Il Toro con il Cagliari cerca il quinto successo consecutivo

TORINO – Il Torino, forte dei nove risultati utili e delle quattro vittorie consecutive, domenica aspetta serenamente all’Olimpico il Cagliari di Zola, alla ricerca di punti per la salvezza.

STATO DI GRAZIA – Tutto sta andando bene per i granata: la difesa regge ed ora è la quarta della Seria A, Quagliarella si è sbloccato con quattro gol in un mese, il centrocampo comincia a filtrare e a produrre gioco con Benassi e Farnerud…e forse si è sbloccato anche El Kaddouri. I primi mesi di campionato avevano deluso molti, il mercato di gennaio ha solo in parte calmato gli animi, eppure il responso dal campo è ottimo. Fortuna? Un altro colpo del duo Cairo-Petrachi? Difficile dirlo, di certo il Toro di fine 2014 sembrava al di sotto delle sue possibilità e questo, forse, sta giocando al di sopra. Intanto, però, incamera punti importantissimi; l’obbiettivo dichiarato fino a poco tempo fa era la salvezza, ora qualcuno parla addirittura di Europa League…beh, intanto è bene pensare all’imminente impegno contro l’Athletic Bilbao.

ORA IL CAGLIARI – I sardi sono in un momento delicato, vengono da un’importante scontro diretto per la salvezza perso a Bergamo, mentre il Chievo ha vinto a Parma e li ha superati in classifica. Eppure l’orgoglio sardo lo conoscono tutti, e Zola è stato in grado di dare un certo gioco ed un certa organizzaizone ai suoi ragazzi. D’altra parte, i precedenti mostrano risultati davvero imprevedibili da una parte e dall’altra. Il Toro avrà comunque dalla sua il rientro di Gazzi dalla squalifica e di Maxi Lopez dall’influenza.

IL RESTO DEL TORO: IL PUNTO SULLE SQUADRE GIOVANILI – Il Campionato Primavera è fermo per dare spazio al Torneo di Viareggio; quello dei granata è iniziato bene con il passaggio del girone al primo posto, ma si è poi fermato agli ottavi di finale con la sconfitta ai rigori contro l’Atalanta. Positivo invece il recupero dei Giovanissimi; vittoriosi in trasferta a Pavia, consolidano il quarto posto nel loro girone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *