Vincere non è più un optional: l’Udinese deve ripartire

Parte la preparazione per la nuova stagione senza grandi colpi di mercato
Parte la preparazione per la nuova stagione senza grandi colpi di mercato

UDINE – Quello che si sta vivendo in casa bianconera è senza dubbio il periodo più grigio dell’era targata Andrea Stramaccioni. Dopo un buon girone d’andata, culminato con risultati discreti e con una classifica più che accettabile, i friulani hanno raccolto la miseria di soli quattro punti nelle prime quattro giornate di ritorno. Sulla base di questi numeri, Strama e la sua troupe puntano ad un imminente riscatto. Domenica al Tardini contro un Parma distrutto la prima chiara occasione. Forse!

STRAMACCIONI

BASTA PASSI FALSI – All’Udinese (prima ancora del Cesena) va riconosciuto il merito di aver “salvato” il campionato. Chiaramente facciamo riferimento allo scorso 1 Febbraio, quando al Friuli la squadra del patron Pozzo bloccò sullo 0 – 0 la Juve. La capolista con un successo, in seguito al pareggio casalingo della Roma con l’Empoli, avrebbe di fatto dato una stoccata decisiva alla stagioni, contrariamente alle tante previsioni. Così non è stato, merito di Strama e dei suoi giocatori. Dopo di chè un lieve black-out: sconfitta al San Paolo (3-1) con il Napoli e sconfitta casalinga (0-1) contro la Lazio di Pioli. Risultati che hanno allontanato i friulani dalla zona europa. Vita e calcio insegnano che guardare al passato ha senso solo in parte, bisogna si ripartire dagli errori commessi, ma d’altro canto pensare al presente ed al futuro che verrà. Presente che per Stramaccioni si traduce in Parma. Domenica infatti al Tardini, l’Udinese farà visita ad un Parma nel bel mezzo di una crisi senza precedenti. Ribadiamo: “forse”! Già, forse, perchè l’appena citata sfida potrebbe anche non giocarsi: al club emiliano mancano i soldi per garantire lo svolgimento del match.

RIECCO PASQUALE E KONE – Domattina, salvo stravolgimenti (in base a quanto detto finora) i friulani raggiungeranno in pullman l’Emilia. Pullman su cui saliranno anche sia Pasquale che Kone totalmente recuperati dopo gli acciacchi delle ultime settimane. Restano in dubbio e quindi da valutare le condizioni di Thereau e di Heurteaux: il primo lasciato cautamente a riposo per un affaticamento agli adduttori, mentre il difensore è ancora alle prese con la cervicalgia che lo ha costretto a saltare anche il match contro la Lazio. C’è, chiaramente, Totò Di Natale e Stramaccioni potrebbe nuovamente affidarsi a lui.

di natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *