GOD SAVE PREMIER, I CONTI DI FINE FEBBRAIO

26 partite giocate. 672 goal fatti. O subiti, se avete una visione un pò difensivista del calcio. 706 punti totali realizzati. La fine di Febbraio in tanti campionati è un momento cruciale, più per chi analizza i fatti più che per chi gioca, certo, perchè è il momento in cui i livelli sono davvero usciti e le indicazioni che saranno definitive fino a fine anno le hai. Poi, da lì, i verdetti saranno generati solo dall’impegno, la forza, la dedizione, e i numeri appena citati diverranno solo dati statistici, appunto.

CORSA AL TITULO- Si ferma il Chelsea, pareggino che ridà fiato a Pellegrini con il modesto Burnley, un vero e proprio passo falso che ridà pepe ad un campionato, già da tempo, indirizzato verso Stamford bridge.
Mou, che vede qualche segno di comprensibile stanchezza e deconcentrazione nei suoi scarica la colpa sugli arbitri. Davvero sforntunato il Portoghese: Inghilterra, Italia, Spagna, di nuovo Inghilterra, e nonostante abbia allenato club tra i più forti ed influenti del mondo viene sempre maltrattato e sfavorito. Un vero paraculo….ehm scusate
davvero sfortunato.
Più che altro il solito istrionico Mou deve gestire qualche passaggio a vuoto che è più frutto della statistica e forse, anche di un’ottima gestione delle forze da parte del miglior allenatore Portoghese del mondo (…..perdonate l’ironia Mourinhizzante), e come suo solito la fa e lo farà alla grande. Il vantaggio sul City è ancor ampio,
i Blue Moon non godono sempre di ottima salute e nel frattempo c’è una vittima sacrificale da offrire agli Dei (Abramovic): il PSG. Anche se Ibra come agnello non ce lo vedo.


ARSENAL A DIESEL-
Eh beh, parte piano, ma poi arriva, e quando prende gas….e poi costa poco! No, non costa poco la Wenger-band. A Gennaio era indicata come la settima rosa più costosa d’Europa. Pare uno di quei diesel di grande cilindrata moderni, che oh, certo hanno prestazioni da auto a benzina, ma consumano uguale. Però la mattina ci mettono un pò a riscaldarsi comunque.
Mettiamola così, essere terzi e, come succede sempre da quando c’è il Regno di Francia in panchina, tra le prime posizioni quando conta, non è male. Resta il fatto che se l’Arsenal riuscisse a mantenere continuità potrebbe fare di più, ed invece è terzo. A meno 12 dal Chelsea. Anche se quest’anno, ci sta.

UTD, SAINTS, REDS- Bella comunque questa corsa Champions, che oltre ai Gunners ora include i Rossi di Manchester e quelli di Liverpool assieme alla rivelazione (non troppo) Southampton. I valori appunto sono usciti, e ci dicono che non tutto è oro quel che luccica nella sponda più gloriosa di Manchester, e che V.Gaal deve lavorare ancora molto per costruire una grande squadra. Basterà non fallire l’Europa che conta intanto.
Ci dicono, i succitati valori, che il Liverpool disastroso di inizio stagione non poteva essere tanto brutto, ed infatti ora lo troviamo lì, ad un punto dal Southampton (battuto proprio dai Reds a domicilio), che ad un certo punto speravamo in tanti di vedere a lottare per il titolo, ma che come realistico può cercare e riuscire di togliersi comunque una grande soddisfazione. Occhio anche agli Spurs. Almeno in due piangeranno. La logica dice che una sarà tra Utd e Reds.


LA CODA…CERCASI L’ASTON VILLA!-
Tim Sherwood ha iniziato nel modo peggiore, sconfitta col tranquillo Swansea. E’ davvero strano il calcio, prima che i valori escano. All’inizio della stagione i Villans parevano poter fare un campionato di alto valore, nelle parti nobili della classifica. La logica e la tecnica, se analizzata, dicevano altro, ma la fisicità e la corsa degli uomini di Lambert avevano sopperito ed avuto la meglio. Come spesso accade era un fuoco di paglia ed ora i Villans paiono davvero i candidati principali assieme al Leicester fanalino di coda perenne a scendere di categoria. Good luck!

LA CLASSIFICA

1 Chelsea 60
2 Manchester City 55
3 Arsenal 48
4 Manchester United 47
5 Southampton 46
6 Liverpool 45
7 Tottenham Hotspur 44
8 West Ham United 39
9 Swansea City 37
10 Stoke City 36
11 Newcastle United 32
12 Everton 28
13 Crystal Palace 27
14 West Bromwich 27
15 Hull City 26
16 Sunderland 25
17 Queens Park Rangers 22
18 Burnley 22
19 Aston Villa 22
20 Leicester City 18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *