Master Group Volley Cup, diciottesima giornata: Novara perde un punto, Modena due. Casalmaggiore vince lo spareggio per il terzo posto

Novara vince al tie-break sul campo di Scandicci ma guadagna comunque un punto su Modena fermata al quinto set nella sfida contro Bergamo. Casalmaggiore vince in quattro lo scontro con Conegliano per il terzo posto. Ok Piacenza e Busto Arsizio, Montichiari si avvicina ai play-off.

TIE BREAK – Finisce al quinto set la sfida tra Foppapedretti Bergamo e Liu Jo Modena con la vittoria delle padrone di casa. Le lombarde si aggiudicano in rimonta il primo set per 28-26, poi le emiliane tornano in partita conquistando a 22 sia il secondo che il terzo parziale. La reazione delle bergamasche è immediata e il quarto set non ha storia. Nel quinto Modena parte con il piede sull’acceleratore ma nel momento di chiudere subisce il gran finale delle padrone di casa che si portano a casa due punti fondamentali per la corsa ai play-off. Sono ben quattro le giocatrici in doppia cifra per Bergamo e Celeste Plak è la migliore marcatrice, uscita dalla panchina, chiude con 28 punti e uno strepitoso 64% in attacco, bene anche Paggi con 14 punti di cui 4 a muro ed il 75% offensivo, a segno per 12 volte le due bande Blagojevic e Loda. A Modena non bastano i 21 di Fabris, i 14 di Rousseaux ed i 13 di cui 5 a muro dell’ex Folie.

LIU JO MODENA - FOPPAPEDRETTI BERGAMO
Celeste Plak trascina Bergamo con 28 punti

Favorevole invece il tie-break alla capolista Igor Gorgonzola Novara che espugna non senza fatica il campo della Savino Del Bene Scandicci. Grande equilibrio sin dai primi scambi con Novara che si aggiudica ai vantaggi il primo parziale. Le toscane reagiscono prontamente e si portano a casa i successivi due, il terzo per 31-29. Nel quarto Novara scappa a metà set e se lo aggiudica a 14. Nel quinto torna l’equilibrio ma la zampata decisiva è quella delle piemontesi. Per la Savino del Bene ottima prova di Vanzurova a segno per 22 volte con il 44% in attacco e 5 ace, a quota 17 le bande Lipicer ed Usic. Per le ospiti 23 punti di Barun con il 53% offensivo, 17 di Guiggi 10/14 e 7 muri, 16 di Hill con il 42% in attacco e 15 di Chirichella 11/16.

TERZO POSTO – La Pomì Casalmaggiore si aggiudica lo scontro diretto con l’Imoco Conegliano per il terzo posto. Le casalasche all’esordio al PalaRadi di Cremona, nuovo palazzetto casalingo, dominano il primo set e si aggiudicano il secondo con qualche difficoltà nel finale. Nel terzo Conegliano conduce dall’inizio alla fine e riapre la partita, ma il quarto dopo una dura battaglia premia nuovamente le padrone di casa che portano a 6 i punti di vantaggio sulle inseguitrici. Per le padrone di casa decisivo l’apporto delle due centrali Stevanovic e Gibbemayer, la serba a segno 20 volte con 7 muri e il 65% in attacco, l’americana a referto 15 volte con 4 muri ed il 55% offensivo e dell’mvp Gennari che chiude con 19 punti il 44% in attacco e il 48% di ricezione perfetta. Tra le ospiti, dove esordiva in panchina il nuovo allenatore Alessandro Chiappini, non basta la solita Nikolova 26 punti di cui venti negli ultimi due set ed i 17 di Ozsoy.

stevanovic - gennari
Alessia Gennari e Jovana Stevanovic decisive nel successo di Casalmaggiore su Conegliano

FACILE – Nessun problema per la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza che espugna in tre set il campo della Zeta System Urbino solo nel primo set, chiuso ai vantaggi, le marchigiane provano a creare qualche grattacapo alle campionesse d’Italia in carica, comunque avanti sin dall’inizio, poi Piacenza impone il suo ritmo e chiude agevolmente. Santini è l’unica a tenere in partita le sue con 13 punti ed il 42% in attacco, tra le ospiti 12 per Van Hecke e 10 per Sorokaite.

PLAY-OFF – La Metalleghe Sanitars Montichiari supera 3-1 Il Bisonte Firenze e consolida il suo ottavo posto portando a 4 i punti di vantaggio su Scandicci. Tutto facile nei primi due set per le padrone di casa che subiscono nel terzo il ritorno di Firenze che si aggiudica ai vantaggi il parziale. Il quarto è sempre nelle mani delle lombarde che nel finale subiscono il ritorno de Il Bisonte che però si ferma a quota 23. Montichiari è trascinata dai 20 di Tomsia, i 18 di Gioli con il 58% in attacco ed i 16 di Brinker che riceve con il 70% di perfezione. A Firenze non bastano i 15 di Calloni e Turlea e gli 11 di Negrini.

Si garantisce i play-off l’Unendo Yamamay Busto Arsizio che supera in trasferta in quattro set il Volley 2002 Forlì. Nonostante la differenza in classifica le romagnole vendono cara la pelle e lottano per quasi 2 ore prima di cedere l’intera posta in palio alle biancorosse. Per Forlì ottima prestazione di Aguero a segno con 24 punti ed un importante 51% offensivo, puntuale Ceron con 14 punti (10/14 in attacco). Busto Arsizio, nonostante l’assenza di Marcon e l’opaca prova di Diouf, vince grazie all’imponente presenza sotto rete di Lyubushkina che chiude con 18 punti di cui 8 a muro e agli 11 di Havelkova.

SPAREGGIO SUPERCOPPA ITALIANA 2014
Ekaterina Lyubushkina a segno 18 volte nella vittoria di Busto Arsizio in trasferta a Forlì

COPPA ITALIA – Il prossimo week-end il campionato si ferma per lasciare spazio alla Final Four di Coppa Italia che si disputerà al 105 Stadium di Rimini. Sabato 28 febbraio si giocano le semifinali, alle 16.00 scendono in campo Novara e Conegliano, alle 18.30 toccherà a Modena e Busto Arszio. Domenica finale tra le due vincenti in programma a partire dalle 19.00, la gara sarà preceduta dalla finale di serie A2 tra Bolzano e Rovigo.

Risultati 18^ giornata:

Robur Tiboni Urbino – Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 0-3 (24-26; 20-25; 16-25)

Pomì Casalmaggiore – Imoco Volley Conegliano 3-1 (25-18; 25-22; 23-25; 25-23)

Foppapedretti Bergamo – Liu Jo Modena 3-2 (28-26; 22-25; 22-25; 25-16; 15-13)

Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (24-26; 25-21; 31-29; 14-25; 12-15)

Volley 2002 Forlì – Unendo Yamamay Busto Arsizio 1-3 (23-25; 25-23; 20-25; 23-25)

Metalleghe Sanitars Montichiari – Il Bisonte Firenze 3-1 (25-21; 25-18; 24-26; 25-23)

Classifica: Novara 47, Modena 41, Casalmaggiore 38, Piacenza 32, Conegliano 32, Busto Arsizio 31*, Bergamo 28, Montichiari 25, Scandicci 21, Firenze 17, Forlì 5, Urbino 4*.

* = 1° partita in meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *