Roma – Juventus: statistiche al confronto

Il grande giorno è arrivato. Le due big del nostro campionato si affrontano stasera in un match decisivo per lo scudetto. Una non vittoria della Roma sancirebbe una resa definitiva, in anticipo rispetto alle previsioni di inizio stagione e lascerebbe una coda di malcontento difficile da gestire in vista del secondo posto. Viceversa, un successo giallorosso, non solo terrebbe vivo il campionato, ma riporterebbe anche quell’autostima ed entusiasmo che nell’ultimo periodo sono mancati. Di sicuro, i milioni di spettatori che guarderanno l’incontro da qualunque parte del mondo, si aspettano una partita spettacolare, grazie alle giocate di campioni come Totti, Pjanic e Gervinho da una parte e Tevez, Pogba e Morata dall’altra.

buffon

Difesa – La Roma dovrebbe schierarsi con una difesa a quattro: De Sanctis; Torosidis, Manolas, Yanga Mbiwa e Holebas. La Juventus, vista l’assenza di Pirlo e Sturaro e un Pogba acciaccato, dovrebbe presentarsi all’Olimpico con una difesa a tre: Buffon; Caceres, Bonucci e Chiellini. Analizzando le statistiche tra questi che scenderanno in campo, scopriamo che Buffon ha subito 12 reti rispetto alle 15 di De Sanctis. Altro dato interessante sono la percentuale di passaggi riusciti, dote essenziale per un portiere moderno. De Sanctis ne ha effettuati 58.2, mentre Buffon 74.2. Il miglior difensore giallorosso per palle recuperate è Manolas con una media di 17.2 a partita, ma Chiellini lo supera grazie a una media di 20.9. Mbiwa primeggia per passaggi riusciti con una percentuale di 81.6, mentre Bonucci è il migliore dei suoi con 79.3. Infine la difesa giallorossa ha realizzato in totale solo 2 reti rispetto a quella juventina che, pur giocando dietro con un uomo in meno, ha totalizzato 3 reti.

de-rossi

 Centrocampo – La Roma dovrebbe schierarsi con un centrocampo a tre: De Rossi, Nainggolan e Pjanic; mentre la Juventus dovrebbe giocare a cinque con l’apporto di due esterni: Marchisio, Vidal, Pereyra, Evra e Lichtsteiner. De Rossi risulta il migliore in assoluto per palle recuperate grazie a una media pari a 14.8 a partita, mentre tra le fila bianconere prevale Marchisio con 13.9. La percentuale di passaggi riusciti vede gli ultimi due ancora in testa, dove De Rossi primeggia con una percentuale di 82.6 seguito da Marchisio con 79.6. Il centrocampo giallorosso ha realizzato in totale 7 reti, mentre quello juventino, pur giocando con due uomini in più, ha totalizzato ben 13 reti. Se giocasse Pogba al posto di Pereyra questo dato aumenterebbe a 18. Grazie a questi dati, possiamo notare come la Juventus risulti una squadra maggiormente incisiva rispetto a quella giallorossa, la quale, sì fa molto possesso palla, ma perlopiù sono passaggi in orizzontale e quindi poco produttivi ai fini del risultato finale.

Carlos-Tevez-Juventus

 Attacco – Garcia dovrebbe schierare un tridente composto da: Ljajic, Gervinho e Totti; Allegri dal canto suo dovrebbe rispondere con una super coppia: Morata e Tevez. Quest’ultimo è il capocannoniere della serie A con 14 reti che sommate alle 6 di Morata, fanno dell’attacco bianconero uno dei migliori in circolazione. Il tridente giallorosso, soprattutto negli ultimi tre mesi ha avuto grandi difficoltà nel segnare ed è fermo a 15 reti totali. Il migliore attaccante giallorosso risulta essere Ljajic. Il serbo ha una media a partita di: 55.4 palle giocate e un possesso palla di 2’34’’; una percentuale di passaggi riusciti pari a 73.3 ed effettua 6.5 giocate utili; le palle recuperate sono 4.2, mentre quelle perse sono 15.5; totalizza 1.7 assist e tira 2.3 volte verso la porta. Il migliore attaccante juventino è senza alcun dubbio Tevez. L’argentino ha una media a partita di: 56.7 palle giocate e un possesso palla di 2’22’’; una percentuale di passaggi riusciti pari a 69.9 ed effettua 8.4 giocate utili; le palle recuperate sono 5.8, mentre quelle perse sono 18.1; totalizza 1.9 assist e tira 3.6 volte verso la porta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *