Master Group Volley Cup, diciassettesima giornata: Novara e Modena senza problemi, ok Busto Arsizio nel big-match

Prosegue spedito il cammino delle prime due forze della classe: Novara liquida Montichiari in tre parziali e mantiene cinque punti di vantaggio su Modena che ottiene una veloce vittoria contro Urbino. Casalmaggiore perde a Busto Arsizio ma solo al quinto set. Ok Conegliano e Piacenza che fermano Scandicci e Bergamo. La sfida salvezza tra Firenze e Forlì va alle toscane.

fabris
Samanta Fabris della Liu Jo Modena a segno 19 volte contro Urbino

FACILE – Impiega 1 h e 14 minuti di tempo la Liu Jo Modena per regolare il fanalino di coda Zeta System Urbino. Troppa la differenza tra le emiliane, che con questi tre punti consolidano la loro seconda piazza ed incrementano il vantaggio sulla prima inseguitrice Casalmaggiore (ko al tie-break), e le marchigiane che si ritrovano sempre in fondo alla classifica. Fabris è ancora una volta la miglior marcatrice delle modenesi con 19 punti ed il 59% in attacco, in doppia cifra chiude anche Piccinini con un sensazionale 12/18 offensivo. Tra le ospiti vicino a quota dieci solo l’opposto Spelman che chiude con 9 punti.

Tutto facile anche per la capolista Igor Gorgonzola Novara che liquida in tre parziali la Metalleghe Sanitars Montichiari. Una gara condotta con autorità e senza intoppi dove hanno fatto la voce grossa Hill a quota 18 con il 44% in attacco e il 60% di ricezione perfetta e Barun a segno 16 volte con il 62%. Per la Metalleghe non bastano i 12 attacchi di Brinker, la tedesca chiude con un buon 44% offensivo.

CAMBIO – Nessun problema anche per la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza che si impone in tre set sulla Foppapedretti Bergamo. Le emiliane guidate per la prima volta in stagione da Marco Gaspari, subentrato dopo il ko in Champions League ad Alessandro Chiappini, hanno imposto il loro ritmo dall’inizio alla fine del match e solo nel secondo set hanno subito la parziale reazione delle ospiti che hanno lottato fino al 25-23. Per il resto è stato un monologo piacentino con Van Hecke tornata decisiva con 14 punti ed il 46% all’attivo ben supportata dagli 11 di Di Iulio. Per Bergamo solo Blagojevic chiude in doppia cifra con 10 punti ed il 56% offensivo.

ozsoy
Neriman Ozsoy ancora decisiva per il successo di Conegliano

NIKSOY CONEGLIANO – Vince in tre parziali anche l’Imoco Conegliano contro la Savino del Bene Scandicci. Le venete partono lentamente e si trovano sotto 11-16 nel primo set, una volta effettuato l’aggancio non mollano più la presa e vanno a vincere grazie alle prove stellari di Ozsoy a segno 23 volte con il 70% in attacco (21/30) e di Nikolova che chiude con 21 punti ed il 51%. A Scandicci non basta l’esordio del neo-acquisto Senna Usic, rientrata in Italia dalla Cina come Kozuch, la croata realizza 11 punti e si fa trovare pronta in ricezione con il 52% di perfette, 11 conclusioni anche per Lipicer che chiude col 44% in attacco e il 59% di ricezioni perfette.

EQUILIBRIO – Regala ancora spettacolo la sfida tra la Unendo Yamamay Busto Arsizio e la Pomì Casalmaggiore. Il remake dei quarti di finale di Coppa Italia viene vinto nuovamente dalle bustocche e ancora una volta al PalaYamamay è il tie-break a decidere la vincitrice. Sull’1-1 importantissima la rimonta nel finale di terzo set da parte delle farfalle biancorosse che si sono trovate sotto 18-21 prima di aggiudicarsi il parziale ai vantaggi. Poi hanno subito il secondo pareggio da parte delle casalasche, ma al set decisivo, con il minimo scarto, sono state le bustocche a conquistare la vittoria. Decisivi per il successo i 17 punti di Havelkova, i 16 di Pisani puntuale in attacco (11/14) ed efficace a muro (5) infine bene come sempre Lyubushkina a segno 15 volte con il 68% offensivo. Tra le ospiti non basta il ritorno nel ruolo di opposta di Ortolani ottima con 21 punti ed il 47%, buone prove anche di Tirozzi con 17 e Gibbemayer con 15.

calloni
Raffaella Calloni, numero 13, invalicabile a muro nella vittoria di Firenze ai danni di Forlì

SALVEZZA – Finisce al tie-break la sfida salvezza tra Il Bisonte Firenze e il Volley 2002 Forlì, con la vittoria delle padrone di casa che si danno ancora qualche possibilità di approdare ai play-off, mentre le romagnole, almeno di una clamorosa inversione di rotta, saranno costrette alla retrocessione con Urbino. Il primo ed il terzo set sono a senso unico per Il Bisonte mentre il secondo è un monologo di Forlì. Dal quarto comincia una battaglia all’ultimo pallone, il Volley 2002 riesce ad allungare la partita, ma al photo-finisch la spuntano le padrone di casa. Firenze vince grazie ad una prova spettacolare delle sue centrali, Calloni è l’mvp con 23 punti di cui 8 a muro ed il 52% in attacco, la segue Mastrodicasa con 19 sigilli ed il 68%, molto bene anche Negrini a segno 22 volte con 6 muri ed il 48% di ricezione perfetta. Tra le ospiti non bastano i 21 di Koleva e i 19 di Aguero.

Risultati 17^ giornata:

Nordmeccanica Rebecchi Piacenza – Foppapedretti Bergamo 3-0 (25-19; 25-23; 25-15)

Imoco Volley Conegliano – Savino Del Bene Scandicci 3-0 (25-21; 25-21; 25-17)

Igor Gorgonzola Novara – Metalleghe Sanitars Montichiari 3-0 (25-19; 25-19; 25-22)

Liu Jo Modena – Robur Tiboni Urbino 3-0 (25-20; 25-15; 25-18)

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Pomì Casalmaggiore 3-2 (25-19; 20-25; 26-24; 22-25; 15-13)

Il Bisonte Firenze – Volley 2002 Forlì 3-2 (25-19; 15-25; 25-15; 22-25; 15-13)

Classifica: Novara 45, Modena 40, Casalmaggiore 35, Conegliano 32, Piacenza 29, Busto Arsizio 28*, Bergamo 26, Montichiari 22, Scandicci 20, Firenze 17, Forlì 5, Urbino 4*.

* = 1° partita in meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *