Tennis, Acapulco e Dubai: David Ferrer e Roger Federer non tramontano mai

Nei due Atp 500 della settimana sono i veterani David Ferrer e Roger Federer a trionfare. Lo spagnolo batte nella finale di Acapulco Kei Nishikori, lo svizzero affonda Novak Djokovic a Dubai. Rafael Nadal ritrova la vittoria a Buenos Aires sconfiggendo Juan Monaco. In campo femminile Lucie Safarova trova il successo più importante della sua carriera a Doha contro Victoria Azarenka, infine Timea Bacsinszky vince ad Acapulco su Carolina Garcia.

fifth-seeded-david-ferrer-escaped-a-threat-from-slovakian-martin-klizan-at-the-shanghai-rolex-masters-in-china
David Ferrer ad Acapulco conquista il terzo titolo del 2015

ACAPULCO – Il 2015 di David Ferrer è cominciato alla grande, con il terzo trionfo dell’anno. Dopo Doha e Rjo de Janeiro il tennista spagnolo si aggiudica anche il torneo di Acapulco, sconfiggendo in finale Kei Nishikori con il punteggio di 6-3, 7-5. Il giapponese arrivava con cinque successi negli ultimi scontri diretti, ma Ferrer si è dimostrato in un periodo di forma strepitoso. Per l’iberico si tratta del 24esimo titolo in carriera e da oggi rientra nei primi otto della classifica mondiale. Si può consolare ugualmente anche il nipponico con il quarto posto, suo best ranking.

DUBAI – Con una settimana superlativa, Roger Federer conquista con pieno merito il torneo di Dubai per la settima volta. Lo svizzero si impone nell’ultimo atto su Novak Djokovic con il punteggio di 6-3, 7-5 in un ora e 25 minuti di gioco. Nel primo set Roger scappa dal 3-3 al 6-3, mentre nel secondo annulla diverse palle break prima di rubare il servizio al suo avversario sul 5-5 e chiudere per 7-5. Federer alza al cielo il suo 84esimo trofeo della carriera nel circuito maggiore.

BUENOS AIRES – Ritrova il sorriso anche Rafael Nadal che vince per la prima volta l’Atp 250 di Buenos Aires. La finale con Juan Monaco è stata interminabile a causa della pioggia. Il match è iniziato in netto ritardo e in più è stato sospeso per un’ora dopo i primi due game. Alla ripresa, però, il maiorchino non si è lasciato distrarre e nel settimo game del primo set ha ottenuto il break decisivo per poi chiudere sul 6-4. Nel secondo parziale Nadal è stato ancora più concreto e per il padrone di casa argentino non c’è stato niente da fare (6-1). Lo spagnolo centra il 65esimo successo e ritorna al numero 3 del ranking.

DOHA – Dopo tanti piazzamenti di rilievo, vedi la semifinale di Wimbledon del 2014, è arrivato il successo più importante in carriera per Lucie Safarova. Nel Premier di Doha la 27enne si è sbarazzata di tutta la concorrenza, fermando le corse di Stosur, Makarova, Petkovic e Suarez Navarro, prima di spegnere anche i sogni di Victoria Azarenka, finalmente tornata su buoni livelli. In un’ora e 28 minuti con il punteggio di 6-4, 6-3 la ceca interrompe un digiuno di vittorie che durava da settembre 2013 e ottiene il sesto successo in carriera. Il risultato più importante gli consente di raggiungere il suo best ranking con l’undicesimo posto.

ACAPULCO DONNE – Nell’International messicano è la svizzera Timea Bacsinszky che si impone. Le uscite premature delle prime due teste di serie, Sharapova (ritirata in semifinale) ed Errani (fuori agli ottavi), spianano la strada alla 25enne elvetica e a Carolina Garcia, che sono arrivate a contendersi il trofeo nell’atto conclusivo. Timea ha sempre dato l’impressione di essere padrona del match, mentre la francese è apparsa un po intimorita. Il punteggio finale parla da solo, con il 6-3, 6-0 che ha regalato il secondo successo in carriera alla svizzera a distanza di 6 anni, ovvero da Lussemburgo 2009.

Si ferma il circuito maschile in questa settimana, per lasciare spazio ai quarti di finale di Coppa Davis, con l’Italia impegnata in Kazakistan. Nel femminile, invece, due tornei in programma a Kuala Lumpur e Monterrey.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *