Inter, Mancini: “Positivo per il futuro. Cassano? Siamo concentrati su altre posizioni”

Appiano Gentile – Il calciomercato è ai titoli di coda, domani c’è il Sassuolo e l’Inter non può permettersi di sbagliare. Mancini ha il suo bel da farsi alla vigilia della partita con gli emiliani, battuti all’andata con un roboante 7-0. Ballottaggio Obi-Donkor sulla destra, Shaqiri potrebbe esordire dal 1′.

BANCO DI PROVA – La beffa all’ultimo secondo rimediata contro il Torino non è stata ancora digerita dai nerazzurri, che domani cercheranno il riscatto contro il Sassuolo. Mancini non si fida dell’avversario: «Sono bravi, giovani, giocano sempre al massimo, la squadra sta facendo bene. Sarà una gara aperta perché non staranno dietro a difendersi. Sono bravi, giovani, giocano sempre al massimo, la squadra sta facendo bene. Sarà una gara aperta perché non staranno dietro a difendersi». Causa squalifiche ed infortuni, il Mancio dovrà rivedere il reparto arretrato: «Abbiamo un po’ di problemi con i difensori perché molti sono infortunati. Speriamo di recuperare Ranocchia, con i terzini siamo un po’ messi male ma qualcosa faremo». Nelle ultime due partite, l’attacco è rimasto all’asciutto, facendo registrare uno 0 alla voce dei gol fatti. Domani l’Inter spera di ritrovare la vena realizzativa di Icardi: «Ci sono molti giocatori considerati fortissimi da giovani ma poi per un motivo o l’altro si fermano. Lui ha grandi qualità, deve lavorare molto e può migliorare. Dipende solo dal giocatore se vuole alzare l’asticella e diventare un grandissimo attaccante o meno. Per farlo deve lavorare molto ma è molto giovane. A volte può fare bene, altre meno. Ma col lavoro può diventare un grande attaccante». Con i nuovi innesti di qualità, l’Inter vuole invertire il trend semi-negativo della prima parte di stagione: «Dobbiamo cercare di migliorare le prestazioni e avere un briciolo di fortuna ogni tanto. Speriamo di fare bene a Sassuolo ma non sarà facile perché loro stanno facendo un gran campionato. I ragazzi sono migliorati ogni partita anche se le vittorie sono state poche. Sono positivo per il futuro ma in ogni partita spero si possa migliorare ancora di più».

FANTANTONIO – Dopo aver rescisso il contratto con il Parma, Cassano è libero di accasarsi dove vuole. Tra le possibili destinazioni, c’è anche l’Inter di Mancini, che però smentisce qualsiasi possibile trattativa: «Noi sinceramente non ne abbiamo mai parlato perché è una cosa successa pochi giorni fa. In questo momento noi siamo concentrati su altre posizioni e vediamo cosa potremo fare». Data quasi per certa la partenza di Osvaldo, i nerazzurri sono alla ricerca di un nuovo attaccante di peso che possa adattarsi al nuovo 4-2-3-1 dell’allenatore: «ll problema non è Cassano o Balotelli o tutti e due insieme. Il problema – ha aggiunto il tecnico – è che il mercato di gennaio non è così semplice ed è difficile trovare qualcuno che possa cambiare la squadra. A volte è meglio prendere qualcuno più giovane che magari non è utile subito ma in futuro sarà un titolare. Il club sta lavorando e bene, cercheremo di fare qualcosa nelle zone dove siamo più scoperti». Chiari gli obiettivi di mercato: «Abbiamo bisogno di un difensore centrale e di un centrocampista. La rosa deve essere più completa, ci mancano più elementi in quelle zone che in attacco. Rhodolfo? «Lo seguo da molti anni. Prima di prendere un attaccante abbiamo bisogno di altro».

LA PROBABILE FORMAZIONE – Mancini deve rinunciare ai vari Nagatomo, Jonathan, D’Ambrosio, Andreolli, Juan Jesus e Campagnaro, oltre al discusso Osvaldo. Ranocchia affiancherà Vidic al centro della difesa, con Dodò sulla sinistra e Obi sulla fascia opposta. In mezzo al campo Medel torna dopo il turno di squalifica, con Guarin in vantaggio su Kuzmanovic. Irremovibile Icardi, alle sue spalle Podolski, Kovacic e la tentazione Shaqiri (Palacio in panchina).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *