Mattia Destro: ecco il “vero nove” del Milan

Mattia-Destro-AC-MilanOdi et amo. Non ci sono parole più adatte per descrive il rapporto che in questo momento c’è tra l’ad rossonero, Adriano Galliani, e i tifosi. Criticato, messo in dubbio, contestato, eppure Galliani esce sempre vittorioso dal mercato. Questa volta non ha cercato il parametro zero, ma ha lavorato, trattato e vinto la resistenza della Roma per arrivare a Mattia Destro. E i tifosi? Incoerenti con le loro stesse prese di posizione, sorridono al colpo di mercato del buon vecchio Galliani. L’arrivo di Destro non cancella i malumori, ma almeno evidenzia l’impegno della società per cercare di superare la crisi.
Una folla di tifosi curiosi, ha accolto il centravanti alla stazione Centrale di Milano, che si è detto entusiasta della nuova avventura.
Il Milan lo corteggiava sin dall’apertura del mercato di riparazione, ma è stato l’infortunio di El Shaarawy ad accelerare l’operazione. Inzaghi dovrà cambiare modulo, ora che ha di nuovo, non un falso, bensì un vero nove, perché questo è il numero scelto dal giocatore. Poco usato da Garcia, nonostante l’ottima media gol, ha voglia di riscattarsi e segnare in tutti i modi, come è capace di fare. Destro è pronto a ricalcare le orme di mister Inzaghi e diventare il nuovo avvoltoio dell’area di rigore. Pippo dovrà cambiare tanto del suo Milan, a partire dal modulo, in pole il 4-4-2, che piace tanto a Berlusconi: in attacco la coppia di ex giallorossi Destro-Menez, supportati dagli esterni offensivi di centrocampo, due tra Bonaventura, Cerci e Honda, ma non è da escludere che possa provare a farli convivere tutti insieme nel 4-2-3-1.

Già contro il Parma Inzaghi potrebbe schierare il neo acquisto rossonero dal primo minuto, sperando che possa subito lasciare il segno e sfatare la tanto temuta maledizione dei numeri nove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *