Il Toro paga le distrazioni: 2-2 all’Olimpico con l’Athletic Bilbao, qualificazione per gli ottavi in salita

TORINO – Maxi Lopez non basta: all’Olimpico il Toro cade, si rialza grazie a due gol dell’argentino ma poi si fa riacciuffare dai baschi. Una prova generosa ma imprecisa quella dei granata, di fronte ad un avversario che era comunque favorito ed ha mostrato qualcosa in più. I ragazzi di Ventura hanno adesso il difficilissimo compito di andare a vincere a Bilbao per passare agli ottavi di Europa League.

PARTENZA SHOCK – Ventura lascia a sorpresa Quagliarella in panchina per dare spazio alla coppia Maxi Lopez-Martinez; una mossa che sembra pagare, perché i sudamericani appaiono subito affiatati ed ispirati. Dopo pochi minuti arriva però l’ingenuità pagata cara dai granata: azione dell’Athletic sulla destra, Maksimovic e Darmian non si intendono e Viguera ne approfitta servendo al centro un solissimo Wlliams che batte Padelli.

UNA DOCCIA FREDDA SALUTARE – Arriva quindi la classica doccia fredda, che però dà la giusta scossa ai granata. I ragazzi di Ventura vanno vicino al pari più volte finchè su angolo Moretti di testa colpisce fortuitamente Martinez, recupera El Kaddouri che serve Molinaro: cross di quest’ultimo e zampata di Maxi Lopez per il pareggio.

MAXI LOPEZ PROTAGONISTA– Il Toro continua a gestire il match, aiutato da un ispirato El Kaddouri che serve un paio di occasioni che Martinez non riesce a sfruttare, complice l’imprecisione e la prontezza del portiere basco. Nei minuti finali però arriva il 2-1: ancora El Kaddouri, assist per Maxi Lopez che di testa sigla la doppietta.

SECONDO TEMPO: PARTENZA PIÙ TRANQUILLA… – I ritmi del primo tempo non si ripetono nella ripresa; Il Toro continua ad avere la supremazia territoriale ma concretizza meno. Al 7’ Molinaro ha comunque una buona occasione, che Herrein riesce però a parare. Ventura inserisce Quagliarella per Martinez ma la situazione non si sblocca, nonostante alcuni tentativi dell’attaccante campano.

…POI L’ATHLETIC PAREGGIA – Al 29’ arriva la seconda doccia fredda per il Toro: lunga punizione, arriva il subentrato Gurpegi e supera tutti di testa. Il Toro questa volta accusa il colpo; Ventura inserisce Farnerud per uno stanco El Kaddouri ma non basta. I tentativi granata sono sterili e imprecisi; al 37’, anzi, sono i baschi a sfiorare il colpaccio ancora con Gupergi di testa, che questa volta centra la traversa. Altri tentativi nel finale da parte del Toro e poi su punizione di Benat, ma il risultato non cambia. Al San Mamès di Bilbao adesso servirà l’impresa.

 

TORINO-ATHLETIC BILBAO 2-2
Marcatori: pt 9′ Williams, 18′, 42′ Maxi Lopez, st 28′ Gurpegi.
Ammoniti: st 26′ Benassi, 31′ Beñat, 44′ Farnerud, 48′ Darmian.
Torino (5-3-2): Padelli; Darmian, Maksimovic, Glik, Moretti, Molinaro; Benassi, Gazzi, El Kaddouri (st 31′ Farnerud); Maxi Lopez (st 27′ Amauri), Martinez (st 11′ Quagliarella). A disposizione: Castellazzi, Bovo, Masiello, Vives. Allenatore: Ventura.
Athletic Bilbao (4-2-3-1): Iago Herrerín; De Marcos, Etxeita, Laporte, Aurtenetxe (st 11′ Iraola); San Josè, Beñat; Viguera (st 11′ Gurpegi), Rico, Muniain; Williams (st 27′ Sola). A disposizione: Iraizoz, Bustinza, Unai Lopez, Ibai, Aketxe. Allenatore: Valverde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *