La Sampdoria rinasce nella ripresa: 2-1 all’Atalanta

 

BERGAMO – Non è bastato il gol di Stendardo nel primo tempo a regalare la vittoria casalinga contro la Sampdoria all’Atalanta. I liguri, reduci dal pareggio nel derby  “infrasettimanale”, nella ripresa prima trovano il pareggio con Muriel e poi ribaltano il risultato con Okaka.

RIPRESA DA DIMENTICARE – Ci credono gli uomini di Colantuono dopo il primo tempo chiuso in vantaggio. La sconfitta della scorsa settimana in casa della Juventus sembra ormai lontana, si può riprendere la corsa verso una salvezza ancora in bilico. Ma la Sampdoria non sta a guardare e al rientro dagli spogliatoi è diversa, un’altra squadra. Più aggressiva e più concreta. I bergamaschi provano a mantenere invariato il punteggio ma al 23′ Muriel, con un gran colpo, pareggia. I padroni di casa sono sotto pressione e dopo alcuni rischi sventati finiscono per subire la rete del sorpasso: Okaka spinge in rete una ribattuta di Sportiello e chiude le marcature. Nel finale non mancano le emozioni con l’Atalanta che prova almeno a pareggiare e la Sampdoria che tenta inutilmente di mettere al sicuro la vittoria che comunque arriva al triplice fischio finale.

POTERE MIHAJLOVIC – Non è chiaro cosa sia successo nello spogliatoio blucerchiato tra primo e secondo tempo, ma è innegabile che qualcosa sia cambiato nella mentalità della squadra tornata in campo. Mihajlovic deve aver strigliato ben bene i suoi, vista anche la rabbia espressa in panchina dopo il gol di Stendardo. I liguri sono apparsi rigenerati nella ripresa, più compatti e organizzati sia in attacco che in difesa. Il tecnico deve essere riuscito, con le buone o con le cattive, a farsi capire ottenendo esattamente quello che voleva dai suoi: gioco e vittoria. La Sampdoria raggiunge così, momentaneamente, la Fiorentina a quota 39, in attesa della gara che tra poco vedrà i viola impegnati con l’Inter. Prossima partita sabato, in casa, contro il Cagliari.

SALVEZZA – L’Atalanta rimane, dopo questa quarta sconfitta consecutiva, a tre punti dalla terzultima “sfruttando” il passo falso casalingo del Cagliari. Una zona ancora troppo in bilico per gli uomini di Colantuono che devono assolutamente trovare la forza di cambiare rotta già dal prossimo impegno contro il Parma, se partita si giocherà.

ATALANTA – SAMPDORIA (1-0)

Marcatori: 15’pt Stendardo, 23’st Muriel, 36’st Okaka
ATALANTA: Sportiello 5,5, Benalouane 5,5, Bellini 5, Stendardo 6,5, Drame 6, Emanuelson 6, Cigarini 6, Carmona 5,5, Baselli 5, Gomez 6, Pinilla 5,5 (Denis 5). A disp. Avramov, Frezzolini, Masiello, Scaloni, Cherubin, Del Grosso, D’Alessandro, Grassi, Rosseti, Bianchi, Boakye. All. Colantuono
SAMPDORIA: Viviano 6,5, Silvestre 6, Regini 5, Romagnoli 6, De Silvestri 5,5, Palombo 6, Acquah 6,5, Duncan 6 (Mesbah sv), Okaka 7, Eto’o 6,5, Muriel 7 (MIGLIORE SPORTMAIN: si contende lo scettro con Okaka ma per la bellezza della sua rete si accaparra il titolo questa settimana. E’ il giocatore che ci prova di più prima di riuscire ad arrivare al gol. Fondamentale per la vittoria). A disp. Romero, Frison, Coda, Wszolek, Correa, Rizzo, Ivan, Marchionni, Djordievic, Bergessio. All. Mihajlovic
ARBITRO: Damato
Ammoniti: Regini, Stendardo, Eto’o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *