Milan, Inzaghi all’ultima spiaggia?

MILANO – Mancano circa 24 ore alla partita del Milan sul campo della Fiorentina ma è un Inzaghi furioso (possa Ariosto aver pietà di questa citazione) e pronto ad attaccare quello che parla in conferenza stampa. Questo è ancora il suo Milan e ci tiene a ribadirlo senza mezzi termini.

sarri2

“SARRI? CI RIDO SOPRA” – È questa una delle risposte che il tecnico rossonero dà ai giornalisti quando gli chiedono delle voci che vorrebbero il tecnico dell’Empoli vicino alla panchina rossonera. “Notizia falsa, poco carina e irrispettosa” la risposta di Super Pippo, che è solo concentrato sulla partita di domani sera. E fa bene ad esserlo, perché quella al Franchi sembra davvero l’ultima spiaggia per Mister Inzaghi, che ha ancora un anno di contratto ma potrebbe saltare molto prima se i risultati non dovessero arrivare. Il Milan dell’ex punta arriva da un brutto pareggio contro il Verona, dato per finito fino al 90esimo e in grado di trovare il 2-2 che ha fatto precipitare nuovamente i rossoneri nel baratro.

Mattia+Destro+AC+Milan+v+Parma+FC+Serie+fnBB9pSldRUl

DESTRO O NON DESTRO? – Dopo Ariosto, scomodiamo un maestro delle opere teatrali come Shakespeare per cogliere il frutto del problema rossonero: le punte. In questa stagione mancano solo il giardiniere e il magazziniere del Milan e poi Inzaghi le ha provate tutte per trovare una soluzione. L’unico (che poi punta non è) che ha trovato una gran stagione lì davanti è Menez, che ha salvato capra e cavoli. I vari Niang, Pazzini, Torres e Destro hanno solo fatto da spettatori non paganti in attacco, bagnando le polveri dei cannoni rossoneri e sparando a salve. Paradossale come Niang e Torres, liberatisi del fardello rossonero, abbiano ritrovato la via del gol con Genoa e Atletico Madrid. Se domani sera a Firenze scenderà o meno Destro, forse nemmeno l’Altissimo lo sa, ma Inzaghi spera di trovare il bandolo della matassa per non perdere la panchina rossonera.

E QUINDI? – Che Milan vedremo domani sera allora? Se lo chiedessimo a J.J.Abrams (se non sapete chi sia, in punizione dietro la lavagna per i prossimi 10 anni. Dai vi aiutiamo, è l’autore del telefilm machiavellico Lost) forse nemmeno lui potrebbe indovinare e lui, di trame complicate, ne sa qualcosa. Inzaghi non aiuta molto con le sue dichiarazioni a svelare l’arcano: “Davanti ho l’imbarazzo della scelta, quello che sta fuori deve pensare di far bene quando entra, come sempre è successo. Deciderò domani chi gioca perché tutti mi hanno dato grandi risposte”. In pratica lo scopriremo domani nel tardo pomeriggio. Sperando per Super Pippo che non sia l’ultima spiaggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *