Juve, vittoria sofferta ma meritata: 2-1 col Dortmund

TORINO – La Juventus vince 2-1 in casa l’andata degli ottavi di Champions contro il Borussia Dortmund. Al 12′ del primo tempo, bianconeri in vantaggio con Tévez; pochi minuti dopo, al 18′, per il Dortmund pareggia Reus; al 43′, a segno Morata.

PRIMO TEMPO – Nei primi minuti, il Borussia pressa alto e difende alla grande; la Juventus prova a uscire e cercare spazi, crescendo poco a poco. Il ritmo è sostenuto, con bei duelli a centrocampo. Al 12’, i bianconeri ripartono in contropiede, Tévez trova il tocco per Morata, che la mette in mezzo: Weidenfeller respinge corto e il pallone rimane lì, l’Apache è in agguato a pochi passi dalla porta. 1-0. Il vantaggio però dura poco: al 18’, Chiellini scivola sul piede di appoggio, ostruendo per altro Bonucci, accorso a rimediare nell’intervento su Reus, che di conseguenza si trova la strada completamente spianata. È 1-1. La Juventus rimane in partita, almeno fino alla mezz’ora: poi tutti dietro la linea della palla ad aspettare il Dortmund, ma le ripartenze sono lentissime. Dopo quasi dieci minuti di sofferenza, in cui i bianconeri subiscono il possesso palla avversario, Pogba, di prima, crossa in area nei pressi di Morata, che non deve far altro che appoggiare in porta. 2-1 al 43’.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, il Dortmund rischia di più, buttandosi in avanti e continuando a pressare alto i bianconeri. Qualche errore in fase difensiva da parte della Juventus, che tutto sommato, però, non concede occasioni clamorose. Verso la mezz’ora, il ritmo si abbassa inevitabilmente dopo più di 70 minuti di grande intensità. Al 27’ è Tévez a crearsi uno spazio al limite dell’area e calciare, il pallone sfiora il palo alla destra di Weidenfeller. Poco dopo è ancora l’argentino a cercare la conclusione, centrale dalla distanza, respinge il numero uno del Dortmund. Sul calcio d’angolo, Chiellini per poco non rimedia allo scivolone del primo tempo, il pallone finisce alto sopra la traversa. Al 40’, Aubameyang prova il lancio lungo in area, Bonucci legge bene l’azione e interviene a dovere. Poco dopo, Morata serve Pereyra sulla sinistra a pochi metri dalla porta, il tiro incrociato sfiora il palo. Finisce 2-1, la Juve porta a casa la vittoria dopo una partita non bellissima ma molto intensa e dispendiosa.

 

IL TABELLINO:

JUVENTUS-BORUSSIA DORTMUND 2-1 (primo tempo 2-1)

MARCATORI: Tévez (J), 12’; Reus (B), 18’; Morata (J), 43’;

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Pogba, Pirlo (37’, Pereyra), Marchisio; Vidal (87’, Padoin); Morata, Tévez (89’, Coman) (a disp.: Ogbonna, Càceres, Pereyra, Coman, Padoin, Storari, Llorente). All.: Allegri

BORUSSIA D. (4-2-3-1): Weidenfeller; Piszczek (32’, Ginter), Papastathopoulos (46’, Kirch), Hummels, Schmelzer; Gündogan, Sahin; Aubameyang, Mkhitaryan, Reus; Immobile (a disp.: Ramos, Kagawa, Langerak, Kehl, Ginter, Kirch, Blaszczykowsy). All.: Klopp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *