Master Group Volley Cup Semifinali Coppa Italia – Novara chiama Modena risponde. Superate in quattro set Conegliano e Busto Arsizio

RIMINI – Igor Gorgonzola Novara Liu Jo Modena sono le due formazioni che si contenderanno la Coppa Italia 2014/2015. Nelle semifinali di ieri le piemontesi si sono imposte in quattro set molto lottati sull’Imoco Conegliano mentre le emiliane hanno domato sempre al quarto l’Unendo Yamamay Busto Arsizio.

NOVARA – CONEGLIANO – L’Igor scende in campo con Signorile al palleggio e Barun opposta, in banda il duo americano Hill-Klineman, al centro Chirichella e Capitan Guiggi, libero Sansonna. L’Imoco risponde con il rientro dal primo minuto di Glass in diagonale con Nikolova, Ozsoy e Barcellini a schiacciare da posto quattro e Barazza e Furlan al centro, in seconda linea c’è De Gennaro.

L’avvio è subito di marca novarese due attacchi a testa di Barun e Klineman e addirittura tre infrazioni dalla seconda linea di Nikolova portano il punteggio sull’8-4 e Chiappini è costretto a chiamare il primo time-out. Le venete si rifanno sotto con la stessa bulgara e gli attacchi di Ozsoy fino al 13-12 ma l’aggancio non si concretizza. Novara si riporta a più 4 e mantiene il vantaggio fino alla fine con Barun sempre più incisiva.

Il secondo set si gioca punto a punto entra in partita anche Hill che si fa sentire sia da posto 4 che in pipe e Novara comincia a murare, ben cinque le stampate nel set. Conegliano resta in partita aggrappata alle prodezze di Nikolova ed Ozsoy ed è grazie a quest’ultima che dopo uno svantaggio costante di tre punti le pantere impattano a quota 18 e sorpassato grazie a un muro di Furlan su Klineman. Un attacco di Barun, un muro di Klineman su Nikolova e un ace dell’opposta croata rilanciano Novara sul 23-21, sembra fatta ma l’Imoco reagisce con l’ingresso di Fiorin subito a segno, l’ace di Nikolova e il muro di Barazza conquistando il primo set point, annullato da Hill, cè n’è subito un secondo sull’errore di Barun, ma ancora l’americana annulla, poi Ozsoy e Nikolova tirano fuori e Novara si porta 2-0.

L’Imoco sembra pagare l’occasione persa ma dopo l’iniziale 4-1 Igor grazie agli errori delle novaresi trova il vantaggio. Al duo turco-bulgaro si aggiunge una positiva Fiorin a creare il solco decisivo che portano le due compagini dal 13-13 al 17-21. Nel finale anche Barazza e Furlan sigillano il set e Conegliano si riporta in partita.

Il quarto set è il più spettacolare, Novara può chiudere, Conegliano allungare la contesa. Doppietta di Hill e Barun da una parte, dall’altra rispondono Ozsoy e Fiorin. Al time out tecnico si trova in vantaggio l’Imoco con un tocco di seconda di un’ottima Glass. Sul 17-18 il muro di Barazza su Barun sembra dare la svolta al set, Hill accorcia, ci pensano ancora Nikolova e Ozsoy ad allungare ma sul 21-22 accade l’episodio che gira la partita, un pallonetto spinto di Ozsoy viene giudicato falloso e le successive proteste di Conegliano si trasformano in un rosso che costa il 23-22, Nikolova impatta, Klineman si procura un match point, la bulgara realizza il 24 entrambi poi un muro e un attacco di Klineman fanno gioire Novara che meritatamente raggiunge la finale. Onore anche a Conegliano per aver lottato fino alla fine.

L'Igor Gorgonzola Novara conquista la decima vittoria ed è campione d'inverno
L’Igor Gorgonzola Novara batte 3-1 l’Imoco Volley Conegliano

MODENA-BUSTO – La Liu Jo manda in campo Rondon opposta a Fabris, in banda Capitan Piccinini e Rousseaux, al centro Folie ed Heyrman, Arcangeli in seconda linea. L’Unendo Yamamay risponde con Wolosz in diagonale a Diouf, Havelkova e Capitan Marcon in posto 4, Lyubushkina-Pisani centrali e Leonardi libero.

L’inizio è di marca bianco-nera con Rousseaux a piazzare tre punti consecutivi, a cui risponde Diouf. Il set procede in equilibrio fino al 18-16 quando un ace di Piccinini, un attacco di Fabris e un muro di Rousseaux danno l’indirizzo al set che si chiude con uno slash di Heyrman.

Il secondo set comincia con tanti errori da ambo le parti, quindi Folie risponde a Lyubushkina ed è poi Rousseaux a dare il via all’allungo modenese che si realizza su un proficuo turno al servizio di Piccinini che si interrompe con un attacco di Michel sul 15-9. Modena vola con le centrali ben imboccare da Rondon mentre Busto è costretta a richiamare in panchina Diouf e Marcon per Perry e Degradi. Un muro di Folie su Havelkova firma il 25-15.

L’ingresso delle seconde linee giova alle biancorossi che volano 3-9 con anche Lyubushkina a recitare un ruolo da protagonista, con Fabris e Piccinini Modena si riporta in carreggiata ma Degradi e Perry tengono le distanze, servono tre attacchi di Heyrman per tenere agganciata la Liu Jo. Una volta trovato il 15-15 Havelkova riporta in vantaggio le sue ed è ancora la giovane Degradi e far volare le farfalle sul 20-22, Fabris ricuce ma un muro di Pisani e l’ace di Wolosz procurano tre set point a Busto che chiude con l’errore di Rondon dai 9 metri.

Nell’ultimo set Modena torna padrona del campo Fabris è un martello e Piccinini trova due muri preziosissimi, per Busto ci provano Perry, Havelkova e Lyubushkina ma dal 14-11 è un monologo Modena che trova punti da tutte le sue attaccanti e chiude ancora a 15.

LIU JO MODENA
La Liu Jo Modena sconfigge in quattro set la Unendo Yamamay Busto Arsizio ed è la seconda finalista

Domani alle 19 va in scena la finale attesa e probabilmente quella più giusta per quanto visto finora in campionato. Novara-Modena chi la spunterà?

Risultati:

Novara-Conegliano 3-1 (25-21, 27-25, 20-25, 26-24)

Tabellino Novara: Barun 26 (42% in attacco), Hill 17, Klineman 17 (6 muri), Chirichella 8, Guiggi 6, Signorile 2, Sansonna (l); Alberti, Bonifacio, Partenio. N.e. Kim, Zanette.

Tabellino Conegliano: Nikolova 25, Ozsoy 19, Barazza 7, Furlan 5, Barcellini 3, Glass 2, De Gennaro (l); Fiorin 11 (9/14 offensivo), Boscoscuro (l). N.e. Adams, Katic, Nicoletti.

Modena-Busto Arsizio 3-1 (25-18, 25-15, 22-25, 25-15)

Tabellino Modena: Fabris 21 (44% in attacco), Piccinini 18, Rousseaux 13, Heyrman 11, Folie 7, Rondon 1, Arcangeli(l); Ikic, Maruotti. N.e: Crisanti, Ferretti, Kostic, Petrachi (l).

Tabellino Busto: Havelkova 11, Diouf 7, Lyubushkina 7, Pisani 4, Marcon 2, Wolosz 2, Leonardi (l); Degradi 7, Perry 7, Michel 1, Camera, Rania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *