Lazio-Palermo 2-1: un eurogol di Candreva decide all’OIimpico

Roma – E’ un gol strepitoso di Candreva a decidere la sfida dell’Olimpico tra Lazio e Palermo. Un successo che lancia momentaneamente i biancocelesti a due punti dal Napoli, impegnato domani contro il Sassuolo. Per i rosanero un passo indietro dopo la convincente vittoria proprio contro la squadra di Benitez.

Candreva-Cataldi nord

PRIMO TEMPO – Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato. Nella prima frazione è la Lazio a partire meglio e a sfiorare in gol in due occasioni con Candreva e Mauri. Mauricio va vicino al vantaggio su calcio d’angolo ma è proprio il centrale ex Sporting Lisbona il principale protagonista del vantaggio del Palermo sbagliando il controllo e regalando il pallone a Quaison che serve Dybala che insacca alle spalle di Marchetti. 12esimo gol per l’attaccante rosanero e all’Olimpico è 0-1. E’ lo stesso Dybala a sfiorare il raddoppio ma spara alto. E allora ecco la veemente reazione dei biancocelesti con il pari che arriva dopo appena 7 minuti: cross di Cataldi e Mauri a porta praticamente vuota mette a segno il suo ottavo gol stagionale che vale l’1-1. La squadra di Iachini però chiude in avanti con Marchetti che chiude su Lazaar e De Vrij  che salva sulla linea, seppur svirgolando, un pallonetto di Vazquez. Finisce così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia senza alcun cambio. E’ subito la Lazio a sfiorare il gol con un colpo di testa di Klose imbeccato da Candreva ma Sorrentino si supera. Entra Ledesma esce Biglia. Ancora biancocelesti pericolosi con un colpo di testa di Mauri su angolo ma Vazquez respinge sulla linea. Mauri e Candreva duettano, il centrocampista romano prova con il sinistro che però finisce fuori. E’ sempre l’esterno di Tor de’ Cenci a provare dalla distanza con Sorrentino che respinge e Klose che non riesce nel tap-in. Il tedesco lascia in campo per Keita e il giovane ex Barcellona sfiora il gol su assist di Mauri arrivando con un attimo di ritardo. La porta del Palermo sembra essere stregata. Ma ecco il coniglio dal cilindro: su azione d’angolo Candreva fa tutto da solo, salta Barreto e spara un destro che si infila all’incrocio. E’ 2-1 e il centrocampista della Nazionale si fa anche male nell’esultanza sotto la curva ed entra Onazi. Il Palermo non ha più le forze per reagire e anzi rimane in 10 per l’espulsione di Barreto. E’ festa all’Olimpico. Una festa che sa d’Europa.

TABELLINO

LAZIO (4-3-3): Marchetti 6; Cavanda 6, De Vrij 6, Mauricio 4,5, Radu 5; Cataldi 6,5, Biglia 6 (59′ Ledesma 6), Parolo 6,5; Candreva 8 (81′ Onazi s.v.), Klose 6 (74′ Keita 6), Mauri 7. All. Pioli 6,5.

Palermo (3-5-2): Sorrentino 7; Terzi 5,5, Gonzalez 6, Andelkovic 5,5; Morganella 6 (84′ Rispoli s.v.), Quaison 6,5 (74′ Belotti s.v.), Jajalo 5,5, Barreto 5, Lazaar 6 (69′ Daprelà 5,5); Dybala 6,5, Vazquez 6,5.All. Iachini.

Arbitro: Di Bello

Marcatori: 26′ Dybala, 33′ Mauri, 33′ st Candreva

Ammoniti: Parolo, Radu, Mauricio, Quaison, Jajalo, Rispoli, Barreto

Espulsi: Barreto

CANDREVA 8: IL MIGLIORE SPORTMAIN – Un gol strepitoso che vale il prezzo del biglietto. Una prestazione tutta corsa, dinamismo e grinta. Antonio Candreva è tornato e oggi l’ha dimostrato più che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *