Master Group Volley Cup Finale Coppa Italia – Novara può festeggiare, la Coppa è sua! Super Barun è l’mvp con 31 punti. Modena cade dopo una dura lotta al quarto set

RIMINI – L’Igor Gorgonzola Novara fa sua la 37° edizione della Coppa Italia superando al termine di una finale combattutissima la Liu Jo Modena. La Capitana Martina Guiggi festeggia la quarta Coppa personale, la seconda a Novara dopo quella del 2003/2004, nel mezzo una a Pesaro e una a Piacenza, per Sansonna super in seconda linea è la terza consecutiva, negli ultimi due anni aveva trionfato con Piacenza.

IGOR GORGONZOLA NOVARA - LIU JO MODENA
L’esultanza di Katarina Barun, 31 punti nella finale, MVP della manifestazione

STARTING SIX –  Nessuna sorpresa in partenza Novara schiera Signorile in diagonale con Barun, Hill e Klineman a schiacciare da posto 4, Chirichella e Guiggi al centro e Sansonna libero. Modena risponde con Rondon al palleggio e Fabris opposta, Piccinini e Rousseaux in banda, Folie ed Heyrman al centro ed Arcangeli in seconda linea.

LA PARTITA – Novara parte alla grande approfittando di una Modena contratta, tre errori consecutivi e quattro attacchi del duo Hill e Klineman portano il punteggio sul 7-3. Due fast di Heyrman, un attacco di Piccinini e un’iniziativa di Rondon mettono in partita la Liu Jo. Il set procede in equilibrio fino ad un nuovo strappo dell’Igor sul 15-12 con un errore di Fabris. Piccinini prova a riallacciare ma due muri di Guiggi sbarrano la strada e l’ace di Barun sigla il 19-14. Fabris e Folie danno l’ultima speranza a Modena, ma ci pensano due realizzazioni di Hill e un attacco da seconda di Klineman per portare Novara sull’1-0.

Hill apre le danze nel secondo, le rispondono Heyrman e Piccinini a segno anche a muro su Barun. Le due squadre tornano a sbagliare qualcosa fino all’8-7 quando l’Igor scappa ancora, pipe di Barun, doppio ace di Klineman e muro di Guiggi su Fabris mandano le squadre al time out sul 12-7. Ancora Guiggi in fast e Signorile di seconda realizzano il 15-9 e Beltrami toglie Rousseaux (ferma a 0 su 11) e Rondon meno brillante di ieri ed inserisce Ikic e Ferretti. Modena reagisce Fabris dalla seconda, due muri di Piccinini su Hill accorciano sul 15-12, l’americana si vendica subito, ma Piccinini risponde ancora. Tuttavia Novara trova la forza di allungare con due attacchi di Guiggi e un muro di Klineman. Sul 22-15 sembra fatta ma Modena ci crede con Fabris a segno dalla seconda e Piccinini che fa tripletta con un muro su Chirichella. L’ace di Maruotti da speranza a Modena ma Hill fa 24-20 e regala 4 set point alle piemontesi. Stavolta Modena non ci sta. Fabris, Piccinini, Folie e ancora il capitano impattano sul turno al servizio di Ferretti. Fabris procura il primo set point ma Barun annulla, botta e risposta tra le due croate, tra cui si inseriscono Signorile e Folie, sul 28-28 Ikic prima e Piccinini poi (all’11° punto nel parziale) sigillano il set.

Fabris e Piccinini da una parte e Barun e Klineman dall’altra inaugurano il terzo set, equilibrio fino al 6-6 fast di Heyrman, poi Novara scappa nuovamente con i muri di Signorile e Guiggi e un attacco della stessa centrale. Folie inchioda due primi tempi, Hill manda al riposo. Ancora l’mvp dell’ultimo mondiale, poi Barun e un muro di Chirichella rilanciano Novara, ma le emiliane si rifanno sotto con Ikic, un muro di Ferretti su Klineman e ancora Ikic. La banda americana realizza il 18-15, ma un muro di Ikic, una pipe di Fabris e una fast di Heyrman siglano il sorpasso. Un muro di Signorile impatta sul 20-20, poi Piccinini fa tripletta e porta la Liu Jo sul 22-24, il n 12 sbaglia la battuta e un errore di Fabris regala l’aggancio. Fabris e Ikic si procurano altri due set point, Hill e Guiggi li regalano a Novara che chiude sull’attacco out di Fabris.

Sul 2-1 Igor è Heyrman ad aprire le danze, dall’altra parte Barun continua a martellare. Le centrali e qualche errore di Novara tengono avanti Modena, poi è la Liu Jo a sbagliare e Novara va avanti 12-10. Hill, Barun e l’ace di Signorile danno il 16-13 alle piemontesi. Il duo croato Fabris-Ikic porta Modena a meno uno. È quindi Folie a siglare l’aggancio. Klineman e Guiggi realizzano il 20-19, poi è Barun show da quattro e da due realizza tre punti per il 23-20, Heyrman accorcia, ancora Barun regala tre match-point, Modena ne annulla due con un attacco di Ikic e un ace di Fabris, ma ancora una volta ci pensa Barun a schiacciare il suo 31esimo punto e a regalare a Novara la Coppa.

Comincia la festa dell’Igor trascinata da una sontuosa Barun, ben supportata dall’eccellente prova di Sansonna in seconda linea, dalla consistenza di Guiggi 50% in attacco e 5 muri e dalla buona regia di Signorile. Dall’altra parte non bastano un’ottima Piccinini sia in attacco che in seconda linea, l’ingresso di Ikic e il buon ritorno nel nostro campionato di Ferretti.

Entrambe le squadre hanno comunque dato vita ad una buonissima pallavolo incerta ed equilibrata fino all’ultimo pallone. Domenica ci si rituffa nel campionato e queste due squadre saranno subito in campo l’una contro l’altra. Finora hanno dimostrato di essere le migliori, ma Conegliano, Busto e Casalmaggiore sono formazioni ostiche che lotteranno anche loro fino alla fine per la conquista dello scudetto.

Risultato:

Novara-Modena 3-1 (25-19, 28-30, 30-28, 25-23)

Tabellino Novara: Barun 31 (46% in attacco, 4 muri), Klineman 17 (4 ace), Guiggi 15 (10/20, 5 muri), Hill 13, Chirichella 6 (3 muri), Signorile 3, Sansonna (l); Alberti, Bonifacio. N.e. Bonifacio, Kim, Zanette.

Tabellino Modena: Fabris 24, Piccinini 22 (43% in attacco, 4 muri), Heyrman 9, Folie 6, Rondon 1, Rousseaux, Arcangeli(l); Ikic 9, Ferretti 1, Maruotti 1, Crisanti. N.e: Kostic, Petrachi (l).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *