Europa League: Guarin porta l’Inter agli ottavi

portaMILANO – L’Inter vola agli ottavi di Europa League grazie ad un gran gol di Guarin nel finale di partita. Niente da fare per il Celtic condannato anche dall’espulsione di Van Dijk nel primo tempo. Vittoria e qualificazione sotto gli occhi attenti di Eric Thohir giunto a Milano per godersi la sua Inter.

guarinEL

ALLA FINE E’ GIOIA INTER – Ci sono voluti 88 minuti per chiudere il discorso qualificazione ai nerazzurri di Mancini. Molte le occasioni create fin dal primo tempo, ma la porta degli olandesi era rimata inviolata. Inviolata anche quella dei padroni di casa con Carrizo, ancora una volta tra i pali al posto di Handanovic non al meglio, impegnato nei primi minuti da Mackay-Steven su errore di D’Ambrosio. In attacco l’Inter prova a far male con Hernanes, Palacio e ovviamente Icardi che nella prima frazione di gara non sono però abbastanza incisivi. Al 35′ l’episodio che ha condizionato l’intera partita: l’espulsione di Van Dijk per doppia ammonizione. Il Celtic reagisce comunque bene e non abbassala guardia. La ripresa ha lo stesso copione con i nerazzurri che sbagliano troppo sotto rete contrastati anche dall’ottimo Gordon ce chiude tutte le porte in faccia ai padroni di casa. E così i minuti passano ma il discorso qualificazione rimane aperto visto che agli scozzesi basterebbe la vittoria di misura visto il 3-3 dell’andata. Al 43′ Guarin spegne le speranze dei 3500 tifosi avversari con un gran gol: il suo destro dalla distanza si insacca nell’angolo alla destra del portiere che non può nulla. Alla fine è l’Inter a poter gioire del passaggio agli ottavi. Ed ora è festa in attesa del sorteggio.

MANCINI E I MESSAGGI – Se dal campo Mancini ha ricevuto molti messaggi, forse non proprio tutti quelli che sperava, dalla panchina sono nuovamente apparsi in campo i “pizzini” del tecnico che questa volta sono passati per le mani di più giocatori. Evidentemente l’allenatore nerazzurro vuole essere sicuro che le sue indicazioni arrivino a destinazione e non si fida troppo del “passaparola”. Ma torniamo a quanto visto in campo. La compagine di Mancini è apparsa compatta e più lucida in difesa anche se non sono mancati alcuni errori. L’Inter è comunque cambiata, non solo nei risultati (tre vittorie consecutive in campionato, un pareggio ed una vittoria in coppa, nrd), ma nel modo di affrontare le gare. Il tecnico sta lavorando per far sua questa squadra e poco a poco ci sta riuscendo.

INTER-CELTIC (0-0) 1-0
Marcatori: 42′ st Guarin (I)
INTER: Carrizo 6,5, Santon 6, Ranocchia 6, Juan Jesus 6, D’Ambrosio 5,5 (Campagnaro 5,5), Guarin 7,5 (MIGLIORE SPORTMAIN: è l’uomo che può risolvere le partite, come in questo caso, o quello che può tirarsi dietro gli insulti di uno stadio intero, come in altre occasioni. Con Guarin non si sa mai cosa aspettarsi ma c’è da riconoscergli che dall’arrivo di Mancini è diventato un punto fermo di questa squadra. Ruolo che deve continuare a meritarsi…), Medel 6,5, Hernanes 6 (Kovacic 6), Shaqiri 7, Palacio 6 (Puscas s.v.), Icardi 6,5. A disp. Handanovic, Vidic, Kuzmanovic, Obi. All. Mancini
CELTIC: Gordon 7, Matthews 6, Denayer 5, Van Dijk 4, Izaguirre 5,5, Brown 6,5, Biton 5,5, Mackay-Steven 6,5 (Ambrose 5), Johansen 6, Armstrong 6 (Commons 6), Guidetti 5,5 (Forrest 5,5). A disp. Zaluska, Stokes, Wakaso, Henderson. All. Deila
ARBITRO: Kruzliak (Svk)
Ammoniti:  D’Ambrosio, Guarin, Izaguirre, Gordon, Biton, Matthews, Commons
Espulsi: Van Dijk per doppia ammonizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *