Liga, 25^ turno: stop per Atletico e Real, vince il Barça. Poker da sogno per Bueno: è lui il vero protagonista del weekend

Bueno, attaccante del Rayo

Né Messi, né Ronaldo, né Griezmann: per una volta tutte le copertine sono dedicate ad un giocatore sconosciuto ai più e militante in una piccola squadra. Stiamo parlando di Alberto Bueno, 27enne attaccante spagnolo del Rayo Vallecano. Sabato pomeriggio, nel match tra Rayo e Levante, ha segnato 4 gol in 16 minuti. Un record, o quasi: solo Bebeto ha fatto meglio nella storia della Liga (poker in 6 minuti con la maglia del Depor). Finora autore di una discreta carriera, si è ritagliato meritatamente il suo quarto d’ora di celebrità: dopo aver vestito le maglie di Valladolid e Derby (ma anche Real ad inizio carriera), nelle ultime stagioni ha militato nella piccola squadra della capitale e, specialmente quest’anno, sta dimostrando un’ottima costanza di rendimento e una buona media gol. I suoi sogni sono quelli di approdare in una big del calcio spagnolo e giocare in nazionale: probabilmente rimarranno entrambi nel cassetto, ma sicuramente la prossima estate potrà essere richiesto da squadre di media alta classifica. Per il momento si gode il suo momento di gloria, mentre il Rayo sogna la salvezza grazie ai suoi gol. Sono queste le storie che fanno del calcio lo sport più amato: benvenuto nel libro dei record, Alberto Bueno.

Le grandi – Ancora una volta non arriva la man bassa di punti da parte delle big three. Anzi, solo il Barcellona conquista i tre punti, mentre Atletico e Real vengono fermate rispettivamente da Siviglia e Villarreal. La Liga si conferma dunque super competitiva e si può sempre più affermare che le prime sei sono tutte squadre di altissimo profilo. I blaugrana hanno vinto a Granada per 3-1, con le reti di Suarez, Rakitic e Messi. La partita è stata comunque molto complessa e decisa da un  paio di indecisioni della difesa di casa e da un Suarez, versione champions o Liverpool, che è stato autore di un gol e due assist (il primo con la collaborazione di Cala). L’Atletico non è andato oltre lo 0-0 a Siviglia: match molto incandescente, con ben undici ammonizioni. La squadra di Emery ha mostrato un gioco migliore ed è andata vicina al gol in più occasioni, tra cui il palo di Iborra. I colchoneros hanno creato pochi pericoli, con il solo Torres a creare scompigli nella retroguardia avversaria nel finale. Il Real è stato fermato, sorprendentemente ma non troppo, dal Villarreal al Bernabeu. La squadra di Ancelotti ha assediato la porta difesa da un super Asenjo, ma ha trovato la via del gol solo con il rigore di Ronaldo. I submarinos amarillos hanno resistito all’offensiva dei blancos e hanno trovato la via del gol, in una delle poche azioni offensive, con Moreno assistito da Vietto. Il Valencia si avvicina al terzo posto: questa volta è stata la Real Sociedad a cadere al Mestalla. La squadra di Espirito Santo, dopo un primo tempo pieno di errori, si è aggiudicata il match con la doppietta di Piatti. Gli xotos si confermano così una cooperativa del gol e adesso sognare l’accesso diretto in champions non è più pura utopia.

Piatti, attaccante del Valencia
Piatti, attaccante del Valencia

Zona medio bassa – Il Malaga si conferma la settima forza del campionato. Alla Rosaleda finisce 3-2 la sfida con il Getafe, con i gol di Juanmi, Horta (tocco tanto spettacolare quanto scoordinato sotto porta) e Darder (bomba da fuori area). Il turno si era aperto con la vittoria dell’Espanyol sul Cordoba, sempre più ultimo e vicino al ritorno in segunda. Il Bilbao, dopo la cocente eliminazione in Europa League subita dal Torino, ha vinto contro l’Eibar, in crisi totale, grazie alla rete del difensore Gurpegi. Il Rayo, come già detto, ha battuto il Levante per 4-2 grazie a Bueno, mentre finisce a reti bianche tra Almeria e Depor. Per la squadra andalusa le brutte notizie arrivano però dalla giustizia sportiva: nell’ambito del trasferimento di Jacobsen (dall’Aalborg), è stata rilevata una infrazione nei pagamenti e ciò dovrebbe causare una penalizzazione di tre punti. Infine, nel posticipo del Lunedì sera, Celta ed Elche hanno pareggiato per 1-1: alla rete del danese Khron Dehli ha risposto il rigore di Lomban.

Top XI: Asenjo (Vil); Gurpegi (Bil), Dorado (Vil), Kolodziejczak (Siv); Rakitic (Bar), Darder (Mal), Iborra (Siv), Parejo (Val); Suarez (Bar), Bueno (Ray), Piatti (Val). All. Marcelino (Vil).

Asenjo, portiere del Villarreal
Asenjo, portiere del Villarreal

Risultati

Espanyol-Cordoba 1-0 (43′ Gonzalez)
Granada-Barcellona 1-3 (25′ Rakitic, 48′ Suarez, 53′ rig. Rico, 70′ Messi)
Rayo Vallecano-Levante 4-2 (13′ Casadesus, 23′, 32′, 33′ e 38′ Bueno, 85′ Uche)
Almeria-Deportivo 0-0
Malaga-Getafe 3-2 (10′ Juanmi, 55′ e 76′ Vazquez, 57′ Darder, 68′ Horta)
Valencia-Real Sociedad 2-0 (53′ e 56′ Piatti)
Eibar-Athletic Bilbao 0-1 (36′ Gurpegi)
Siviglia-Atletico Madrid 0-0
Real Madrid-Villarreal 1-1 (52′ rig. C. Ronaldo, 64′ Moreno)
Celta Vigo-Elche 1-1 (61′ Khron Dehli, 88′ rig. Lomban)

Classifica

Real Madrid 61; Barcellona 59; Atlético Madrid 54; Valencia 53; Siviglia 46; Villarreal 45; Málaga 41; Espanyol 32, Celta Vigo 32; Athletic Bilbao 30; Rayo Vallecano 29; Real Sociedad, Eibar 27; Getafe 26; Deportivo La Coruña 25; Almería 24, Elche 24; Levante 22; Granada 19; Cordoba 18.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *