L’Udinese ha più fame del Torino: 3-2 per i bianconeri al “Friuli”

UDINE – Un’Udinese alla ricerca dei tre punti li ritrova contro il Toro, che veniva da dodici risultati utili consecutivi ma oggi ha difettato in grinta e determinazione, soprattutto nel secondo tempo. I ragazzi di Stramaccioni ritrovano un successo interno che mancava da fine ottobre e salgono a 31 punti ed al 12mo posto, quelli di Ventura restano a 36 e scendono all’ottavo.

PRIMO TEMPO: BOTTA QUAGLIARELLA E RISPOSTA DI NATALE – Stramaccioni schiera Kone al fianco di Di Natale, facendo partire in panchina Thereau; Ventura punta sulla coppia Quagliarella-Maxi Lopez, preferisce Farnerud ad El Kaddouri e Bruno Peres a Darmian. La prima fase dell’incontro si caratterizza per vari ribaltamenti di fronte ma poca incisività, finchè al 15’ la situazione si sblocca: Farnerud crossa dalla trequarti per Quagliarella che sfugge ai difensori e insacca di testa. La gioia dei granata dura pochissimo; due minuti dopo l’eterno Di Natale approfitta di un rimpallo in area ospite e batte Padelli con un preciso rasoterra.

di natale

IL TORO CI PROVA MA PASSA l’UDINESE – La partita entra nel vivo, con entrambe le squadre protagoniste ma con l’Udinese più incisiva. Al 25’ Padelli si supera su colpo di testa di Wague, ma sul corner seguente non può nulla: Kone spunta nell’area piccola ed insacca, seppure con una netta deviazione di Molinaro. A quel punto sono i granata ad andare vicinissimi al pari: al 30’ Maxi Lopez manca di un soffio il tap-in su responta di Karnezis, al 40’ Quagliarella fa un gran tiro dalla sinistra,supera il portiere friulano ma centra il palo.

SECONDO TEMPO: 3-1 DEI BIANCONERI – L’avvio di ripresa vede i padroni di casa determinati a difendere il vantaggio e anzi ad incrementarlo. Prima Moretti salva in extremis su Di Natale, subito dopo però Wague sfugge a Glik e segna il 3-1. Il Toro tenta di reagire ma è decisamente più fiacco delle ultime partite. Ventura tenta El Kaddouri per Farnerud e Gazzi per Benassi; i granata sembrano un po’ più vivi, e l’occasione migliore è per Maxi Lopez con Karnezis che respinge di piede.

Thereau Udinese

GOL DI BENASSI MA AL TORO NON BASTA – Ventura sostituisce anche lo stesso Maxi Lopez con Amauri e, poco dopo, i granata trovano il 3-2: Benassi colpisce al volo da fuori area e la palla entra, seppur nettamente deviata da un difensore. Il tempo per rimontare ci sarebbe ma ancora una volta il Toro appare poco incisivo; una occasione arriva da una rovesciata di Amauri, tanto bella quanto centrale. Al 88’ ci prova Molinaro, che devia al volo un cross di El Kaddouri e manda fuori di poco. L’Udinese regge e nel recupero sfiora il 4-2 con Kone, che però spara alto su un bel contropiede. Vincono i friulani e Stramaccioni respira; il Toro interrompe una striscia positiva di tre mesi, ma probabilmente ha già la testa allo Zenit San Pietroburgo per l’Europa League di giovedì.

Giampiero Ventura, allenatore del Torino

UDINESE – TORINO 3-2
Marcatori: pt 15′ Quagliarella (T); pt 17′ Di Natale (U), pt 26′ Molinaro (aut.), st 7′ Wague, st 25′ Benassi (T).
Udinese (3-5-2 ): Karnezis 6.5; Wague 6.5 (st 39′ Bubnjic s.v.), Danilo 5.5, Piris 6; Widmer 6, Allan 6, Pinzi 6.5 (st 31′ Badu s.v.), Guilherme 5.5, Pasquale 5.5 (st 45′ Gabriel Silva s.v. ); Kone 6.5, Di Natale 7. A disposizione: Scuffet, Meret, Fernandes, Perica, Hallberg, Thereau, Geijo, Aguirre. Allenatore: Stramaccioni.
Torino (3-5-2): Padelli 5.5; Bovo 5.5, Glik 5.5, Moretti 5.5; Bruno Peres 5.5, Vives 5, Gazzi 5 (st 18′ Benassi 6), Farnerud 5.5 (9′ El Kaddouri 6), Molinaro 5.5; Maxi Lopez 5 (21′ Amauri 5.5), Quagliarella 6.6. A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Basha, Martinez, Jansson, Maksimovic, Gaston Silva, Darmian. Allenatore: Ventura.
Note: ammonizioni: pt 31′ Gazzi (T), st 20′ Pinzi (U), st 8′ Kone (U).

DI NATALE 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – L’intramontabile attaccante campano si merita mezzo voto in più non solo per il gol ma anche per averlo fatto in un momento delicato, in cui l’Udinese era appena andata sotto alla prima azione del Toro. L’ennesima prova di classe e carattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *