPic
Milanovic in arrivo da Palermo per il Trapani

IL CATANIA SEMPRE MENO ARGENTINO – Il Catania deve necessariamente svoltare per salvare la stagione, e l’impegno sul mercato è quindi frenetico per offrire a Marcolin una rosa all’altezza e, sicuramente, il recentissimo risultato positivo della squadra, motiva ancor di più gli operatori di mercato, confermando la bontà del loro lavoro. Dal Cesena arriva, in prestito, Antonio Mazzotta. Il resto, però, dei movimenti in entrata è, soprattutto, condizionato dal principale movimento in uscita concretizzatosi in settimana, ovvero il passaggio del portiere Alberto Frison alla Samp. Così i siciliani sono alla ricerca di un portiere: sondato Gillet del Torino, anche se, in realtà, le ultime prestazioni di Terracciano avrebbero convinto la società verso una sua conferma come primo portiere, orientando la ricerca su un valido secondo, per il cui ruolo si sta parlando con il Cesena per uno tra Bressan e Agliardi. Per l’attacco il nome nuovo è quello di Valerio Rosseti, giovane in prestito dalla Juventus all’Atalanta. In uscita continua, invece, lo sfoltimento della colonia argentina. Gino Peruzzi, ad esempio, è un nuovo giocatore del Boca Juniors, con cui ha firmato un contratto di 4 stagioni  seguito da Monzon, che va, invece, in prestito, ma anche Calello e Sauro, arrivati ad inizio stagione con un buon curriculum alle spalle, ma che fin qui hanno molto deluso, potrebbero tornare in patria, con il primo che potrebbe andare al Quilmes. Vicino alla cessione in Argentina anche Sebastian Leto, seguito da Lanus, Racing e Avellaneda. Destinato, invece, a restare Spolli, per cui, nei giorni scorsi, è arrivato il rifiuto all’offerta del Milan. Altro probabile partente, infine, anche se non fa parte della colonia albiceleste, è l’albanese Edgar Cani, appetito da Bari e Latina, ma che sembrerebbe vicino ad essere ceduto al Leeds. Tra le altre squadre impegnate nella lotta salvezza, il Varese ha, di fatto, chiuso per Mark Romano Birighitti, portiere australiano classe ’91 con passaporto comunitario, mentre è in attesa delle risposte per tre richieste fatte al Cagliari: il portiere Colombi, il difensore Benedetti e l’attaccante Capello. In uscita Nicola Cornacchia, ceduto in prestito al Savoia, e i due giocatori Krisztian Tamas e Bruno Pektovic, in prestito, rispettivamente, da Milan e Catania, che, non rientrando nei piani della società, dovrebbero tornare alle rispettiva case madri. Il Latina ha messo a segno un colpo in attacco, acquisendo, in prestito, le prestazioni dell’attaccante marocchino Soufiane Bidaoui del Parma. mentre sembra a termine l’avventura in nerazzurro di Sforzini, per cui si sarebbe mosso il Varese. Il Crotone prova l’assalto a Gianmario Comi, centravanti dell’Avellino, ma di proprietà del Milan. Il Cittadella, infine, comunica la cessione di Antonio Palma al Feralpisalò.

Image and video hosting by TinyPic
La colonia argentina si assottiglia, ma per Spolli arriva il no al Milan

BARI, SOGNO CASSANO – Dopo la rescissione dal Parma, a Bari si sogna il ritorno a casa del genietto locale, quel Cassano che in questi giorni è diviso fra l’attesa di proposte e ipotesi di ritiro, ma non ha di certo chiuso la porta. Intanto, però, si lavora concretamente per l’arrivo di un altro figliol prodigo, ovvero Bellomo dal Chievo, squadra nella quale ha trovato, fin qui, poco spazio, ma che Maran vorrebbe trattenere. Si prova ancora anche per Di Cesare del Brescia, anche se la pista sembrava essersi raffreddata, che dovrebbe andare a coprire la partenza quasi certa di Contini, sulle cui tracce ci sono Latina e Catania. Il Nacional Montevideo ha, invece, fatto muro contro la cessione di Polenta, mentre non sembra esaltare la pista Uvini, di ritorno a Napoli dal Santos. In prestito dal Torino arriva Nicholas Lentini, figlio del celebre Gianluigi, Primavera granata, e, per un giovane che arriva, un giovane potrebbe partire, visto che il Primavera barese Giuseppe Scalera piace a diversi club di Premier, Arsenal su tutti. Tutto fatto, invece, per il triplo scambio tra pugliesi e Virtus Entella: in biancorosso arriva il difensore Leandro Rinaudo, mentre strada opposta compiono il difensore Alessandro Ligi, al centro di diverse trattative nelle scorse settimane, e l’attaccante Antonio Rozzi, entrambi in prestito. I liguri, intanto, chiudono per Nicola Ferrari, l’attaccante del Modena, che a breve dovrebbe formalizzare l’accordo e che non sarà l’unico partente dalla casa gialloblu, accompagnato anche da Alessandro Gatto, che tornerà al Verona, e Vykintas Slivka, che tornerà alla Juve. In Emilia arriva invece, dall’Atalanta, ma di proprietà della Juventus, il ventunenne centrocampista Leonardo Spinazzola. Infine il Brescia, che comincia a navigare in acque societarie migliori, prova a trattenere Di Cesare e Olivera e, intanto, si interessa a Victor Da Silva, ventenne talento brasiliano del Chievo, in prestito al Pescara. In uscita riceve la corte del Fulham per Ismail H’Maidat, giovane talento del centrocampo lombardo, che sembrerebbe interessato al trasferimento.

Image and video hosting by TinyPic
Cassano, il sogno di Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *