Liga, 28^ turno: Mathieu e Suarez firmano il successo del Barça nel clasico. Volano Valencia e Siviglia, sprofonda il Cordoba

Suarez, stella blaugrana

 

Clasico – Ieri sera il mondo si è fermato: è andato di scena il clasico. Trasmesso in tutti i paesi e persino in aereo, Barcellona-Real è attualmente la partita più spettacolare e più attesa al mondo. Le due squadre più ricche, con più fuoriclasse e soprattutto con i due giocatori più forti del pianeta. È andato in gol solo Ronaldo, ma la vittoria è andata a Messi e ai suoi compagni. Il match ha deluso leggermente le aspettative, in quanto per alcuni tratti le squadre si sono annullate a vicenda. Però c’è stato grande spettacolo, grandi giocate e tre grandi gol. L’inizio della partita è appannaggio del Barcellona, ma la prima grande occasione è la traversa colpita da Ronaldo al termine di un contropiede. Al 19′ arriva il vantaggio dei blaugrana: punizione divina di Messi che Mathieu spizza di testa alle spalle di Casillas. Reagisce il Real, che al 31′ trova la rete grazie all’asse Modric, Benzema, Ronaldo: Bravo non può nulla sulla conclusione del portoghese e Ancelotti può esultare. Il finale del primo tempo vede i blancos arrembanti e i blaugrana in confusione. Nella ripresa, dopo un’altra fase di studio, arriva l’episodio decisivo: lancio perfetto di Dani Alves, stop e tiro incrociato di Suarez e Barcellona di nuovo in vantaggio. Il Real reagisce con un paio di conclusioni di CR7 ben respinte da Bravo, mentre il Barcellona punge in contropiede con la MSN, che però non trova mai il bersaglio. Nel finale, seppur con qualche cambio discutibile (Varane, Lucas Silva), il Real si butta in avanti ma il punteggio non cambia più. È trionfo e soprattutto minifuga blaugrana: 68 punti per il Barcellona, 64 per il Real Madrid. Adesso la Liga è in mano alla squadra di Luis Enrique.

Mathieu, difensore del Barça
Mathieu, difensore del Barça

Zona alta – Nel frattempo Valencia e Atletico Madrid si avvicinano al Real. Gli xotos sono addirittura a -4 dalla banda di Ancelotti. Nell’anticipo del venerdì, è arrivato il successo per 4-0 in casa dell’Elche. Reti firmate dall’ottimo portoghese Andrè Gomes, da Paco Alcacer (che sembra essersi sbloccato dopo il periodo di digiuno) e dal solito Otamendi, difensore goleador. A questi si è aggiunta l’autorete di Roco. La squadra di Espirito Santo non si ferma più. L’Atletico, dopo le recenti difficoltà, ha superato per 2-0 il Getafe, nel miniderby giocatosi al Calderon. Reduce dalle fatiche di champions, Simeone ha optato per un parziale turn over ed è stato ripagato, visto il gran gol firmato da Torres. Il 2-0 arriva grazie a Tiago, bravo a risolvere una mischia dopo un calcio da fermo. L’altro big match della giornata è andato in scena al Madrigal, dove si sono affrontate, per la terza volta in dieci giorni, Villarreal e Siviglia. E per la terza volta ha avuto la meglio la squadra andalusa: dopo il doppio successo in Europa league, il Siviglia ha superato ancora i submarinos amarillos con le reti di Coke e Vitolo. Quest’ultimo si è confermato l’uomo più in forma nelle fila andaluse: con Bacca sta costituendo una delle coppie più prolifiche dell’ultimo periodo, nonché una delle più temute in Europa League.

Vitolo, esterno del Siviglia
Vitolo, esterno del Siviglia

Zona medio bassa – Il Bilbao si conferma la squadra più in forma del campionato spagnolo: nel match contro l’Almeria, è arrivato il sesto successo consecutivo per la squadra di Valverde. I gol sono stati segnati da Exteita e Rico: adesso l’obiettivo settimo posto (che garantirebbe la qualificazione in Europa League anche in caso di sconfitta in finale di copa del re) non è più utopia per i baschi.  Proprio il settimo posto è occupato momentaneamente dal Malaga, che però nell’ultimo turno è incappata in una sconfitta sul campo del Rayo Vallecano. Kakuta, che sta disputando una buona stagione dopo averne fallite molte, ha deciso il match con un bel colpo di testa su assist di Bueno. Il Celta Vigo ha ritrovato la vittoria, dopo due ko, superando in trasferta il Malaga, mentre la Real Sociedad ha ottenuto la terza vittoria consecutiva battendo il Cordoba. Dopo la rete iniziale di Andone, gli uomini di Moyes hanno ribaltato la situazione (favoriti anche dalla superiorità numerica) con i gol di Agirretxe, Castro e persino Finnbogason, che ha trovato la prima rete in campionato. Il Cordoba ha adesso un piede e mezzo, se non due, in segunda. Infine si sono concluse a reti inviolate i match Granada – Eibar e Depor – Espanyol.

Agirretxe, attaccante della Real Sociedad
Agirretxe, attaccante della Real Sociedad

Top XI: Bravo (Bar), Otamendi (Val), Piquè (Bar), Mathieu (Bar); Vitolo (Siv), Gomes (Val), Kakuta (Ray), Castro (Soc); Suarez (Bar), Agirretxe (Soc), Torres (Atl). All. Luis Enrique (Bar).

Risultati

Elche-Valencia 0-4 (44′ André Gomes, 57′ Alcácer, 71′ aut. Roco, 90′ Otamendi)
Atlético Madrid-Getafe 2-0 (3′ Torres, 44′ Tiago)
Rayo Vallecano-Málaga 1-0 (22′ Kakuta)
Levante-Celta Vigo 0-1 (86′ Charles)
Athletic-Bilbao-Almería 2-1 (9′ Etxeita, 26′ Rico, 47′ aut. Balenziaga)
Granada-Eibar 0-0
Deportivo-Espanyol 0-0
Villarreal-Siviglia 0-2 (49′ Coke, 65′ Vitolo)
Real Sociedad-Córdoba 3-1 (12′ Andone, 33′ Agirretxe, 75′ Castro, 92′ Finnbogason)
Barcellona-Real Madrid 2-1 (19′ Mathieu, 31′ C. Ronaldo, 56′ Suarez)

Classifica

Barcellona 68; Real Madrid 64; Valencia 60; Atletico Madrid 59; Siviglia 55; Villarreal 49; Malaga 44; Athletic Bilbao 39; Real Sociedad 36; Celta Vigo, Rayo Vallecano 35; Espanyol 34; Getafe 29; Eibar 28; Elche 27; Deportivo 26; Almeria, Levante 25; Granada 23; Cordoba 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *