Serie B, mercato: tutte le ultime operazioni concluse, dal mercato da A del Bologna, al nuovo Catania, dalle rivoluzioni dello Spezia al nuovo attacco del Latina

A calciomercato ufficialmente chiuso, vediamo tutte le operazioni portate a termine nell’ultima settimana di contrattazioni.

LE REGINE DEL MERCATO – Indubbiamente la padrona assoluta del mercato è stata il Bologna, come più volte ripetuto, con il suo faraonico mercato, già proiettato alla categoria superiore, e che, portando a 4 le vittorie consecutive in campionato, sta, evidentemente, dando i suoi frutti. I felsinei non hanno voluto risparmiarsi neanche nell’ultima settimana, portando a termine due operazioni importantissime su cui lavoravano da diverso tempo, ovvero l’arrivo di Gastaldello, a titolo definitivo, e Krsticic, in prestito con opzione sull’acquisto, dalla Sampdoria. A margine di queste operazioni così importanti anche due acquisti in prospettiva, due giovani molto promettenti: Alberto Rizzo, terzino diciassettenne, dal Trapani e Evans Olsen, centrocampista classe ’97 dalla Juve Stabia. L’unica operazioni in uscita è stato il raggiungimento dell’accordo con il Liverpool per la risoluzione del rapporto con il giocatore Rafael Paez. L’altra protagonista del mercato di riparazione è stata, senza dubbio, il Catania. I pessimi risultati del girone d’andata rendevano necessaria, sicuramente, una scossa. A darla è arrivato il nuovo tecnico Marcolin, che, come prima richiesta, ha voluto vedere facce nuove sul campo, a cominciare dalla cessione di quasi tutta la colonia argentina della società siciliana. Alle uscite riferite nelle scorse settimane, si sono aggiunte la definizione del ritorno di Leto al Lanus, in prestito con diritto di riscatto e la rescissione consensuale del contratto con Adrian Calello. Ovviamente non solo argentini in uscita, perché in settimana si è definito anche, come era già nell’aria da diversi giorni, la cessione, in prestito, di Edgar Cani al Leeds United e quella, sempre in prestito, di Marti Riverola al club austriaco dell’Altach. Invece, per quanto riguarda le operazioni in entrata, a quelle fin qui messe a segno, si è andato ad aggiungere l’acquisto a titolo definitivo del portiere Gillet. Anche in questo caso il mercato ha dato, fin da subito, i suoi frutti, con i siciliani che hanno messo a segno una doppietta di vittorie, in cui protagonisti sono stati proprio gli ultimi acquisti, con Maniero autore di un gol a partita e Gillet assoluta saracinesca nella partita di sabato. Anche per i catanesi, poi, un acquisto in prospettiva, con l’arrivo di Emil Rafael Licu, esterno mancino classe ’97, proveniente dal F.C. Viitoriul.

Image and video hosting by TinyPic
Gastaldello, nuovo sontuoso acquisto del Bologna

LA RIVOLUZIONE INFINITA DELLO SPEZIA – Tra le squadre impegnate a duellare col Bologna nella lotta per la promozione, una delle più attive in questa sessione di mercato è stato, senza dubbio, lo Spezia. Benché da più parti si ritenesse che la società, avvezza a rivoluzioni epocali in ogni sessione di calciomercato, questa volta, visti i buoni risultati, avrebbe pensato solo alla rifinitura, alla fine, invece, sul Golfo si son di nuovo cambiate le carte in tavola con cessioni importanti e inaspettate ed acquisti di un certo livello. Diverse le operazioni in entrata, infatti, anche in questa ultima settimana. Su tutte l’arrivo dal Verona, in prestito, di Nenè, l’attaccante brasiliano ex Cagliari, a colmare il vuoto in attacco lasciato dalla partenza di Ebagua, e il ritorno, sempre in prestito, di Bianchetti, capitano dell’Under 21, in forza all’Empoli a inizio stagione, che con lo Spezia aveva già giocato, con ottimi risultati, nel finale della scorsa stagione. Ma non sono da sottovalutare neanche le altre operazioni che vedono l’arrivo, in prestito dal Palermo, di Claudio Terzi e, sempre in prestito, stavolta dal Verona, con il placet dell’Aston Villa, del difensore laterale spagnolo, classe ’91, Antonio Luna Rodriguez, oltre che l’acquisto dall’Osasuna del centrocampista Miguel Angel de las Cuevas. Anche in questo caso un’operazione per il futuro: l’acquisto di Ventsislav Hristov, proveniente dal Metalurg Donetsk, che si trasferirà subito al Rijeka, prima di approdare in maglia bianca la prossima stagione. Unica operazione in uscita, nell’aria da diverso tempo, il passaggio di Ardemagni al Perugia, in prestito dall’Atalanta, proprietaria del cartellino. Mercato di livello, i cui risultati, però, sono ancora da valutare visto che nelle non esaltanti prestazioni dello Spezia di questo periodo, i nuovi giocatori sono stati utilizzati col contagocce o non sono proprio scesi in campo. Anche il Frosinone prova, con il mercato, a risolvere i problemi della squadra, che hanno portato, nell’ultimo periodo al rallentamento che ha sancito il lento scivolamento dal secondo al quinto posto. In questa settimana ha trovato l’accordo col Varese per l’attaccante Lupoli, che, tra l’altro lascia la sua vecchia società segnando un gol nella vittoria esterna a Lanciano, e per il prestito, dal Bologna, del centrocampista classe ’97 Federico Fois. Con il Pescara ha, invece, intavolato uno scambio che ha portato in Ciociaria il difensore Uros Cosic e in Abruzzo il centrocampista Andrea Gessa. In uscita, inoltre, Gianluca Musacci che tornato al Parma, dopo la risoluzione del prestito, è stato girato, sempre in prestito, alla Pro Vercelli. Il Livorno completa la rosa da affidare a Gelain con l’arrivo di Rivas dal Varese e quello del difensore classe ’94 dalla Fiorentina, Alan Pereira Empereur. L’acquisto in prospettiva degli amaranto è quello di Leonardo Gori, centrocampista classe ’96, in prestito con opzione di riscatto dal Pontedera. L’unica squadra che, anche dai risultati di questo inizio ritorno, sembrava aver bisogno solo di una rifinitura della rosa, era il Carpi, che, infatti, alle poche operazioni delle scorse settimane, ha aggiunto l’arrivo dalla Pistoiese del difensore centrale Nicola Pasini, ex di Venezia, Spezia, Carrarese e Milan, e quello, in prestito, del difensore Marco Modolo. In uscita soltanto la cessione, in prestito, dell’attaccante Carlos Embalo al Lecce.

Image and video hosting by TinyPic
Nenè, acquisto di peso per l’attacco spezzino, ai tempi della militanza nel Cagliari

I PREPARATIVI ALLA CORSA PLAY OFF – Tra le squadre più attive in questa ultima settimana, sicuramente, il Perugia, che vuole ritrovare lo slancio che l’aveva accompagnata all’inizio del campionato, e che pare, invece, essersi notevolmente appannato negli ultimi mesi, in cui la squadra è scivolata fuori dalla zona spareggi. In difesa arrivano Ahmed Hegazy, in prestito dalla Fiorentina, e Andrea Mantovani, che si è svincolato dal Palermo a settembre. Il centrocampo viene rafforzato dagli arrivi, in prestito dal Perugia, di Matti Lund Nielsen, di Giuseppe Rizzo, sempre in prestito, dalla Reggina e, soprattutto, di Davide Faraoni, a titolo temporaneo dall’Udinese. In attacco, già detto dell’arrivo di Ardemagni dallo Spezia. Uniche cessioni quelle, in prestito, di Michael Rabusic, al Crotone e del difensore Lorenzo del Prete al Catania. Anche la Pro Vercelli vuol tornare a lottare per i play off e, per farlo, ha chiuso diverse operazioni in questa ultima settimana. Dalla Juventus arriva, in prestito, il centrocampista Jakub Hromada, capitano dell’Under 19 slovacca. Firmato anche il contratto di Matteo D’Alessandro, esterno svincolatosi dal Monza. In uscita il centrocampista Giuseppe Statella, ceduto al Cosenza. Il Pescara mette a segno il colpo più suggestivo, riportando in Abruzzo Sansovini, l’attaccante che aveva fatto sognare i tifosi biancazzurri al tempo della trionfale cavalcata della squadra allenata da Zeman. Inoltre preleva dal Bari, in prestito, il difensore classe ’97 Marco Colonna e dal River Plate, sempre in prestito, il terzino Luciano Andres Abecasis, oltre che il giovane esterno d’attacco Simone Monni, dalle giovanili del Torino. Riguardo alle altre squadre coinvolte nella lotta per i posti play off: il Vicenza ha preso in prestito, con diritto di opzione e controopzione, dalla Juventus il centrocampista classe ’93 Leonardo Spinazzola e, sempre dai bianconeri ha acquistato il difensore classe ’97 Luigi Rizzo, cedendo a sua volta l’attaccante, classe ’98, Davide Massaro; il Bari ha concluso la trattativa che portava avanti da diverso tempo con il Chievo, riportando a casa, in prestito, con diritto di riscatto obbligatorio in caso di promozione, il centrocampista Nicola Bellomo ed ha messo a segno un altro colpo, ricevendo, sempre in prestito, dal Cagliari, il difensore Simone Benedetti; l’Avellino, all’ultimo secondo del calciomercato, ha depositato il contratto di Alessandro Sbaffo, in prestito dal Chievo, che nella prima parte di stagione ha giocato nel Latina; la Ternana ha ingaggiato l’esterno offensivo francese classe ’94 David Manuel Milinkovic, ex Roma Primavera e Cannes; il Modena ha chiuso per il difensore Antonio Barbati, classe ’98 proveniente dal Formigine.

Image and video hosting by TinyPic
Il suggestivo ritorno in biancoazzurro di Sansovini

PER EVITARE LA RETROCESSIONE – Ovvie anche le contromisure prese da quelle squadre che più di tutte sono deluse dall’andamento della stagione, ovvero quelle che sono in lotta per non retrocedere. Su tutte il Latina, che quest’estate avrebbe immaginato un quadro ben diverso per la sua stagione, vista l’ottimo andamento nella passata, e che, invece, fin da subito, si è trovata invischiata nella lotta per non retrocedere, ed ora occupa, addirittura, l’ultima posizione. Primo acquisto di rilievo è quello di Olivera, dopo che per lungo periodo era stato dato in arrivo ad Avellino, e che all’esordio ha già dato i suoi frutti, segnando, su rigore, il gol vittoria nella partita contro il Livorno. Rinfoltito, poi, l’attacco dove arrivano, addirittura, in 4: in prestito dal Parma, Souflane Bidaoui; in prestito dal’Udinese, Nabil Jaadi; in prestito dal Chievo, Ali Sowe e, a titolo definitivo, dall’Entella Gianluca Litteri, con il pari ruolo Fernando Sforzini che fa, invece, strada opposta. Tra i nerazzurri torna anche il difensore Giuseppe Figliomeni, dopo la risoluzione del prestito con il Vicenza. Anche il Varese si rinforza con una serie di operazioni portate a termine in questa settimana. Ufficializzato l’arrivo del terzino franco-marocchino Yassine Jebbour, classe ’91, che arriva in prestito dal Montpellier. Dal Palermo, in prestito, arriva il centrocampista uruguaiano Ignacio Lores Varela, che ha iniziato la stagione nelle file del Vicenza, mentre dal Modena, sempre in prestito, arriva il centrocampista Willy Osuji, che torna a vestire la maglia biancorossa. Per finire, dal Cagliari arriva, in prestito, l’attaccante Alessandro Capello. In uscita il solo Bruno Pektovic, che, risolto il prestito, torna al Catania. Due operazioni per il Cittadella, una in entrata e una in uscita: dall’Olhanenese arriva a titolo definitivo, l’esterno classe ’88, Daniele Bazzoffia, mentre lascia il Veneto Leonardo Mancuso che va al Catanzaro. Il Brescia ha approfittato della vicina risoluzione dei problemi societari per portare a termine due operazioni: in prestito dal Modena arriva il difensore Denis Tonucci e, sempre in prestito, dal Chievo, l’attaccante brasiliano Victor Matos Da Silva. In uscita, invece, in prestito, due giocatori, entrambe all’ND Gorica: il difensore Matteo Boccaccini e l’attaccante Daniele Ferri. Piuttosto attiva in questa settimana anche la Virtus Entella, che ha la necessità di risollevarsi dopo essere piombata in piena zona retrocessione. Dal Frosinone arriva, a titolo definitivo, l’esterno offensivo Gaetano Masucci, mentre in prestito dalla Juventus approda in Liguria il difensore centrale Stefano Pellizzari. Il colpo più importante è, però, sicuramente, l’arrivo dal Pescara di Aniello Cutolo, entrato nello scambio che ha portato in Abruzzo Sansovini. Infine, dalla Caronnese arriva il difensore Stefano Lanini. Per finire, il Crotone ufficializza l’arrivo del centrocampista brasiliano classe ’90 Vitor Rodrigues Saba dal Western Sydney Wanderes.

Image and video hosting by TinyPic
Ruben Olivera, nuovo punto di forza del Latina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *