La juve passa a Dortmund per 3 a 0, le pagelle del match

tevez-539x404

Dortmund – La Juve domina a Dortmund con le magie dell’Apache. Passerella per l’argentino che termina la partita con due gol e l’assist vincente per Morata.

BORUSSIA DORTMUND

WEIDENFELLER (5,5) – Incolpevole il tedesco sul primo tiro di Tevez al 3′ che gela il Westfalenstadion. La sua prestazione comunque sotto le aspettative, non decisivo.

SOKRATIS (5,5) – Fuori posizione, cerca di sopperire ad una generalizzata opaca fase difensiva da parte dei gialloneri; bravo ad adattarsi nel cambio fascia attuato da Klopp al 45′.

SUBOTIC (5,5) – Da un big del suo calibro ci si attende sempre la lucidità mentale dei grandi campioni, ma questa è una stagione grigia per il reparto. Scomparso.

HUMMELS (6) – E’ il baluardo della Germania. Nel tracollo generale si distingue nella sufficienza, ma non basta per frenare l’Apache.

SCHMELZER (5,5) – Spinge molto nella prima fase della partita, mettendo in difficoltà la corsia di Lichsteiner. La sua prestazione sbiadisce man mano che passano i minuti. (Esce al 45′ per Kirch).

BENDER (5) – Silenziosa la prova del tedesco. La sua fase di impostazione si affossa nel possesso palla sterile del Borussia, con una colpevole assenza di verticalizzazioni. (Esce al 63′ per Ramos).

GUNDOGAN (5,5) – Non riesce ad incidere come dovrebbe; prestazione opaca come tutto il centrocampo tedesco d’altronde.

MKHITARYAN (5) – La sua unica fiammata si infrange contro il muro di Barzagli nella ripresa. Non pervenuto.

KAMPL (5,5) – Le sue offensive nella prima parte di gara mettono in difficoltà la corsi di Evra, ma anche lui si affossa nella fase difensiva bianconera, ottima nel chiudere gli spazi ed accorciare.

REUS (6) – Le sue ripartenze sono la reminiscenza della dinamicità del vecchio Dortmund. Il fuoriclasse non ancora esodato; il suo gol all’andata ha permesso al Borussia di sognare per quasi un mese. Questa sera il tedesco non incide, merito anche di un’ottima fase difensiva bianconera.

AUBAMEYANG (5) – Il gabonese è un fantasma in mezzo al campo. Le sue incursioni sono quasi inesistenti. E’ l’outsider incompiuto. Inconsistente.

 

JUVENTUS

BUFFON (6) – Quasi normale amministrazione. Viene chiamato in causa in due occasioni nella ripresa e si fa trovare pronto. Invincibile.

LICHSTEINER (6,5) – Ottima la prestazione dello svizzero, con un grande apporto di fisicità e corsa. Dà il suo meglio (come sempre) nel 3-5-2. Stantuffo.

BONUCCI (6) – Buona la fase di gestione del possesso palla con il cambio di modulo. Preciso e puntuale.

CHIELLINI (6) – L’erroraccio dell’andata è ormai solo un brutto ricordo. Si sposta a 3 in difesa con l’uscita di Pogba e ritorna quasi impeccabile. Bentornato.

EVRA (6,5) – Il francese è uno dei migliori in campo. La sua esperienza agonistica si palesa pienamente. Sbaglia poco ed è presente sia in fase difensiva che offensiva. Elegante.

VIDAL (7) – L’abbiamo visto a tratti quest’anno , con prestazioni altalenanti e non sempre convincenti. Questa sera il cileno è tornato quello di un tempo. Presenza fisica imponente in fase difensiva e un apporto fondamentale nelle incursioni centrali. King Arthur.

MARCHISIO (6) – Porta con onore sulle spalle il peso tremendo di Vice – Pirlo. Assolve con dovere e giustezza il compito, conducendo per mano la Juve ai quarti. Principino.

POGBA (6) – Sfortunato il francese, il quale si infortunia in seguito ad un brutto contrasto con Sokratis al 26′. (Esce al 26′ per Barzagli).

PEREYRA (6,5) – Ottimo il suo apporto in fase offensiva. Le sue ripartenze centrali sono un pericolo costante, che mettono in difficoltà la difesa tedesca. Bravo anche ad interpretare il 3-5-2.

TEVEZ (8) – La sua prestazione sfiora la perfezione. Due gol ed un assist non sono sufficienti per descriverla. Corre ovunque e dispensa tanta qualità. E’ il connubio perfetto tra grinta e classe. L’Apache. (Esce al 81′ per Pepe)

MORATA (7) – Prestazione non perfetta, ma impreziosita lo stesso dal gol. Si perde un po’ in qualche dribbling azzardato, ma è ottimo nelle ripartenze grazie alle sue accelerazioni. Bomber. (Esce al 78′ per Matri).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *