Cagliari-Lazio 1-3: i biancocelesti calano la settima

Klose, Biglia e Parolo e la Lazio espugna il Sant’Elia. 3-1 e settima vittoria consecutiva dei biancocelesti che allungano a +8 sul Napoli, sconfitto dalla Roma che rimane solo un punto sopra. Un successo sofferto ma da grande squadra.

Cagliari-Lazio

PRIMO TEMPO – I sardi partono con grinta e determinazione. Ma i capitolini vanno vicino al gol al minuto 10: cross di Candreva dalla destra, Mauri ci arriva di testa ma Brkic è miracoloso. Fioccano le ammonizioni: ammoniti Parolo e Mauricio che, diffidato, salterà la sfida con l’Empoli. La Lazio non è brillante come al solito. Ci provano Candreva e Felipe Anderson dalla distanza. Ma al 31′ ecco il gol: discesa sulla destra del numero 7 biancoceleste e cross basso in area dove Mauri controlla e serve l’accorente Klose che appoggia in rete. E’ 0-1. Il Cagliari reagisce subito e al 42′ ha l’occasione per il pari: M’Poku ci prova su punizione ma Marchetti salva con l’aiuto del palo. Così si chiude la prima frazione.

SECONDO TEMPO – Lazio vicinissima al raddoppio ad inizio ripresa: Brkic respinge corto su un tentativo da fuori area di Candreva ma Mauri spreca il tap-in sparando addosso al numero uno rossoblù. Gol sbagliato gol subito. Infatti al 50′ arriva il pareggio del Cagliari: destro al volo di Sau, deviazione leggera di Maurico che beffa Marchetti. E’ l’1-1. Anche Basta si becca il giallo e, essendo diffidato, salterà l’Empoli. A questo punto Pioli corre ai ripari: fuori Mauri e Candreva e dentro Cataldi e Keita con conseguente passaggio al 4-3-3. Mossa azzeccatissima: al 60′ Keita viene steso in area da Crisetig e Rocchi fischia il rigore. Biglia s’incarica della battuta e spiazza Brkic siglando l’1-2. Due minuti più tardi Felipe Anderson non approfitta di un passaggio errato di Brkic. Keita al 68′ concede il bis: a due passi dalla porta, il numero 14 biancoceleste viene stesso da Diakitè che viene anche espulso. Dal dischetto va sempre Biglia ma stavolta l’argentino spara alto. Ma la Lazio, forte anche dell’uomo in più, continua a spingere: al 76′ Felipe Anderson si invola su assist di Klose e serve Keita ma sul tentativo del giovane  attaccante ex Barcellona Balzano salva sulla linea. I biancocelesti controllano il match e lo chiudono definitivamente al 92′ con una botta di Parolo su punizione. Settimo gol per lui  e settima vittoria per la Lazio. La Champions è sempre più vicina.

TABELLINO CAGLIARI-LAZIO

CAGLIARI-LAZIO 1-3

MARCATORI: 31′ Klose (L), 50′ Sau, 61′ Biglia (L) rig., 92′ Parolo (L)

CAGLIARI (4-3-3): Brkic 6,5; Balzano 5,5, Rossettini 6, Diakitè 4,5, Avelar 5,5; Dessena 5,5 (59′ Ekdal 5,5), Crisetig 5,; Joao Pedro 5,5, Farias 5,5 (72′ Capuano s.v.), Sau 6 (79′ Cop s.v.), Mpoku 6. A disp. Colombi, Cragno, Murru, Pisano, Capuano, Gonzalez, Conti, Ekdal, Husbauer, Longo, Cop, Cossu. All. Zeman 5.

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti 6,5; Basta 6, De Vrij 7, Mauricio 5, Braafheid 6 ; Parolo 6,5, Biglia 6,5; Mauri 6 (59′ Cataldi 6,5), Candreva 6 (59′ Keita 7), Klose 6,5 (81′ Lulic s.v.); F. Anderson 6,5. A disp. Berisha, Strakosha, Novaretti, Cana, Cavanda, Pereinha, Onazi, Ledesma, Cataldi, Lulic, Keita, Perea. All. Pioli 7,5.

ARBITRO: Rocchi

AMMONITI: Parolo (L), Mauricio (L), Basta (L), Crisetig (C), Rossettini (C), M’poku (C), Keita (L), Balzano (C)

ESPULSI: Diakite (C)

PIOLI 7,5: IL MIGLIORE SPORTMAIN – Raramente capita di eleggere un allenatore come il migliore. Ma stavolta ci sta tutto. Azzecca cambi e cambiamento di modulo togliendo Mauri e Candreva e inserendo Keita , che si procura ben due rigori, e Cataldi, che dà supporto al centrocampo. La vittoria di un tecnico che sta salendo sempre più alla ribalta. Maestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *