Un Milan imbarazzante, la rivincita delle “provinciali” e le parole di Lotito: ecco il pagellone della 23^giornata di Serie A

10 LA PROVINCIA – Proprio quando ci si sta annoiando e tutto sembra già scritto, ecco i risultati che non ti aspetti. Parma e Cesena, le provinciali, arroccano e difendono come se non ci fosse un domani. Il Cesena attacca pure, a dir la verità. E le prime della classe vengono fermate per un giro, senza poter pescare nessuna carta. EROI.

9 PALERMO – E chi li ferma più? Nonostante Zamparini abbia scaricato il suo gioiello Dybala, i palermitani possono continuare a sognare l’Europa. Il Napoli è liquidato con tre gol. COSTANZA.

8 FIORENTINA – Vince a Sassuolo, che al momento è una delle squadre più in forma, mettendo pressione al Napoli, che cade a Palermo. La champions è distante solo 4 punti. SOGNO.

7 INTER – Torna a vincere su un campo che definirlo “bestia nera” è fargli un complimento. Ci sono voluti quasi 8 anni e una miriade di allenatori ma l’Inter torna da Bergamo con 3 punti fondamentali per la rincorsa all’Europa. MANCINI IS BACK!

6 EMPOLI – Grande prestazione a metà degli uomini di Sarri, che non hanno paura di giocare a viso aperto a San Siro ma dopo il pareggio hanno smesso di provarci. Le carte per portare via 3 punti d’oro dal Meazza c’erano e, con un po’ di coraggio in più, si poteva davvero fare il colpaccio. PECCATO.

5 TORINO:CAGLIARI – Pensavamo fosse una partita di calcio e invece era un calesse. Parafrasando una celebre frase, Torino-Cagliari è stata una partita a chi si annullava di più. NOIA TOTALE.

4 ROMA – Voto 4 come circa i mesi oramai che sono passati dall’ultima vittoria in casa. Era Novembre, siamo a metà febbraio, ma la squadra di Garcia ha perso quel mordente che faceva entrare le squadre all’Olimpico con la paura nelle gambe. DISPERSI.

3 VERONA – Il Verona si sta lentamente sciogliendo. Se non fosse che Parma e Cesena stiano ancora dormendo, il rischio di vedere la serie B da vicino sarebbe davvero alto. Toni e compagni non brillano come negli ultimi due anni ma i nomi per salvarsi ci sono tutti. PARABOLA DISCENDENTE.

2 MILAN – Abbiamo usato quasi tutte le parole per descrivere l’annata rossonera. Ma il Milan ci spinge sempre oltre per tentare qualcosa di impossibile. L’obiettivo salvezza sembra comunque alla portata del Milan, che deve fare almeno 10 punti da qui a fine stagione per non rischiare nulla. IMBARAZZANTE.

1 LOTITO – No comment sulle sue dichiarazioni. Forse sarebbe il momento di fare una bella pulizia nel mondo del pallone. Da cima a fondo. SENZA PAROLE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *