Milan-Parma 3-1, le pagelle: pur faticando contro gli emiliani, i rossoneri tornano a vincere

DIEGO LOPEZ 7 – Compie un vero e proprio miracolo quando Rami decide di voler driblare a 3 metri dalla linea di porta. È l’unica vera nota positiva della stagione rossonera. SICUREZZA.

ZACCARDO 6,5 – Contro la sua ex squadra il difensore rossonero, finito quasi nel dimenticatoio, gioca una buona partita, spingendo sulla fascia e trovando il gol del 3-1, che chiude il discorso e regala questi 3 punti fondamentali al Milan. BENTORNATO

RAMI 3 – Il tentato dribbling dentro l’area piccola di rigore dice tutto. Tipo che quest’uomo, per citare Billy Costacurta, “ha seri problemi mentali”. BOH.

ALEX 6 – Deve coprire anche le lacune del suo compagno di reparto e ci riesce senza troppi patemi d’animo. CERTEZZA.

BOCCHETTI 6 – Buon esordio per il ragazzo che torna dalla Russia con furore. BENTORNATO PARTE 2.

HONDA 6 – Forse ha ancora il fuso orario e in fase offensiva si perde un pò, ma accende i tifosi trovando un paio di recuperi di palla in mezzo al campo come il miglior Gattuso. SAMURAI.

POLI 6 – Corre e lotta in mezzo al campo, facendo tanta legna. POLMONI D’ACCIAIO.

VAN GINKEL  4 – Non pervenuto per tutti i primi 45 minuti, Inzaghi lo lascia negli spogliatoi all’intervallo chiedendosi se mai fosse entrato in campo al fischio dell’arbitro. EVANESCENTE. (dal 1’ s.t. ESSIEN 5 – Cerca di scartare tutta la difesa emiliana e i tifosi si stanno ancora adesso chiedendo il perché lo abbia fatto, perdendo palla e lanciando in contropiede gli attaccanti del Parma. Gli va bene che non ne approfittano, altrimenti le valigie fuori da Milanello erano già pronte. DISASTRO)

CERCI 6 – Tolta l’accelerazione che porta al gol di Menez, l’esterno rossonero combina poco o nulla. Era andato nel calcio che conta e non giocava, ora che dovrebbe spaccare le partite in due sembra un giocatore qualunque. ALA SPEZZATA.

DESTRO 6 – Tanta volontà e qualche buon movimento in attacco, ma chiaramente non si poteva chiedere di più all’attaccante appena arrivato dalla Roma. L’intesa con i compagni arriverà. BUON ESORDIO. (dal 28’ s.t. MUNTARI SV – Ah, è entrato?)

MENEZ 7 – Bene la doppietta. Bene il suo score nel Milan, con 12 gol in 21 partite. Ma passare la palla, per sbaglio, ogni tanto? VENEZIA ALTA PROPRIO. (dal 36’ s.t. PAZZINI SV – Entra giusto per sudare un po’ e scroccare un’altra doccia al Milan, visto che farebbe meglio a cercare nuovi lidi per poter giocare con continuità.

All.: FILIPPO INZAGHI 5 – Toglie Destro per inserire Muntari contro l’ultima in classifica, che ha problemi societari ed è già praticamente retrocessa. Ma cosa gli passa per la testa??

PARMA 7 – Dare un voto singolo ai giocatori del Parma non sembra corretto. La situazione societaria è davvero disastrosa e, togliendo i calciatori, tutti coloro che lavorano per questa società non vengono pagati e devono andare avanti senza poter contare sui mille euro al mese che dovrebbero essere la paga base. I giocatori, che devono appunto giocare e vivere il calcio come uno sport, hanno onorato la maglia anche stasera, con dignità e impegno, ma di più francamente non si può chiedere. Il voto è l’augurio che la società Parma possa riprendersi, sanare i debiti e tornare a gioire o essere triste semplicemente per i risultati sportivi e non per i problemi finanziari. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *