Master Group Volley Cup, diciannovesima giornata: Novara al photofinish su Modena. Ok Casalmaggiore. Bergamo corsara a Busto Arsizio

Novara batte ancora Modena ma solo al tie-break. Casalmaggiore ne approfitta avvicinandosi al secondo posto. Grande impresa di Bergamo che espugna in tre set il campo di Busto Arsizio. Conegliano batte Forlì mentre Firenze stoppa Piacenza. Montichiari supera Scandicci ed ipoteca i play-off.

brinker
Maren Brinker a segno 27 volte nello spareggio play-off tra Montichiari e Scandicci

SPAREGGIO – Ottima prestazione della Metalleghe Sanitars Montichiari che si aggiudica in quattro set lo spareggio contro la Savino del Bene Scandicci per l’ingresso nei play-off. Ora le lombarde quando mancano tre giornate al termine del campionato hanno sette punti di vantaggio sulle toscane e visto il calendario non dovrebbero aver problemi a realizzare i tre punti che mancano alla matematica certezza di entrare nella post season. Nello scontro diretto partono meglio le ospiti che vincono il primo set e si portano in vantaggio per 14-16 nel secondo, poi un parziale di 11-1 premia le padrone di casa che si sbloccano definitivamente e agguantano in scioltezza terzo e quarto parziale. Mattatrice dell’incontro una sontuosa Maren Brinker autrice di 27 punti con il 48% offensivo, 4 muri, 4 ace e la solita buona performance in ricezione dove chiude con il 50% di perfette, bene anche Gioli a quota 17 con il 58% in attacco e 5 muri. Dall’altra parte non bastano i 22 di Vanzurova con il 49% offensivo.

PRIMO POSTO – L’Igor Gorgonzola Novara replica il successo sulla Liu Jo Modena e dopo la vittoria in Coppa Italia vince al tie-break in campionato ed ipoteca il primo posto portandosi a +7 sulle emiliane. Il primo set se lo aggiudica Novara in volata, il secondo è un monologo per le padrone di casa che partono 9-0 e tengono alto il ritmo fino al 2-0 nei set. Arriva quindi la reazione delle ospiti che prima accorciano e poi impattano aggiudicandosi a quota 19 terzo e quarto parziale. Sul 2-2 il tie-break è al cardiopalma e premia le piemontesi con due punti di scarto. Novara trova in Barun e Klineman due ottime bocche da fuoco entrambe a quota 24, l’opposto croato con il 42% in attacco e 3 ace, la banda americana con il 40% offensivo e 5 muri, l’assenza di Hill per attacco influenzale è coperta dalla buona prova di Partenio che chiude a quota 12. Dall’altra parte della rete molto bene Rousseaux miglior marcatrice delle sue con 21 punti di cui 3 a muro, Fabris che ne realizza 19 con il 44% e Folie a segno 15 volte con l’81% in attacco.

barun
Katarina Barun ancora decisiva nella vittoria di Novara su Modena

FACILE – Nessun problema per la Pomì Casalmaggiore che stende 3-0 il fanalino di coda Zeta System Urbino. Le casalasche approfittano della sconfitta della Liu Jo e si avvicinano ad un solo punto dal secondo posto. Senza storia la partita con tre giocatrici in doppia cifra per le padrone di casa le due bande Gennari e Tirozzi entrambe a quota 15 con sensazionali percentuali in attacco 54% la prima e 56% la seconda, chiude a quota 10 Ortolani. Dall’altra parte non basta Lestini quota 9 per lei.

QUARTO POSTO – Grandissima lotta per il quarto posto con quattro formazioni impegnate a cercare la miglior posizione in vista dei play-off. Questa settimana è l’Imoco Conegliano ad occuparlo grazie al 3-1 sul Volley 2002 Forlì. Nonostante una partenza lenta che ha portato le romagnole in vantaggio con un secco 25-16 le padrone di casa si sono riprese subito e non hanno lasciato scampo nei restanti tre set alle ospiti. Come sempre è Nikolova a trascinare le pantere con 21 punti ed il 49%, in doppia cifra anche Ozsoy a quota 14 e Barcellini a quota 10 (9/14 in attacco). Per Forlì ok Aguero con 15 e Koleva con 13.

L’Unendo Yamamay Busto Arsizio, dopo aver vinto mercoledì 26 il recupero contro Urbino, è caduta in casa contro un’ottima Foppapedretti Bergamo. Le biancorosse, con la testa probabilmente proiettata al ritorno di Champions League a Mosca (l’andata è finita 3-0 per le ragazze di Parisi), sono mancate nei momenti caldi della sfida a differenza di Bergamo che si è dimostrata più cinica nei finali di set. Per le padrone di casa bene Perry a segno 14 volte con il 52% offensivo, 10 punti per Diouf. Dall’altra parte della rete mattatrice dell’incontro Plak con 21 punti ed un ottimo 53%, in doppia cifra anche Loda che chiude a quota 11 e riceve con il 53% di perfette.

bergamo
La Foppapedretti Bergamo esulta per la vittoria al PalaYamamay di Busto Arsizio

Scivola al sesto posto, anche se a soli tre punti dall’Imoco, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza che inciampa, come nel girone d’andata, contro Il Bisonte Firenze, stavolta addirittura per 3-0. Primo set senza storia con le toscane indiscusse padrone del campo, poi Piacenza entra in partita ma non basta perché Firenze nei finali dei set è più fredda e non lascia scampo alle emiliane. I 17 punti a testa per Calloni chirurgica in attacco (12/18) e presente a muro (5) e Pascucci al 45% in attacco sono decisivi per l’affermazione e la vittoria acquisisce ancor più valore perché conquistata senza l’acciaccata Turlea. Tra le ospiti molto bene Kozuch a referto 17 volte con il 67% e Wilson 10 punti con il 57%.

Risultati 19^ giornata:

Il Bisonte Firenze – Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 3-0 (25-18; 25-23; 29-27)

Imoco Volley Conegliano – Volley 2002 Forlì 3-1 (16-25; 25-18; 25-19; 25-15)

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Foppapedretti Bergamo 0-3 (25-27; 23-25; 22-25)

Igor Gorgonzola Novara – Liu Jo Modena 3-2 (25-23; 25-11; 19-25; 19-25; 15-13)

Pomì Casalmaggiore – Robur Tiboni Urbino 3-0 (25-17; 25-8; 25-16)

Metalleghe Sanitars Montichiari – Savino Del Bene Scandicci 3-1 (21-25; 25-17; 25-19; 25-17)

Classifica: Novara 49, Modena 42, Casalmaggiore 41, Conegliano 35, Busto Arsizio 34, Piacenza 32, Bergamo 31, Montichiari 28, Scandicci 21, Firenze 20, Forlì 5, Urbino 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *