Milan, rientra l’emergenza in difesa

1133215-mexesArrivano belle notizie dall’infermeria di Milanello. Sorride Inzaghi, che dopo una stagione costernata da infortuni, sembra finalmente aver recuperato quasi tutti i suoi giocatori. La difesa la più colpita, gli innesti del mercato di gennaio, infatti, sono serviti proprio a rimpolpare quel reparto sempre più a pezzi. Antonelli, Bocchetti e Paletta, subito in campo, per sopperire alle assenze importanti. Comunque contati gli uomini a disposizione del tecnico, inevitabile quindi parlare di emergenza.

Le ha provate proprio tutte Inzaghi, accusato di non avere un’idea di squadra, perché ogni settimana la formazione vista in campo era diversa, scelte obbligate, non dimentichiamolo! In principio erano Alex-Rami, poi Rami-Zapata e ancora Mexes-Alex, idee poco chiare? No, infortuni. Per non parlare delle fasce, Abate nel suo momento migliore messo ko prima da una tendinopatia, poi da una lesione muscolare. De Sciglio, che il campo lo vede solo per le prime dodici giornate, Bonera e Zaccardo, che in più di un’occasione hanno risposto presente, ma figuranti spesso nel catalogo assenti a causa dei vari acciacchi.

E allora, forse, quello delle assenze non era un alibi.Voti-Fantacalcio-Serie-A-pagelle-Gazzetta-dello-Sport-anticipi-18a-giornata

Ora le notizie sono buone, l’infermeria si sta svuotando. Al recupero di Abate, Alex e Albertazzi, si aggiunge anche quello di
De Sciglio e Zapata che, dopo la pausa per le Nazionali, saranno di nuovo a disposizione. I due difensori, infatti, sono tornati ad allenarsi con il gruppo e sperano di ritagliarsi nuovamente un posto da titolare. Restano indisponibili solo Rami e Zaccardo. Per il rush finale il tecnico rossonero potrà contare su quasi tutti i suoi titolari, vicino al recupero, infatti, anche capitan Montolivo.

In via Aldo Rossi, però, si lavora già per il futuro, i temi caldi sicuramente il riscatto di Destro e il destino di Inzaghi. Tutto ancora poco chiaro, per quando riguarda il centravanti di Ascoli Piceno, si ipotizza un addio più che una conferma. La Roma chiede 17 milioni di euro e il Milan lo sapeva, ma le priorità adesso sono altre. E Inzaghi? Ai posteri l’ardua sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *