Liga, 26^ turno: KO Real e il Barça torna in vetta. Il big match Atletico Valencia finisce 1-1, volano Siviglia e Villarreal

Messi&Suarez

È crisi Real. È vero che ci sono squadre molto più in crisi e con problemi molto più gravi, ma per il Real, la squadra campione d’Europa e del mondo in carica, le 3 sconfitte in poco più di due mesi rappresentano un bel campanello d’allarme. Se poi a tutto ciò si aggiunge il sorpasso del Barcellona e l’imminente clasico, ecco spiegati i motivi per cui intorno ad Ancelotti il clima si fa rovente. La BBC è in crisi di gioco e di marcature (rispetto ai suoi straordinari standard ovviamente) e il confronto tra Ronaldo e Messi è impietoso in questo ultimo periodo: la pulga ha messo a segno 10 reti in più e ha raggiunto il portoghese in vetta alla graduatoria dei marcatori con 30 reti. Tra l’altro nella goleada del Barça sul Rayo, Messi ha stabilito il record di hat trick nella liga (24). La lotta per il titolo sembra comunque ristretta a blancos e blaugrana, in quanto l’Atletico non riesce ad avere costanza di rendimento: dopo il pareggio contro il Valencia, sono ben 7 i punti che dividono i colchoneros dalla vetta.

Zona alta – Il Real crolla a Bilbao. Al San Mames i blancos vengono sconfitti 1-0 dai padroni di casa: decide la rete di Aduriz. La squadra di Valverde, altalenante più che mai in questa stagione, fa vedere il meglio di sé nella sfida contro i campioni d’Europa: probabilmente, dopo la vittoria sul Napoli, è stata la miglior prestazione stagionale dei baschi. Il Real ci ha capito poco o nulla, andando vicino al gol solo con una magia di Bale che coglie il palo da 40 metri. Il Bilbao ha meritato il successo, grazie ad un’ottima organizzazione difensiva (con un Exteita straordinario) e a tanto carattere. Il Barcellona ne approfitta e vola in testa al campionato. Nelle precedenti occasioni aveva più volte fallito l’occasione per tornare in vetta, in questo turno invece gli uomini di Luis Enrique hanno triturato il Rayo: 6-1 il punteggio finale (ma sarebbe potuto essere anche più largo) con Messi e Suarez in grande spolvero. L’uruguayano è entrato finalmente nel meccanismo blaugrana ed ora per tutti sarà davvero difficile fermare questa macchina infernale quale è la MSN. L’Atletico pareggia ancora ed ora la vetta dista 7 punti. Il match contro il Valencia non era per nulla facile, anzi gli xotos con un successo avrebbero superato i colchoneros al terzo posto. Però la squadra di Simeone ha gettato al vento la partita: dopo il vantaggio di Koke, le occasioni per il raddoppio sono state tante e l’errore di Tiago a porta vuota grida ancora vendetta. Ed infatti pochi minuti dopo è arrivato il pareggio in mischia di Mustafi. Il Valencia è sempre più vicino a diventare la quarta big del campionato grazie all’ottimo lavoro di Espirito Santo. In zona europa league si confermano alla grande Siviglia e Villarreal. Gli andalusi hanno superato il Deportivo al Riazor per 4-3 con un super Vitolo; i submarinos amarillos hanno superato agevolmente il Celta grazie agli ottimi attaccanti Moreno, Giovani e Vietto, ispirati da un grande Pina.

Aduriz, attaccante dell'Athletic
Aduriz, attaccante dell’Athletic


Zona medio bassa – Il turno si era aperto col match salvezza tra Levante ed Eibar. Gli ospiti, dopo il vantaggio di Berjon, hanno subito la rimonta degli andalusi firmata Uche e Barral: adesso per la matricola basca le sconfitte consecutive sono 7. Nell’altro match per evitare la retrocessione, l’Elche ha superato l’Almeria con la rete di Rodriguez, su grande assist di Jonathas. Il Granada coglie un successo tanto prezioso quanto inaspettato: 1-0 al Malaga (autogol di Camacho) e speranze di salvezza riaccese dopo un periodo estremamente negativo. Gli uomini di Gracia, ormai saldamente al settimo posto, hanno offerto una prestazione decisamente deludente, sottovalutando probabilmente l’orgoglio del Granada. La Real Sociedad chiude invece il discorso salvezza col successo sull’Espanyol. La vittoria porta la firma di Canales, ma Moyes dovrà offrire una cena, se non due, a Casilla per il regalo recapitato al suo trequartista. Infine nel posticipo del Lunedì, il Getafe ha superato in trasferta il Cordoba: l’increbile autogol di Vico e la rete (nel recupero) di Rodriguez hanno reso vano il bel gol di Andone. Adesso per gli uomini di Djukic la salvezza diviene davvero un miraggio.

 

Top XI: Iraizoz (Bil); Musacchio (Vil), Etxeita (Bil), Mustafi (Val); Koke (Atl), Pina (Vil), Rico (Bil), Vitolo (Siv); Messi (Bar), Suarez (Bar), Moreno (Vil). All. Valverde (Bil).

Vitolo, esterno del Siviglia
Vitolo, esterno del Siviglia

RISULTATI

Levante-Eibar 2-1 (55′ Berjon, 65′ Barral, 67′ Uche)
Deportivo-Siviglia 3-4 (28′ e 62′ Riera, 33′ e 52′ Vitolo, 65′ rig.Gameiro, 83′ aut. Sidnei, 93′ rig. Perez)
Athletic Bilbao-Real Madrid 1-0 (26′ Aduriz)
Elche-Almeria 1-0 (6′ Rodriguez)
Granada-Malaga 1-0 (57′ aut. Camacho)
Barcellona-Rayo Vallecano 6-1 (5′ e 91′ Suarez, 49′ Pique, 56′ rig., 63′ e 68′ Messi, 81′ rig. Bueno)
Real Sociedad-Espanyol 1-0 (38′ Canales)
Villarreal-Celta Vigo 4-1 (41′ Giovani, 45’+1′ Musacchio, 50′ Fernandez, 73′ Vietto, 84′ Moreno)
Atletico Madrid-Valencia 1-1 (33′ Koke, 79′ Mustafi)
Cordoba-Getafe 1-2 (77′ Andone, 87′ aut. Vico, 92′ Rodriguez)

CLASSIFICA

Barcellona 62; Real Madrid 61; Atlético Madrid 55; Valencia 54; Siviglia 49; Villarreal 48; Malaga 41; Athletic Bilbao 33; Celta Vigo, Espanyol 32; Real Sociedad 30; Rayo Vallecano, Getafe 29; Eibar, Elche 27; Deportivo, Levante 25; Granada 22; Almeria 21; Cordoba 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *