Cagliari, è crisi! Il Verona passa al Sant’Elia (1-2)

Cagliari – Grazie alle reti di Toni e Gomez, il Verona stende il Cagliari nell’anticipo delle 12.30 e si allontana dalle zone calde della classifica. I sardi, a cui non basta la rete di Conti allo scadere della partita, restano terz’ultimi, a -3 dall’Atalanta e a +4 sul Cesena. Per i rossoblù si tratta della terza sconfitta consecutiva tra le mura amiche, mentre i veneti ritrovano punti dopo un pareggio e 3 sconfitte nelle ultime 4 giornate.

LE FORMAZIONI – Zola fa esordire Diakitè in coppia con Rossettini al centro della difesa, Gonzalez e Murru sugli esterni. A centrocampo conferma per Donsah, con Ekdal e M’Poku dietro l’unica punta Longo. Mandorlini lascia in panchina Gomez e lancia Sala dal 1′ nel tridente con Toni e Jankovic. Tachtsidis in cabina di regia, Ionita e Hallfredsson nel ruolo di mezz’ala e Agostini preferito a Brivio sulla sinistra.

KILLER TONI – Possesso palla iniziale gestito dal Cagliari, con Donsah che sfiora la traversa sul cross di Dessena. Al 9′ il Verona affonda il colpo: traversone dalla sinistra, Diakitè va a vuoto, Toni ruba il tempo a Rossettini e insacca. Al 13′ Donsah è costretto ad uscire (problema muscolare) e lascia spazio a Joao Pedro. Zola ridisegna la squadra, arretra Ekdal in mezzo al campo e schiera JP alle spalle di M’Poku (ora più avanzato) e Longo. L’ex Inter spreca poi l’assist di M’Poku e manda alto (tiro deviato). Il Cagliari fatica a trovare gli spazi, il Verona copre bene. Il solo M’Poku cerca di creare scompiglio nella metà campo scaligera, senza però trovare il guizzo giusto.

SIGILLO GOMEZ – Zola lascia Gonzalez negli spogliatoi e inserisce Farias (Dessena arretra in difesa). Conti rileva la consueta ammonizione e, diffidato, salterà la Samp. Al 56′ Gomez sorprende tutti: appena entrato in campo per Jankovic, segna di testa dopo essere stato lasciato incredibilmente solo in area. Cop per Dessena, Sala per Greco. I sardi faticano a creare gioco: velleitario il tentativo di Farias, mentre i cross di M’Poku continuano a perdersi nell’area veneta. Ionita sbaglia clamorosamente il k.o. definitivo su assist di Tachtsidis.

TROPPO TARDI – Dagli spalti si alzano cori di contestazione verso il Cagliari. I rossoblù si riversano dalle parti di Benussi, e al 91′ passano con Conti su punizione. Un po’ troppo tardi per sperare in una rimonta: l’estremo difensore gialloblù chiude la questione al 96′ respingendo il tiro di M’Poku in mischia. Il Cagliari cade sotto i colpi del Verona, che raccoglie il massimo col minimo sforzo. In serata è previsto un incontro tra Zola e il patron Giulini: la panchina è a rischio.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

CAGLIARI-VERONA 1-2 (0-1 p.t.)
MARCATORI:Toni (V) al 9′ p.t.; Juanito Gomez (V) all’11’, Conti (C) al 45′ s.t.

CAGLIARI (4-3-2-1): Brkic 5; Gonzalez 5.5 (1′ st Farias 6.5), Rossettini 5, Diakite’ 5.5, Murru 5.5; Dessena 5.5 (17′ st Cop 6), Conti 6, Donsah sv (13′ pt Joao Pedro 5); M’Poku 6.5, Ekdal 6; Longo 6. In panchina: Colombi, F. Pisano, Barella, Husbauer, Ceppitelli, Cossu, Avelar, Crisetig, Capuano. Allenatore: Zola 5.

VERONA (4-3-3): Benussi 7; E. Pisano 6.5, Moras 6.5, Marquez 6.5, Agostini 6.5; Ionita 6 (44′ st Obbadi sv), Tachtsidis 7, Hallfredsson 7; Sala 6.5 (27′ st Greco sv), Toni 7, Jankovic 6 (10′ st Gomez 7). In panchina: Gollini, Sorensen, Lopez, G. Rodriguez, Marques, Campanharo, Martic, Christodoulopoulos, Brivio. Allenatore: Mandorlini 7.

ARBITRO: Valeri di Roma.

NOTE: Ammoniti Murru, Conti, Joao Pedro, Pisano, Greco e J. Gomez. Spettatori 14mila circa. Tiri in porta 1-3. Tiri fuori 10-4. In fuorigioco 2-2. Angoli 6-2 per il Cagliari. Recuperi: p.t. 1’; s.t. 5’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *