Al “Barbera” Palermo ed Empoli ci provano ma non si fanno male; finisce 0-0

Roberto+Vitiello

 

PALERMO- Finisce con un giusto pareggio il derby delle neopromosse, e delle sorprese della stagione. Palermo ed Empoli non riescono a superarsi pur giocando bene entrambe per almeno un’ora. I rosanero vengono condizionati dagli infortuni, Iachini è costretto a 2 cambi forzati e nella ripresa la squadra ne risente, ma riesce comunque a reggere, grazie alla pericolosità del tandem offensivo Vazquez-Dybala, rinforzato coraggiosamente da Iachini con Belotti nella ripresa, nonostante il calo dei suoi centrocampisti . L’Empoli allunga la striscia positiva a 5 risultati utili, dopo un’altra buona prestazione, con tante certezze a centrocampo e in difesa, ma anche constatando che, se non segna Maccarone, o i difensori su palle inattive, le opzioni offensive non sono tantissime.

PRIMO TEMPO– Iachini, privo dello squalificato Barreto, sceglie Daprelà sulla sinistra nel consueto 3-5-2, mentre Sarri, che non ha Pucciarelli (non convocato, problemi, pare, di rinnovo contrattuale), rilancia Tavano in avanti, mentre Saponara è di nuovo preferito a Verdi come trequartista. Il primo quarto d’ora è ricco di emozioni; Dybala prima prova un sinistro a giro che finisce a lato, poi impegna Sepe in un grande intervento a terra, infine Vazquez centra la traversa dal limite. Sull’altro fronte, Maccarone prova un destro a giro deviato dalla difesa rosanero. L’Empoli cresce e Tavano, ben servito da Valdifiori, calcia alto. Al 31’ Sorrentino si supera, prima su Maccarone e poi su Tavano. Subito dopo Morganella, spintonato da Mario Rui, cade male ed è costretto ad uscire, sostituito da Rispoli, che viene anche ammonito al suo primo intervento. Vitiello salva su Maccarone lanciato da Vecino e il primo tempo si chiude qui.

RIPRESA- Il Palermo non è più in grado di tenere alti i ritmi, e, dopo un intervento dubbio di Daprelà su Vecino in area, al 60’ è costretto al secondo cambio, con l’acciaccato Gonzalez sostituito da Terzi. L’Empoli avanza il baricentro, tiene palla ma trova solo un paio di deboli conclusioni da fuori. Iachini, anziché rinforzare il centrocampo che palesemente è in difficoltà, rischia spendendo l’ultimo cambio con un attaccante, Belotti, al posto di Rispoli, passando al 4-4-2 con Vazquez largo a destra. La mossa fa rientrare il Palermo in partita. le squadre si allungano, Sepe rivoluziona il suo reparto avanzato sostituendo tutti e tre i componenti, ma le occasioni fioccano solo nel finale; all’85’ Dybala sfiora la traversa da dentro l’area, poi non sfrutta un buco di Rugani e, stanchissimo, si fa anticipare da Sepe in uscita, mentre dall’altra parte il neo entrato Michelidze anticipa gli avversari su cross basso di Hisay ma a porta vuota mette alto. Finisce cosi, pareggio giusto tra due squadre comunque in salute.

PALERMO

SORRENTINO- 6.5 Due grandi parate su Maccarone

VITIELLO- 7 sempre attento negli anticipi, salva almeno 3 situazioni critiche nella sua area IL MIGLIORE SPORTMAIN

GONZALEZ- 6 pochi rischi ma nessuna sbavatura. Deve uscire per problemi muscolari  (59’ TERZI-6 entra a freddo ma non commette errori)

ANDJELKOVIC- 6 da centrale il meno brillante dei tre, da terzino prova a spingere un pò

MORGANELLA-6 stava vincendo il duello con Mario Rui, che lo spintona contro la sua panchina e lo costringe ad uscire  dal 35’ RISPOLI- 5 entra e si fa subito ammonire, non si nota granchè e viene a sua volta sostituito per esigenze tattiche. 68’ BELOTTI 6- la sua entrata e la sua vivacità riportano in avanti il baricentro del Palermo

RIGONI- 6 ottimo primo tempo con tanti inserimenti, cala decisamente nella ripresa

JAJALO- 6 preferito a Maresca, ripaga la scelta di Iachini. Anche lui cala nella ripresa

CHOCHEV- 6.5 buona prestazione del giovane bulgaro da mezz’ala sinistra. Combattivo e  buona corsa

DAPRELA’-5.5  resta molto basso per proteggersi dalle avanzate di Hisay, rischia un rigore su Vecino

VAZQUEZ- 6.5 sfortunato, ennesima traversa per lui. Meravigliosa l’intesa con Dybala, nella ripresa cala decisamente

DYBALA- 6.5 il terminale del gioco del Palermo e sempre l’uomo più pericoloso, anche se oggi gli è mancato il gol. Per lui anche una rabona.

 

EMPOLI

SEPE- 6.5 due buone parate nel primo tempo

HYSAY- 6.5 se la deve vedere con Dybala che spesso attacca dal suo lato, se la cava più che bene e nella ripresa spinge anche di più

RUGANI- 5.5 buon primo tempo, cala nella ripresa con un “liscio” che poteva costar caro

TONELLI- 6 ordinato e attento, come sempre

MARIO RUI- 6.5 costretto sulla difensiva da Morganella, nella ripresa spinge molto e mette spesso in crisi Rispoli

VALDIFIORI- 6 detta i tempi come al solito, meno brillante di altre volte

CROCE- 6 all’inizio un po’ in affanno poi prende le misure e fa il suo

VECINO- 6.5 cresce esponenzialmente nella ripresa, le sue sovrapposizioni con Hisay sono una spina nel fianco per il Palermo

SAPONARA- 5.5  un buon assist per Maccarone nel primo tempo e poco altro (65’ VERDI-6 prova qualche sgroppata, non incide e non fa danni )

MACCARONE- 6 si da un gran daffare e svaria su tutto il fronte offensivo, gli manca la zampata (82’ MICHELIDZE- S.V. sul cross di Mario Rui poteva far meglio)

TAVANO- 5 una conclusione fuori misura e null’altro. Non pervenuto  (73’ ZIELINSKI –S.V.)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *