Empoli e Genoa si dividono la posta in palio: finisce 1-1 al Castellani

EMPOLI – Al Castellani Empoli e Genoa impattano per 1-1 in un match abulico e condito da poche emozioni. Grifone nel segno di Niang e SarriBand che centra il pareggio con l’ennesimo calcio piazzato andato a buon fine. In classifica l’Empoli, grazie al sesto risultato utile consecutivo, allunga a più nove le lunghezze dalla zona retrocessione mentre il Genoa si insedia al settimo posto a ridosso della zona Europa League ma con una gara da recuperare.

KICK-OFF – Maurizio Sarri conferma il classico modulo 4-3-1-2 con il tandem evergreen Tavano-Maccarone e con Laurini terzino destro che rileva lo squalificato Hysaj. Gasperini, che deve fare a meno dei lungodegenti Ariaudo e Tino Costa, schiera il collaudato 3-4-3 con la sorpresa Bergdich negli undici titolari.

PRIMO TEMPO – Sfida con due squadre dagli obiettivi differenti: l’Empoli per salvarsi, il Genoa per prendere al volo il treno europeo. Subito da registrare al settimo minuto l’infortunio capitato a Tonelli: Sarri lo sostituisce col classe ’93 Federico Barba. Nel primo quarto d’ora si assiste a una partita molto tattica, senza sbocchi e di conseguenza con poche occasioni da gol. Al 21’ si fanno vedere gli ospiti con una discesa di Perotti che dal limite dell’area prova a colpire con un destro a giro con la palla che finisce alta sopra la traversa. Ci riprova il Grifone al 26’ con una volante acrobazia di Niang ma il suo tiro è da dimenticare. Un giro di lancetta e il Genoa va in rete: una lunga rimessa laterale di Bertolacci imbecca Niang che con un sinistro velenoso fulmina in uscita l’ex frentano Sepe e firma l’1-0 momentaneo al Castellani: terzo centro stagionale per l’ex rossonero che sotto la Lanterna si è evoluto in diamante luminoso. Per attendere la reazione empolese bisogna aspettare il 42’: corner di Valdifori che incrocia il colpo di testa di Barba ma la sua conclusione è potente ma imprecisa. Dopo due minuti di recupero si va negli spogliatoi con il Genoa in vantaggio di un gol.

SECONDO TEMPO – Monologo Genoa nella ripresa per cercare di chiudere il match: ci prova Rincon da fuori al secondo minuto ma la sua conclusione è fuori misura. Replica empolese tre minuti dopo con una rasoiata col destro di Maccarone che finisce fuori. L’Empoli non ci sta e all’11’ una progressione di Mario Rui trova l’appoggio di Tavano per il tocco smarcante che libera Verdi che con potenza scaraventa la sfera sull’esterno della rete. I padroni di casa prendono in mano il pallino del gioco: una punizione calciata da Valdifiori pesca Rugani che di testa serve Barba ma il suo tap-in vincente viene anticipato da un intervento prodigioso di Roncaglia che evita l’1-1. Ancora Empoli sugli scudi al minuto 20’ con Mario Rui che, con un tiro dalla distanza, non impensierisce Perin. L’assedio azzurro viene premiato al 21’: il corner calciato da Valdifiori, complice la traiettoria arcuata, impegna severamente Perin che viene anticipato da un tocco sotto porta di Barba che ringrazia e sigla il gol del pareggio. I genoani provano a reagire senza successo al 36’ con un’incursione di Perotti  che imbecca Bergdich ma il tiro del marocchino termina fuori dallo specchio. A quattro minuti dalla fine Maccarone sfiora il gol del 2-1 empolese con una potente conclusione di sinistro che Perin respinge prodigiosamente sopra la traversa. Nei minuti di recupero ci prova infine il rossoblù Bertolacci con la conclusione che termina alta sopra la traversa. Per l’arbitro Maresca di Napoli non c’è più tempo: Empoli-Genoa pareggiano 1-1. Un punticino che fa sorridere più i padroni di casa per la lotta salvezza piuttosto che i genoani di Gasperini che rallentano la corsa all’Europa League.

EMPOLI-GENOA 1-1

EMPOLI (4-3-1-2) – Sepe 6; Laurini 5.5 (33’ st Somma sv ), Rugani 6, Tonelli sv (7’ pt Barba 7), Mario Rui 6; Vecino 5.5, Valdifiori 6.5, Croce 5.5 ; Saponara 5 (10’st Verdi 6.5); Tavano 5, Maccarone 6. All. Maurizio Sarri 6.5. A disposizione: Pugliesi, Bassi, Signorelli, Mchedlidze, Diousse, Piu, Brillante, Zielinski.

GENOA (3-4-3) – Perin 6 ; Roncaglia 6.5, Burdisso 6, De Maio 6; Edenilson 6 (25’ st Izzo sv), Rincon 5.5, Bertolacci 6.5, Bergdich 6.5; Niang 7 (35’ st Borriello sv), Perotti 6.5, Iago Falque 5 (19’ st Kucka 5.5). All. Gian Piero Gasperini 6. A disposizione: Lamanna, Prisco, Tambe’, Marchese, Lestienne, Pavoletti, Mandragora, Laxalt.

BARBA 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Entra a sorpresa dopo solo setti minuti per sostituire il suo compagno di reparto infortunato. Puntuale in molti interventi respingendo l’assalto grifone e decisivo in attacco dove capitalizza un calcio piazzato con un tocco di rapina in area rossoblù: PROVVIDENZA

Ammoniti: Mario Rui (E), Valdifiori (E), Burdisso (G), Bertolacci (G)

Espulsi: /

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli

Assistenti: Giallatini e Pegorin   Quarto ufficiale: Marrazzo   Arbitri addizionali: Damato e Chiffi

Note: Angoli 9-6 per l’Empoli. Recupero 2’ pt, 3’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *