Napoli, a Palermo vincere per inseguire ancora

NAPOLI – Palermo è la prossima tappa per i ragazzi di Benitez. Il Napoli troverà un Palermo con diverse assenze in difesa e soprattutto non nel suo momento migliore. Gli azzurri ,d’altro canto, sono motivati, vivono un ottimo momento ed hanno l’obbiettivo minimo di inseguire ancora la Roma, fin quando la matematica non allontanerà via ogni dubbio.

VINCERE – Inutile dirlo. E’ la parola d’ordine per entrare a Castel Volturno. Visto il turno non impegnativo della Roma contro il Parma, almeno sulla carta, gli azzurri sono obbligati a sfornare una grande prestazione per battere i rosanero di Iachini, di certo non in gran forma. In gran forma è invece questo Napoli, che al Barbera può continuare la sua striscia positiva e restare attaccata ancora per un turno alla Roma di Garcia, un viaggio ancora lungo ma che, inevitabilmente, prosegue giornata per giornata. Una giornata sbagliata può cambiare qualsiasi piano o progetto, rovinare l’entusiasmo e, soprattutto, la classifica. Vincere, insomma, parlare d’altro, di schemi o di moduli, di Hamsik o Gabbiadini, dei goal di Higuain è del tutto superfluo. Il Napoli, stasera, dovrà fare il Napoli.

 

 

 

 

ANCHE PER IL FUTURO – Programmazione. Ai piani alti del grattacielo virtuale di De Laurentiis si pensa già al futuro, tra un ufficio da rinnovare chiamato Benitez, o cambiare completamente targa alla ricerca del nuovo allenatore. E’ curioso pensare che, a questo punto della stagione, soltanto due anni fa, i calciatori azzurri si facessero destabilizzare dal papabile addio di Mazzarri, con prestazioni non convincenti e con l’umore non dei migliori. La crescita della società, grazie anche a Benitez e all’intera società, nell’arco di due anni è evidente, visto il rendimento della squadra azzurra, consapevole ormai che a breve perderanno il loro allenatore, eppure nulla, il Napoli gioca addirittura meglio, vincendo e convincendo. Crescere significa anche questo e soltanto con la ‘mentalità internazionale’ così come vuole il patron azzurro si potrà fare ancora meglio, al di là di Benitez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *