Un Toro in salute affronta una Roma in via di guarigione

TORO – Dopo la vittoria su Parma ed Atalanta, il Toro cerca il colpo grosso con la seconda in classifica; domenica all’Olimpico arriva infatti la Roma di Garcia, reduce anche lei da due vittorie consecutive.

LA DURA RINCORSA ALL’EUROPA LEAGUE CONTINUA – Il passaggio della Juve alla finale di Coppa Italia ha reso più probabile l’approdo in Europa League anche della sesta classificata. Quel posto al momento è occupato dal Napoli, mentre il Toro è dietro di cinque punti. Il compito è arduo, anche perché l’organico partenopeo è decisamente superiore a quello granata, malgrado l’evidente crisi delle ultime partite. I ragazzi di Ventura hanno comunque il dovere di crederci ma anche la serenità per farlo; stanno facendo un campionato ancora una volta al di sopra delle aspettative, soprattutto se si ripensa ai primi mesi della stagione.

Giampiero Ventura, allenatore del Torino
Giampiero Ventura, allenatore del Torino

IL BORSINO GRANATA: CHI SALE E CHI SCENDE – Sicuramente in ascesa i due marcatori del match con l’Atalanta: Quagliarella e Glik. L’attaccante campano ha trovato l’undicesimo centro stagionale, il primo su punizione, e soprattutto quell’incisività che era un po’ venuta meno nelle ultime settimane. Il polacco è addirittura al decimo centro, sette in campionato e tre in coppa, ed è sempre più il “terzino col vizio del gol” tanto per ricordare il grande Facchetti.

Glik e Amauri esultano dopo il gol del Toro (immagine Ansa)
Glik e Amauri esultano dopo un gol del Toro

Non ci sono particolari discese, tranne forse un Maxi Lopez un po’ in appannamento ed un Amauri che, anche quando entra, non riesce mai ad incidere.

ORA LA ROMA – I giallorossi escono da un periodo delicato, con la nota pareggite sconfitta poco a poco. Le due vittorie consecutive sembrano riconsegnarla a quella corsa per la Champions che sembrava sfuggirgli clamorosamente di mano. La Lazio però è proprio lì dietro e la pressione resta tanta, anche perché con il Toro mancherà probabilmente De Rossi (per lui si parla addirittura di microfrattura alla schiena), oltre a Gervinho e Keita. Al posto del capitano potrebbe esserci Paredes, con Nainggolan e Pjanic a dare manforte.

Radja Nainggolan Roma
Radja Nainggolan, centrocampista della Roma

IL RESTO DEL TORO: IL PUNTO SULLE GIOVANILI  – Beffa per la Primavera; raggiunta nel recupero dallo Spezia, resta seconda ma vede la Fiorentina allontanarsi e la Juve avvicinarsi. Sempre più brillanti invece gli Allievi; nel recupero battono il Vercelli e ora sono a solo un punto dalla capolista Empoli. Vittoriosi anche i Giovanissimi, che consolidano il terzo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *