Lampi di Acerbi ed Eder: Sampdoria – Sassuolo 1-1

GENOVA – Allo stadio Marassi finisce con un pareggio la sfida tra Sampdoria e Sassuolo che impattano 1-1 e si dividono la posta in palio. Bicchiere mezzo vuoto per i blucerchiati di Mihajlovic che dopo la scoppola di Torino mancano l’appuntamento con la vittoria: un pareggio che li tiene in piena zona Europa League. Bicchiere mezzo pieno per la band neroverde di Di Francesco che danno continuità alla prestigiosa vittoria ottenuta domenica scorsa contro l’Inter e, in attesa di Parma-Chievo che sarà recuperata mercoledì, allungano a più undici sulla zona retrocessione.

KICK-OFF – In casa blucerchiata Mihajlovic cambia modulo passando dal 4-3-3 al meno spregiudicato 4-3-1-2. Il tecnico serbo conferma per nove undicesimi la stessa formazione uscita massacrata dallo stadio Olimpico sette giorni fa: in difesa esordio da titolare per il neoacquisto Munoz che rileva lo squalificato Silvestre mentre a centrocampo si rivede l’ex Livorno Duncan. Ancora panchina per l’attaccante Samuel Eto’o pronto a subentrare nel corso del match. Il Sassuolo di Di Francesco risponde con il collaudato 4-3-3: è emergenza nel tridente offensivo per le squalifiche di Zaza, Berardi e Sansone. Al loro posto, dunque, spazio a Lazarevic, Floccari e Floro Flores.

PRIMO TEMPO – Pronti-via e dopo due minuti è subito il Sassuolo a passare in vantaggio: cross dalla destra di Vrsaljko che incrocia la testa di Acerbi e palla che si insacca alle spalle dell’incolpevole Viviano. Per il centrale milanese si tratta del terzo gol in stagione. Il Sassuolo prova ad affondare al settimo con Lazarevic, uno tra i migliori del match, ma il suo tiro destinato all’incrocio viene sventato da Viviano che mette una pezza e devia in corner, ma l’arbitro Irrati di Pistoia non vede la deviazione e concede la rimessa dal fondo. La Sampdoria trova il gol del pareggio al primo affondo: un traversone di Soriano imbecca Eder che è lesto a colpire di testa e a scaraventare la palla in rete: cambia il parziale al 9’, Sampdoria-Sassuolo 1-1. Assistiamo a vari capovolgimenti di fronte con le due squadre che non si accontentano e quando possono attaccano creando grossi grattacapi ai due portieri. Un infortunio di Vrsaljko al 14’ costringe Di Francesco al primo cambio che lo rileva con l’ex atalantino Gazzola. I blucerchiati provano a mettere la freccia al 24’ con un colpo di testa insidioso di Munoz, servito da una punizione calciata da Duncan, ma nell’occasione è bravo Consigli a respingere e a togliere le castagne dal fuoco. Replica neroverde al 32’: ci prova prima Floro Flores con una punizione che termina di poco a lato e subito dopo si rende pericoloso Floccari con una sberla da fuori area che trova preparato Viviano che respinge con i pugni. Monologo Sassuolo nell’ultimo scorcio di primo tempo: tiro dal limite di un tarantolato Lazarevic con la sfera che termina a lato. Ci riprova Floccari con un pallonetto ma l’attaccante neroverde non trova la gioia del gol grazie a un intervento prodigioso di Viviano che gli dice di no. Dopo due minuti di recupero si ritorna negli spogliatoi con il parziale di 1-1.

SECONDO TEMPO – Il Sassuolo ritorna ad attaccare così come aveva fatto nella parte finale del primo tempo: sugli scudi ancora Floccari che prova a sfruttare un rinvio sbilenco di Duncan ma il suo tiro al volo non inquadra lo specchio della porta. Reazione blucerchiata al sesto : sponda di Obiang che apre un varco per la corrente Okaka che colpisce di potenza ma la sfera termina alta sopra la traversa. Samp che attacca a spron battuto: al 18’ triangolo Soriano-Okaka-Eder con il brasiliano che colpisce in scivolata ma la conclusione viene sventata  con i piedi da Consigli. La squadra di Di Francesco prova a colpire in contropiede con Floro Flores al 21’ ma Viviano è attento e blocca la sfera. Alla mezzora ping pong in area blucerchiata  con un tiro radente di Gazzola che non trova fortuna ma solo la deviazione fortuita di Cannavaro che non riesce a ribadire in rete. Un minuto dopo si fa vedere Duncan con una conclusione da fuori area ma il tiro è centrale. Ci riprovano poco dopo Floccari con un tiro da fuori area e Lazarevic con un destro a giro ma le reti rimangono inviolate. In pieno recupero una progressione di Lazarevic semina panico tra le maglie blucerchiate, anticipa Viviano ma non riesce a concludere e il risultato non si schioda.

SAMPDORIA-SASSUOLO 1-1

SAMPDORIA (4-3-1-2) – Viviano 6.5; De Silvestri 5.5, Munoz 6 (41’pt Coda 6), Romagnoli 6, Regini 6; Obiang 6, Palombo 5 (25’ st Eto’o 6), Duncan 5.5; Soriano 6.5; Okaka 5.5, Eder 7. All. Sinisa Mihajlovic 6. A disposizione: Frison, Massolo, Mesbah, Correa, Bergessio, L. Djordjevic, Marchionni, K. Lulic, Wszolek, Ivan.

SASSUOLO (4-3-3) – Consigli 6.5; Vrsaljko 6 (14’ pt Vrsaljko 6), Cannavaro 6.5, Acerbi 6.5, Longhi 5.5 (20’ st Peluso 5); Biondini 6.5, Magnanelli 6, Brighi 6; Floro Flores 5.5 (36’ st Taider sv), Floccari 6.5, Lazarevic 7. All. Eusebio Di Francesco 6.5. A disposizione: Pomini, Polito, Antei, Chibsah, Donis, Bianco, Lodesani, Sereni.

EDER 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – E’ il pericolo numero uno per la compagine di Di Francesco: sigla il pareggio con un colpo di testa e provoca ammonizioni e panico tra le maglie neroverdi: INDOMITO

Ammoniti: Obiang (SAM), Okaka (SAM), De Silvestri (SAM), Regini (SAM) Biondini (SAS), Brighi (SAS), Lazarevic (SAS), Cannavaro (SAS), Taider (SAS)

Espulsi: /

Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia

Assistenti: Tonolini e Lo Cicero   Quarto ufficiale: Paganessi   Arbitri addizionali: Massa e Pezzuto

Note: Angoli 5-4 per il Sassuolo. Recupero 2’ pt, 4’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *