Napoli – Inter, le pagelle: Hamsik assist e goal, Icardi zittisce il San Paolo

NAPOLI (4-2-3-1)

ANDUJAR 6 Ha davvero poche colpe su entrambi i goal subiti. Anzi nel primo tempo incanta Palancio facendogli perdere il tempo giusto per calciare in porta.

HENRIQUE 4.5 – Il brasiliano stasera fa due assist, un gran cross che serve Hamsik per l’1-0 e, a cinque dal termine, un altro più importante a Palacio. Solo che gioca con l’Inter. C’è altro da dire?

ALBIOL 6 – I due goal subiti non sono colpa né dello spagnolo né di Koulibaly che, sostanzialmente, rischia soltanto contro Icardi, dimenticandoselo sull’uno a zero per i suoi.

KOULIBALY 6 – Stesso discorso per lui, gioca con la solita fisicità e praticamente annulla l’attacco avversario.

STRINIC 5.5 – Spinge quando può, anche se non è perfetto in fase difensiva.

INLER 6.5 – Approfitta dell’infortunio accorso a Gargano per tornare titolare e non sfigura, anzi. Una prestazione così probabilmente lo svizzero non l’ha mai davvero sfoderata. Addio ai soliti tiracci, insicurezze e paure facendo posto ad un Inler spavaldo e coraggioso.

D.LOPEZ 6– Una vita da mediano, come cantava quell’interista di Ligabue. Non si vede ma c’è, non è Mascherano, ma comunque c’è. E’ troppo stanco per rincorrere gli avversarsi dopo il pareggio nerazzurro, ma le colpe non sono sue.

CALLEJON 5 – Possiamo continuare a difenderlo elogiando le sue grandi doti difensive oltre che offensive, ma la verità è che i soldoni spagnoli, l’eroe che dopo l’esodo torna in patria e, in definitiva, la concorrenza di Gabbiadini, hanno ormai smarrito il vero esterno ex Real. Forse siamo troppo severi? Ci perdoni Callejon, che ci ha abituati a ben altro. (42’ ST MESTO SV)

HAMSIK 7 – Goal ed assist. Cosa bisogna chiedergli di più? Ah, vero. Il silenzio al momento del cambio, l’ennesimo, anche quando gioca bene. Chiunque sarebbe sbottato, ma lui ancora no. Un primo tempo dove sbaglia due passaggi clou ad Higuain, ma poi sfodera tutto il suo repertorio, incantando il San Paolo. ( 36’ ST GABBIADINI SV)

MERTENS 6.5 – Scintille nel primo tempo, sbuca dappertutto ed è davvero infermabile. Ha la colpa di concretizzare poco ed è ovvio che nel secondo tempo non ha le energie per affondare. (27’ ST DE GUZMAN SV)

HIGUAIN 6.5– Una partita di sacrificio, gioca bene nel primo tempo divorandosi un goal già fatto a porta quasi vuota, facendosi poi perdonare nel secondo con un gran goal.

All.BENITEZ 5 – La sua formazione domina per tutta la gara, non concedendo quasi mai nulla all’avversario. Dopo il secondo goal il suo Napoli cambia faccia, trema davanti alle offensive degli avversari, si abbassa troppo, difende male e subisce la rimonta. Tatticamente Mancini l’ha completamente distrutto e ci ha messo soltanto quindici minuti.

INTER (4-3-2-1)

HANDANOVIC 6.5 – Non si fa trovare mai impreparato quando i vari Higuain ed Hamsik assalgono la sua porta. Non può nulla né sul primo né sul secondo goal azzurro.

SANTON 5 – Il Napoli crea la maggior parte delle sue azioni sulla sua fascia di competenza. Okay, spinge quando può, ma deve decisamente correggere la sua fase difensiva. Mertens l’ha completamente annichilito

RANOCCHIA 5.5 – Capo espiatorio quando la sua Inter perde, stasera il capitano è il minore dei male lì in difesa. Anzi, salva due volte su Mertens e poi su Higuain dimostrando che il problema non è soltanto lui

J.JESUS 5 – Commette un fallo ingenuo nei primi minuti di gioco che lo tiene frenato sulle marcature per tutta la gara. Inoltre si dimentica completamente di marcare Hamsik in occasione del primo goal. (38’ ST PUSCAS SV)

D’AMBROSIO 5 – Un primo tempo discretamente buono, nel secondo sparisce completamente e manda in campo la sua controfigura.

BROZOVIC 4.5 – L’Inter ha praticamente giocato con un centrale di centrocampo in meno. Non si vede per tutta la gara e, per diventare il ‘grande centrocampista richiesto da Mancini’ ci vuole ben altro. (19’ ST HERNANES 5Cambia il calciatore, ma non la qualità in campo.)

MEDEL 6.5 – Il solito mastino a centrocampo, anche se fatica a chiudere le avanzate delle offensive partenopee. E’ sempre troppo solo.

GUARIN 5 – La sola voglia, grinta e velocità non bastano. Un buon primo tempo, ma il colombiano commette molti falli e, in occasione del secondo goal, subisce il tunnel che permette ad Hamsik di servire comodamente Higuain.

SHAQIRI 6 – il più in forma dei suoi, ma tanto fumo e niente arrosto. Cala nel secondo tempo

PALACIO 7 – Segna dopo una mischia nell’area avversaria e si procura anche un rigore. Mica male per un trentatreenne? Il migliore dei suoi.

ICARDI 6.5 – Non si vede per tutta la gara, tranne per un colpo di testa a lato nel primo tempo. Dopo una partita anonima, a cinque minuti dal termine, delizia con un cucchiaio su rigore che vale il pareggio

All.MANCINI 6.5 – Sbaglia settantacinque minuti di gara, poi la svolta: indovina i cambi e con la sua Inter a trazione anteriore riesce ad agguantare il pareggio al San Paolo sotto di due goal. Ma c’è ancora molto da lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *